/media/post/35rghcb/zante_paradiso_azzurro.jpg

Zante: un paradiso azzurro

La "Zacinto boscosa"

Paradiso azzurro delle Ionie amato da Omero e Virglio, isola stupenda soprannominata "Zancinto boscosa". Zakynthos, luogo natio di Ugo Foscolo, ha una doppia anima, mondana e selvaggia, tutta da scoprire.

(descrizione) 

ZanteZakynthos, in greco – ha panorami che ispirano poeti: Omero amava la “Zacinto boscosa”, Virgilio la descriveva con trasporto, e Ugo Foscolo, che qui nacque, non dimenticò mai quest’isola rigogliosa dal mare azzurro, a cui dedicò una struggente poesia. Poche isole hanno ricevuto in dono spiagge uniche come Zante: la più iconica è Navagio Beach, la Spiaggia del Relitto, un’immagine da cartolina in cui vi sarete senz’altro imbattuti.

 

Scogliere bianche altissime, mare azzurro caraibico e una lingua di spiaggia candida: si raggiunge via mare con taxi boat, oppure si ammira dall’alto del punto panoramico, una vista indimenticabile. Imperdibile anche la Baia di Laganas, tutta parco naturale e zona dove le tartarughe marine depongono le uova: nell’omonima spiaggia non è raro nuotare insieme a una di loro nell’acqua cristallina. La stessa esperienza si vive a Gerakas, suggestiva spiaggia sabbiosa sull’estremità meridionale dell’isola, mentre gli amanti dello snorkeling troveranno perfetta Porto Limnionas, un angolo remoto molto simile a un fiordo, dove l’acqua smeraldo si incanala tra le rocce.

 

(descrizione)

 

E i resort sono altrettanto da sogno: come il Lesante Luxury Hotel, privilegiato per la sua posizione tra il mare e il vivace borgo di Tsilvi. I servizi a 5 stelle sono definiti da lusso e comfort nelle camere, dal centro benessere, dai ristoranti raffinati, dalle molte escursioni che vengono organizzate.

 

Nella stessa zona spicca anche il Zante Maris Suites, un boutique hotel di lusso arroccato su una collina che guarda il mare, dove scegliere fra suite moderne, con piscina privata e design minimalista. Ancora più intimo Porto Zante Villas & Spa, albergo diffuso dove gli ospiti possono godere di privacy assoluta in lussuose case, delle specialità della cucina greca e del centro benessere con vista sul mare.

 

(descrizione)

 

Se siete in cerca di locali, ristoranti e negozi, visitate le cittadine: Zante, che dà il nome all’isola, è una viva località turistica ricostruita per intero dopo il terremoto del 1953. In centro abbondando botteghe come Dolci Artigianali di Zakynthos, dolci tipici realizzati dalla famiglia Kotsoni, in particolare il mandolato, derivante dalla dominazione veneziana, e il pasteli, fatto di sesamo, miele e mandorle. Non mancano anche i ristoranti: consigliamo Prosilio e i suoi piatti dagli abbinamenti ricercati e dalla presentazione creativa, mentre per le taverne più caserecce e tipicamente greche la Taverna Akrotiri, su una collina poco distante, amato dagli isolani per gustare ricette tradizionali circondati dal verde.

 

(descrizione)

 

Scorpacciate di pesce, Koriàtiki (l’insalata greca), Feta (tipico formaggio greco) e Ktapodi (polipo) si fanno da Bassia, caratteristico con i suoi tavoli tra gli alberi e affacciato sul mare. Ideale per fare base nella zona nord il Nobelos Seaside Lodge, romantico con le sue suite in riva al mare e il suo ristorante biologico: da qui si raggiunge facilmente Agios Nikolaos e il suo porto da cui partono escursioni in barca verso le grotte che costellano questa parte di costa, tra cui le famose Grotte Blu.

 

E come dimenticare anche il sud: le mattine si passano tra le spiagge e i ristoranti della zona di Vasilikos, con un tuffo e un pranzo al Porto Azzurro Beach Bar, per poi passare un bel pomeriggio di shopping da Souvenir Levantino, ricco di prodotti tradizionali e artigianali, sia manufatti che gastronomia. Le cene più romantiche sono da Utopia, dove la cucina mediterranea incontra le ricette isolane, mentre le notti più scatenate si vivono a Laganas, piccolo villaggio di pescatori diventato il centro nevralgico della vita notturna: con il suo susseguirsi di bar, pub e club aperti fino a tarda notte, è la meta prediletta di chi ama la movida.

(descrizione)

Nuotare con le tartarughe

Uno dei simboli di Zante sono le tartarughe marine, o tartarughe Caretta Caretta, riprodotte anche in molti dei souvenir che popolano gli scaffali dei negozi delle cittadine. Questo perché vengono in alcuni punti dell’isola per depositare le uova: dal 1999, per proteggere l’habitat e favorire la riproduzione delle tartarughe, è stato creato il Parco Nazionale Marino di Zante, una riserva naturale di 135 mq nella baia di Laganas.

 

Nelle acque circostanti le spiagge del golfo non è così raro vedere le tartarughe e se siete fortunati potrete anche nuotare assieme a loro. Inoltre alla spiaggia di Gerkas, che termina in un piccolo promontorio interamente formato d’argilla che si tuffa nel mare, da maggio a ottobre è possibile assistere all’esperienza indimenticabile della schiusa delle uova (previa richiesta alle autorità locali).