/media/post/gd57q3q/Napoli_vista.jpg

Week End a Napoli

Il Mare, Il Vesuvio , il Centro Storico patrimonio UNESCO. Un Week end a Napoli per godersi lo splendore del capoluogo campano e per gustare i suoi sapori.

Napoli è di una bellezza disarmante, qui tutto: il mare, il vesuvio, il centro storico, i sapori, le tradizioni e persino le superstizioni della sua gente concorrono a renderla unica al mondo. Vi proponiamo un week end a Napoli dove non mancheranno i must della città, come l'immancabile passeggiata lungo le storiche e pittoresche vie di Spaccanapoli e San Gregorio Armeno, i luoghi di ritrovo come la centralissima Piazza del Plebiscito e seguire la suggestiva Cappella San Severo per ammirare il capolavoro del Cristo Velato.  Vi porteremo nel "cuore" profondo della città con uan visita a Napoli Sotterranea,e alla scoperta di tesori nascosti come il Cimitero delle Fontanelle e il Pio Monte della Pietà dove è custodicto un Caravaggio imperdibile. E per finire in bellezza questo week end, non può mancare il panorama da cartolina dalla collina di Posillipo.

Week End a Napoli: una passeggiata tra le vie del centro

(descrizione)

Diciamolo subito: Napoli è la perfetta sintesi di quanto di più bello la storia, l'arte e la sua gente hanno saputo creare nei secoli. Per vivere Napoli in un weekend non si può prescindere da due tappe fondamentali: la prima è il complesso del Convento di San Lorenzo Maggiore che rappresenta una incredibile stratificazione di espoche e stili. La Basilica nasce come paleocristiana per diventare in seguito gotica. Nasce sull'antico macellum romano, qui soggiornò il poeta Francesco Petrarcas nel 1343 e le sue mura sono testimoni della rivolta popolare di Masaniello del 1647. La seconda tappa non piò che essere il Duomo, dedicato al culto di San Gennaro il Santo di tutti. All'interno del Duomo si trovano la Cappella e il Tesoro del Santo Patrono della città di Napoli. Il Duomo è di per sè un vero gioiello artistico impreziosito dai dipinti di Giordano e del Domenichino mentre il tesoro di San Gennaro è uno sfavillante e stupefacente insieme di reliquie e oggetti preziosi di ogni genere. Altro must assolutamentre da non perdere è la statua conosciuta con il nome di Cristo Velato, conservata nella Cappella di San Serevo luogo esso stesso ricco di arte e simboli esoterici.

(descrizione)

Il week end a Napoli è anche e soprattutto una piacevole passeggiata nel suo centro storico patrimonio Unesco, lungo le sue pittoresche vie. Tra le più famose c'è la strada dei presepi San Gregorio Armeno affollata di botteghe artigiane dove il presepe diventa arte. Qui, più che altrove, il sacro si mescola al profano: i classici pastori in terracotta e le statuine vestite in seta e create in paglia e terracotta si mescolano ai personaggi della politica e dello spettacolo, una sorta di specchio della città dove la devozione cristiana si mescola alle credenze popolari e alla superstizione. L'altra strada imperdibile è Spaccanapoli, che taglia in linea retta il cuore della città dai Quartieri Spagnoli al quartiere Forcella. Lungo questa via potrete trovare di tutto, splendide chiese, case popolari, artigliani e abusivi che vendono di tutto, una via stretta che saprà raccontarvi meglio di qualunque altra location il cuore e l'anima della città.

Continuando la nostra passeggaita arriviamo a Via Toledo, la strada dello shopping, dove si affaccia Galleria Umberto I per raggiungere l'altro simbolo della città di Napoli, Piazza del Plebiscito luogo di ritrovo dei napoletani e una pizza di grande respiro architettonico con il bellissimo colonnato della Chiesa di San Francesco di Paola e il Palazzo Reale. Pochi passi più in là troviamo l'altro gioiello della città: il Teatro San Carlo visitabile prenotando tour guidati che vi porteranno nella Sala storica, lungo il Salone degli Specchi e del Foyer.

La nostra passeggiata prosegue sul lungomare, un altro must imperdibile di un week end a Napoli. Sono quattro le strade da percorrete: Via Nazario Sauro, Via Partenope, Via Caracciolo e Via Mergellina che va fino a piedigrotta e dove, tra le reti dei pescatori, ci si può fermare a mangiare il pesce con vista mare. Durante la passeghgiata sul lungomare non può mancare una visita a Castel Dell'Ovo, il più antico castello di Napoli e a il Borgo Marinari.

Week End a Napoli: dove godersi una vista mozzafiato sul Golfo

(descrizione)

Non fatevi mancare nel vostro week end  una vista da cartolina sul Golfo di Napoli. Uno dei punti panoramici più gettonati è a Posillipo, più precisamente sulla terrazza antistante la Chiesa di Sant'Antonio. La vista che si apre è tra le più classiche e suggestive: l'azzurro del cielo, il blu del mare, il Vesuvio, Castel dell'Ovo. Altro punto strategico è il Parco Virgiliano (consciuto dai napoletani come "Parco della Rimembranza") qui lo sguardo può arrivare fino alla Penisola Sorrentina.

Week End a Napoli: stazione della Metro come opera d'arte

(descrizione)

Se durante il vostro week end a Napoli vi capiterà di prendere la metro per spostarvi da una bellezza all'altra non fatevi mancare una visita alla metropolina di Napoli. Si avete capito bene, la metropolitana è tra le attrazioni più in voga della città. La stazione più famosa è quella TOLEDO, tando da aver vinto il premio di stazione più bella d'Europa, qui a creare la magia sono i toni del blu e del nero, i mosaici di William Kentridgee i light boxes di Bob Wilson. Ma anche le stazioni MUSEO, DANTE, UNIVERSITÀ e GARIBALDI meritano uno sguardo attento.

Week End a Napoli: viaggio tra i tesori nascosti 

(descrizione)

È vero che Napoli è unica al mondo ed è anche vero che ci sono mille Napoli da scoprire; tra queste ve n'è una che vale l'intero viaggio. Stiamo parlando della città sotterranea che si sviluppa a 40 metri di profondità. Grazie all'Associazione Culturale Napoli Sotterranea che da oltre trent'anni si adopera in un costante lavoro di recupero e valorizzazione oggi è possibile visitare quella città che scorre parallela alla Napoli in superficie e che conserva dentro di sè storia e vita. Sotto terra infatti si torna indietro di 2.400 anni e sarà possibile visitare l'antica Neapolis greco-romana, le catacombe, le antiche vie e i rifugi antiaerei del periodo bellico. Si tratta di un fitto e complesso reticolo di corridoi e cavità che si estende nel sottosuolo sotto l'intero centro storico. Un dedalo di cunicoli che corre per km sotto strade e palazzi. Napoli sotterranea è un microcosmo che affascina. Qui potete trovare tutte le informazioni sui biglietti e prenotazioni del tour.

Tra i tesori che questa città conserva gelosamente non fatevi scappare il Cimitero delle Fontanelle e trovate il tempo per ammirare uno dei capolavori che il Caravaggio ha lasciato in dote a Napoli: si tratta della Sette Opere di Misericordia una meravigliosa pala d'altare che vi colpirà per la sua attualità conservata al Pio Monte della Misericordia al civico 253 di Via dei Tribunali.

Dopo tutto questo camminare e lo stupore per tanta bellezza, l'appetito avrà fatto certamente capolino e se c'è una cosa che a tavola, a Napoli, si fregia dei titolo di Regina è la pizza, quella napoletana ovviamente. Tanti gli intirizzi dove poterla degustare, noi ve ne suggeriamo uno un pò fuori dalle solite rotte: la pizzeria Porzio in zona stadio.