La Gola in Viaggio Maggio-Giugno 2019

È in edicola il nuovo numero della Gola in Viaggio Maggio-Giugno 2019

Tra i nuovi “ trend Food” nella ristorazione del 2019, secondo uno studio recente condotto da Doxa, il primo è mangiare fuori casa in locali e con cibi che non colpiscano solo il gusto ma anche l’estetica e il secondo è nella scelta di luoghi dove non consumare un semplice pasto ma vivere un’esperienza gastronomica coinvolgente. È anche in base a questi trend che abbiamo costruito il nuovo numero de LA GOLA IN VIAGGIO per l’anticipo dell’estate 2019.

Nella scelta dei weekend di tarda primavera da trascorrere in Salento tra Otranto e Gallipoli per evitare l’affollamento dei mesi più caldi e gustare a Nardò il piatto ciceri e tria, tipica ricetta di pasta fatta in casa e ceci. E ancora, allungarsi fino ad Andria per degustare alla Masseria La Fica dai proprietari Michele e Mattia Schito la burrata d’Andria Igp, un’eccellenza italiana nel mondo.

Poi un weekend a Favignana, nelle Egadi, ad assistere alla riapertura della storica Tonnara Florio o a Cetara, splendido borgo campano, alla scoperta della celebre Colatura di Alici e della sua antica produzione.

Oggi i consumatori, più o meno gourmand, all’insegna di una “trasparenza estrema” che sta ormai da tempo caratterizzando l’alta gastronomia, sono alla ricerca sempre più nelle ricette proposte non solo della provenienza delle materie prime ma anche di come sono state coltivate e come sono state trasformate. È con questo spirito che abbiamo visitato un tempio del gusto, la LOCANDA MARGON, accompagnati dalla raffinata ma sobria ospitalità di Camilla Lunelli che nella locanda di Casa Ferrari ci ha presentato, a due passi da Trento, immerso nei vigneti, le proposte del due Stelle Michelin Alfio Ghezzi e, nel cuore della maremma livornese, nella Tenuta di San Guido con il marchese Nicolò Incisa della Rocchetta a scoprire l’eleganza e l’equilibrio del Sassicaia.

Un numero ricchissimo dove non possiamo non ricordare l’itinerario in Val Primiero nelle Dolomiti trentine alla ricerca della carne fumada, un prelibato presidio Slow Food, o per stuzzicare il palato tra formaggi d’alpeggio e spatzle integrali o, ancora, ad Alghero ad assaggiare in anteprima estiva il Polpo in agliata, magari accompagnato da un bicchiere di Vermentino doc. Non c’è che l’imbarazzo della scelta per organizzare e programmare un viaggio goloso continuo, tra le prelibatezze della nostra penisola.