La Gola in Viaggio Febbraio-Marzo 2019

La primavera è già qui

Partiamo dalla Liguria, nella Riviera di Levante, da Recco a Camogli dove gustare la migliore focaccia di Recco o a San Fruttuoso dove godere il primo sole dell’anno, magari davanti ad un piatto di pappardelle al pesto corto. Poi Costiera Amalfitana, da Vietri a Positano per assaporare i grandi classici del posto: dalla “colatura di Alici” a Cetara alle “delizie al limone” ad Amalfi. E poi non potevamo, di costa in costa, non andare a trovare uno dei protagonisti più influenti della cucina italiana, Mauro Uliassi a Senigallia, che ha appena raggiunto il riconoscimento delle tre Stelle Michelin.

LA GOLA IN VIAGGIO vuole essere una disamina di quanto di buono c’è nella nostra cucina, non solo stellata, ma anche nelle tante trattorie e bistrot che ogni giorno mettono a tavola innumerevoli clienti. I primi dati dell’anno parlano di una enogastronomia che sta archiviando la crisi: 83 miliardi spesi dai nostri connazionali nel 2018 per mangiare fuori. Una clientela sempre più complessa e attenta alla riscoperta della “manifattura culinaria”, allo studio dell’ingrediente che i ristoratori, con fatica e professionalità, portano avanti. Questo numero è anche per loro. In cerca di dolcezze, abbiamo tracciato un itinerario tra le pasticcerie e i pasticcieri più rinomati del nostro Paese. Da Brescia, dal maestro dei maestri Iginio Massari, a Padova da Luigi Biasetto, a Milano per il rigore del noto volto tv Ernst Knam ma anche ai nostri “amici” Luca Montersino e Gianluca Aresu che da tanti anni si fanno apprezzare su ALICE, in tv e nella rivista. Siamo andati poi a trovare i ricercati “alchimisti” dell’Aceto Balsamico a Modena, i maestri del “prosciutto San Daniele” in Friuli e a Spilinga in Calabria a scovar i custodi della ‘nduja calabrese e per primi a Matera, capitale europea della cultura 2019, per un weekend goloso. E poi ancora tanto Piemonte. Testate internazionali hanno eletto la Regione tra le mete top del nuovo anno e noi, con spirito campanilistico, tracciamo itinerari tra “tradizionali bolliti”e “innovativi lounge bar” da Cuneo a Torino.