Il rito dei vattienti, la pasqua di Nocera Terinese

Un rito misterioso

In tutto il mondo la settimana santa viene celebrata in maniera diversa con sentimenti di fede che a volte danno vita a riti misteriosi, che suscitano emozioni forti nel rievocare la condanna e la sofferenza di Gesù.

In Calabria nella provincia di Catanzaro, si conserva una tradizione ritualistica pasquale particolarmente forte e significativa: A Nocere Terinese, il sabato santo, l'intero paese partecipa con trasporto, al rito dei Vattienti.

I fedeli durante la processione della madonna addolorata scelgono di vivere la sofferenza del Cristo con tanto di corone di spine e si flagellano pubblicamente percuotendosi le gambe con il "cardo" un pezzo di sughero con tredici pezzi di vetro o chiodi.

Un rito antico e Cristiano anche se da molti considerato pagano, tanto che persino la chiesa, ne ha disposto più volte senza successo, l'annullamento.