/media/post/ebeblhu/venezia_pioggia.jpg

Venezia sotto la pioggia, cosa fare se piove

Un itinerario pensato per una giornata piovosa a Venezia

Venezia è una città meravigliosa, con tanto da offrire anche se venite sorpresi dalla pioggia. Senza scoraggiarvi, seguite questo itinerario personalizzato per vivere il meglio della città e approfittatene per fare qualche esperienza fuori dal comune, come osservare come viene costruita una gondola.

   

08:30

Previa prenotazione, è possibile vedere da vicino le varie fasi di lavorazione di una gondola. I laboratori si chiamano “Squeri”, in attività fin dal ‘500. Molti sono lungo il Canal Grande. Attualmente quelli rimasti in centro storico sono solo due: lo Squero di San Trovaso (Dorsoduro 1097, www.squerosantrovaso. com) e lo Squero Tramontin (Dorsoduro 1542, tel. 041 5237762) 

13:00

Per tenere d’occhio le condizioni atmosferiche, pranzate al ristorante “Al Buso”, dotato di ampia vetrata e collocato in uno scenario incantevole, con una splendida vista sul ponte di Rialto (vedi I must imperdibili, n.3). Le specialità della cucina sono piatti di pesce. Ponte di Rialto 5338, S. Marco. Tel. 041 5289078. 

14:30

La migliore destinazione in un giorno di pioggia è senz’altro il Palazzo Venier, sede della Collezione Peggy Guggenheim. Scrigno di opere d’arte contemporanea è anche location di mostre periodiche. Degno di visita il museum shop. Dorsoduro 701, tel. 041 5206885. 

16:30

Dopo una pausa caffè, se l’inclemenza del tempo persevera, una passeggiata sotto l’ombrello vi consentirà di raggiungere una chiesa il cui interno impressiona per la vastità e la qualità delle sue opere d’arte. Stiamo parlando di Santa Maria Gloriosa dei Frari nell’omonimo campo. Tel. 041 2750462. 

18:00

Proseguendo nel cammino, vi imbatterete in curiosi negozietti di artigianato tipico locale, come la carta marmorizzata. Riparatevi dalla pioggia e raggiungete quello di Alberto Vallese, considerato un artista internazionale, con un paio di laboratori-negozi in città, a San Samuele e alla Fenice

19:00

È l’ora di
 un aperitivo in un 
tipico bacaro veneziano per un’ombra (la dicitura deriva dall’antica mescita
di vino che si trovava all’ombra del campanile), uno spritz o una cenetta informale. Il bacaro è un ibrido tra un’osteria e un wine bar. C’è solo l’imbarazzo della scelta, ma potete orientarvi con questa guida nell’apposita sezione. E attendere che spiova.