/media/post/dzgl3tp/Valencia-plaza-de-la-virgin.jpg

Vacanze di Pasqua, visitare Valencia

10 cose da vedere a Valencia durante le vacanze pasquali: strutture futuristiche, all'avanguardia e tradizione millenaria

Valencia si pone nel 2019 come una delle mete preferite dai turisti per le vacanze pasquali del 2019. Questo grazie all'enorme lavoro fatto negli anni precedenti su una città portuale che nel tempo si è saputa trasformare con successo in una metropoli all'avanguardia.

Musei avveniristici, teatri all'avanguardia, strutture ricettive e ricreative assolutamente al top e in linea con i più alti standard delle capitali europee più famose e attrattive, rendono questa città appetibile e assolutamente da visitare.

Proponiamo un itinerario ricco di cose da non perdere per chi volesse passare le sue vacanze pasquali nella città spagnola.

 

1. La città della scienza e della cultura

(descrizione)

 

Un composto architettonico estremamente avveniristico e di sicuro impatto visivo grazie all'architettura organica dei suoi progettisti (Calatrava e Candela), con la quale si uniscono gli elementi con i contenuti senza perdere di vista il forte legame con il Mediterraneo e con il mare in genere, grazie ai colori azzurrri e agli stagni dìacqua ricreati nella struttura.

La cittadina è composta da 5 edifici, suddivisi al loro interno in tre macro aree natura, scienza e arte. Ognuno di questi edifici ha una sua specifica funzione e sono il cuore delle attività culturali cittadine.

Per tariffe, promozioni e prezzi aggiornati clicca qui

info:

  • sito web: www.cac.es/va/home.html
  • come arrivare: clicca qui per impostare il tuo navigatore
  • telefono: +34 96 197 44 00
  • indirizzo: Av. del Professor López Piñero, 7, 46013 València, Spagna

 

2. Il Parco Oceanografico

(descrizione)

 

Il più grande parco marino d'Europa, costruito riprendendo un vecchio progetto dell'architetto Felix Candela, all'interno di un più vasto e visitato comprensorio dedicato all'arte, alla cultura e alle scienze noto come città della scienza e della cultura

 

(descrizione)

 

Sono circa 500 le specie viventi che è possibile visitare in questa struttura, con più di 45.000 esemplari che per lo più nuotano all'interno di 42 milioni di litri di acqua. Da non perdere un passaggio nel tunnel sottomarino lungo piu di 70 metri, e il ristorante nel quale si vive a pieno la sensazione di mangiare sul fondo dell'oceano.

info:

  • sito web: www.oceanografic.org
  • come arrivare: clicca qui per impostare il tuo navigatore
  • telefono: +34 960 47 06 47
  • indirizzo: Ciutat de les Arts i de les Ciències, Carrer d'Eduardo Primo Yúfera, 1B, 46013 Valencia, Spagna
  • orari: aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 (il sabato fino alle 20:00)
  • prezzi: 30.70 euro per gli adulti, 22.90 euro per i ridotti, 20.20 euro per i gruppi, 13.30 euro per i gruppi scolastici.

 

3. Piazza della Vergine

Plaza de la Virgen sorge nel centro di quello che può essere tranquillamente considerato il centro della "Valentia Romana". Circondata da quelli che possono essere considerati i tre edifici più importanti ed emblematici della città:

  • La Catedral de Santa María
  • La Basílica de la Virgen de los Desamparados
  • Il palazzo de la Generalitat.

La sua forma è irregolare e ospita una fontana che rappresenta il fiume Turia (il più importante delle città) e i suoi affluenti.

 

4. Il Mercado Central

(descrizione)

 

Il Mercado Central nasce intorno i primi anni del 1900 sulle ceneri del mercato aperto, allora vero e proprio polo commerciale della città. In seguito, con un concorso, si decide di creare un nuovo mercato chiuso in cui far confluire tutte le eccellenze agroalimentari del territorio.

Il risultato è un'opera architettonica di notevole interesse con influssi provenienti dall'art noveau e dagli edifici gotici che sorgono li vicino come la Lonja de la seda.

Oggi il mercado central ospita circa 400 commercianti e gestisce l'afflusso di circa 1500 persone al giorno. Un mercato all'avanguardia, che per primo in Europa ha saputo affrontare le sfide del nuovo millennnio come la consegna a domicilio e la vendita sul web.

Ad oggi è il mercato del fresco più grande d'Europa.

info:

  • sito web: www.mercadocentralvalencia.es
  • come arrivare: clicca qui per impostare il tuo navigatore
  • telefono: +34 963 82 91 00
  • indirizzo: Plaça de la Ciutat de Bruges, s/n, 46001 València, Spagna
  • orari: Aperto tutti i giorni dalle 07:00 alle 15:00 (chiuso la domenica)

 

 

5. La cattedrale

(descrizione)

 

La Cattedrale di Valencia è dedicata all'assunzione di Maria (per volere di Giacomo I) ed è sede dell'arcidiocesi di Valencia. Il suo è un valore assolutamente simbolico essendo stata costruita intorno al 1200 sulla vecchia moschea di Balansiya.

Sul lato sinistro della cappella si scorge una curiosità: ovvero due piccoli "ovali" che sembra siano le impronte delle ginocchia dei pellegrini che, nei secoli, sono venuti in visita per pregare nella cattedrale.

 

6. Il Bioparco

(descrizione)

 

Il Bioparco si segnala per l'applicazione dei più moderni sistemi didattici ad oggi conosciuti. Sorge sul vecchio "Zoo di Valencia" con il concetto della Zoo Immersione, ovvero si cerca di ridurre al minimo l'impatto delle barriere tra gli animali e i visitatori della struttura, dando l'impressione di osservare gli animali stessi, proprio nel loro habitat naturale.

Nei 100.000 metri quadri del parco vengono riprodotti fedelmente i 4 habitat principali africani:

  • La savana secca
  • La savana umida
  • La foresta equatoriale
  • Il madagascar

In questi habitat vivono più di 4.000 animali per 250 specie circa per la maggior parte terrestri.

info:

  • sito web: www.bioparcvalencia.es
  • come arrivare: clicca qui per impostare il tuo navigatore
  • telefono: +34 960 66 05 26
  • indirizzo: Av. Pío Baroja, 3, 46015 València, Spagna
  • orari: Aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00
  • prezzi: 23.80 euro per gli adulti, 18.00 euro per i bambini (dai 4 a 12 anni) ridotti, 17.50 euro per gli anziani (over 65), gratis i bambini fino a 4 anni.

 

7. Plaza de toro

La Plaza de Toro di Valencia venne edificata in stile neoclassico tra il 1850 ed il 1860 famosa per la sua somiglianza ad anfiteatri ben piu noti come il Colosseo.

Con la sua costruzione inizia l'epoca d'oro delle corride in Spagna, da questo momento in avanti l'amore per questa sanguinosa pratica cresce a dismisura fino ai giorni nostri quando, invece, viene in qualche maniera ostacolata e considerata deprecabile dai più.

Oggi quest'arena ospita gli eventi più spettacolari ed è considerata uno dei monumenti assolutamente da visitare della città.

info:

  • sito web: plaza-toros-valencia.blogspot.com
  • come arrivare: clicca qui per impostare il tuo navigatore
  • telefono: +34 963 51 93 15
  • indirizzo: Carrer de Xàtiva, 28, 46004 València, Spagna
  • orari: Aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 (il lunedì chiuso, la domenica chiusura alle 14:00).
  • prezzi: 23.80 euro per gli adulti, 18.00 euro per i bambini (dai 4 a 12 anni) ridotti, 17.50 euro per gli anziani (over 65), gratis i bambini fino a 4 anni.

 

8. Il Micalet

(descrizione)

 

Il Micalet è il nome popolare con il quale viene chiamato uno dei simboli più famosi della città di Valencia: il campanile della Cattedrale.

Si tratta di una torre a pianta ottagonale di stile fortemente romanico. Il nome deriva dalla campana principale chiamata "Miquel" e che per la pronuncia dei locali si è trasformata colloquialmente in "Micalet".

Per 2.00 euro, e poco più di 200 scalini da salire, si può godere della vista mozzafiato di una Valencia straordinaria.

info:

  • come arrivare: clicca qui per impostare il tuo navigatore
  • indirizzo: Plaça de la Reina, s/n, 46001 València, Spagna
  • orari: Aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:30
  • prezzi: 2.00 euro

 

9. Plaza dell'Ayuntamiento

La Piazza dell'Ayuntamiento è senza ombra di dubbio la piazza più importante e grande di Valencia, sede del Municipio la cui architettura ha influenzato lo stile dei palazzi e dei  quartieri circostanti. 

La piazza nel tempo ha subito notevoli modifiche a partire dal nome, tutt'ora in via di definizione, visto che si sta decidendo se intitolarla a Giacomo I, il fondatore del regno di Valencia.

Per la sua centralità  grandezza è spesso teatro di numerosi eventi tra i quali ad esempio la famosissima festa de las Fallas (una festa di origini cristiane celebrata tra il 14 ed il 19 marzo, assolutamente da vivere) e del suo evento chiave: la spettacolare Mascletà (un incredibile spettacolo pirotecnico).

 

10. playa de la Malvarrosa

(descrizione)

 

La spiaggia della Malvarrosa è sicuramente la più frequentata di Valencia, prende il suo nome dalla coltivazione della malva tipico fiore di questo luogo, utilizzato per essenze e profumi.

Per tutta la sua lunghezza è facile notare campi da beach volley e numerosi ristoranti che hanno trasformato questo quartiere da luogo frequentato da marinai e pescatori a luogo perfetto per gli ozi e per i vizi della "borghesia valenciana".

Notevoli sono le manifestazioni aeree quì organizzate e i numerosi e spettacolari eventi pirotecnici durante la notte di San Juan e della Mascletà Napolitana durante la Festa del Las Fallas.