/media/post/tp9zp8h/giornata_a_lipari.jpg

Una giornata a Lipari

Come trascorrere 24 ore indimenticabili sull'isola

Un itinerario attraverso i luoghi, i ristoranti e i punti di interesse dell'isola: cosa fare e vedere in 24 ore a Lipari, dal Castello alla Chiesa di Santa Caterina, dal Museo archeologico alla spiaggia di Canneto ai consigli culinari

9:30

Cominciate la vostra scoperta di Lipari con una passeggiata nella zona più antica dell'abitato: il Castello è un'alta rupe vulcanica che si protende in mare, il luogo in cui gli esseri umani si sono insediati fin dalla Preistoria. Qui potete visitare, una dopo l'altra, la Chiesa di Santa Caterina (XVI-XVIII secolo), oggi sala convegni; l'addolorata, della stessa epoca, con begli altari in legno e stucchi; la settecentesca immacolata, oggi auditorium, e infine la Cattedrale di San Bartolomeo.

10:00

È l'ora di una visita al Museo archeologico, una delle istituzioni culturali italiane più importanti. Vi sono raccolti reperti che illustrano la storia dell'arcipelago fin dalle epoche più remote. Fra gli oggetti di maggior rilievo: la collezione di anfore, i crateri a figure rosse, la collezione di statuette di attori e maschere teatrali in miniatura, che probabilmente venivano vendute come gadget "ante litteram" in occasione degli spettacoli.

13:30

Per un pranzo veloce, mangiate un panino da Gilberto e Vera. Sono tantissime le specialità e le varietà da poter scegliere (Via Garibaldi 22-24, tel. 090 9812756).

15:30

Ora potete raggiungere il mare: direzione Canneto. Qui c'è una bella spiaggia e inoltre da questo punto si raggiungono con una barchetta le cave di pomice di Porticello. Per la granita si va al Tano Bar (Via Marina Garibaldi 107, tel. 090 9812755).

20:00

La cena gustatela al Kasbah Cafè, situato fra i vicoli del centro storico. Il nome rispecchia arredi e atmosfera magrebini, la cucina invece è siciliana. Volendo potete anche ordinare la pizza. Ottimi i dessert (Vico Selinunte 45, tel. 090 9811075).