/media/post/vcvsc3r/ankara di notte.jpg

Turchia Capitale

Qual è la capitale della Turchia?

Ankara, la capitale della Turchia, è posta ad un'altitudine di 850 metri ed è una città moderna, pulita e tranquilla, tipicamente europea.

(Qual è la capitale della Turchia: Ankara)

Se Istanbul vive ancora nel ricordo degli splendori dell'Impero Ottomano, Ankara, la moderna capitale dai viali spaziosi e dall'aspetto austero, è una città proiettata verso il futuro.

È da qui che negli anni Venti è partita la riscossa dei turchi contro i sultani, e il presidente Ataturk, "il padre della Patria", ha lanciato il suo programma di modernizzazione. A dispetto del suo aspetto di città nuova, le origini di Ankara sono molto antiche.

La regione fu abitata sin dall'Età del Bronzo dagli Hatti, e in seguito dagli Ittiti. Di questi ultimi ci sono rimaste numerose vestigia (II secondo millennio a.C.). Poi sullo stesso territorio ci sono succeduti i Frigi, i Lidi, i Persiani ed i Galati.

Più tardi, i Romani s'impossessarono della città e in seguito il regno fu annesso da Augusto all'Impero e Anchira divenne la capitale della ricca provincia della Galazia. La città, sotto il nome di Sebaste Tectosagum, si abbellì di monumenti tra cui le terme e il tempio di Augusto.

Sotto Nerone fu promossa al rango di metropoli. Gli scavi archeologici attualmente in corso hanno permesso di riportare alla luce parti di teatro, il Tempio di Augusto, l'agorà, belle statue e busti esposti al Museo delle Civiltà Anatoliche. Questi ritrovamenti permettono d'affermare che Ankara era, all'epoca romana, un centro d'arte e di commercio importante.

Ankara: cosa vedere

(Ankara Turchia)

Cosa vedere ad Ankara: il Mausoleo di Ataturk

Bisogna contemplare la città nuova dal Mausoleo di Ataturk, imponente monumento che si eleva sul sommo di una collina. Costruito nel 1953, in cui si conciliano abilmente concezione moderna e ricordo del passato, è certamente il capolavoro dell'architettura moderna turca.

A fianco del Mausoleo, un museo espone gli oggetti personali di Ataturk e documenti della guerra d'indipendenza.

Cosa vedere ad Ankara: il Museo delle Civiltà Anatoliche

Situato presso la porta della cittadella, questo museo accoglie inestimabili collezioni di opere paleolitiche, neolitiche, hatti, ittite, frigie, urarte e romane. Il museo ha ricevuto il premio quale Museo Archeologico tra i primi d'Europa.

Cosa vedere ad Ankara: la Cittadella

La cittadella venne costruita dai Galati e portata a termine dai Romani. I Bizantini ed i Selgiuchidi la restaurarono e vi aggiunsero altri edifici. Nel centro antico sono state restaurate molte case tradizionali turche che attirano l'attenzione per l'interessante architettura.

Alcune di esse sono state trasformate in ristoranti, dove si possono trovare piatti tipici della cucina turca o piatti internazionali e degustare i vini locali; non bisogna dimenticare che la città di Ankara è nota come la culla dei vigneti e del "vino", termine con il quale già gli Ittiti denominavano la bevanda nel 2000 a.C. In altre abitazioni sono state aperte gallerie d'arte.

Per maggiori informazioni consultate il sito dell'Ufficio Cultura dell'Ambasciata di Turchia