/media/post/4zblq49/surf5.jpg

Travel and surf, viaggiare inseguendo l'onda

Un modo affascinante di vivere il mare

Ci sono mille modi diversi per vivere il mare. L’appassionato di surf, per esempio, guarda il mare e vede solo le onde. Solo “quelle” onde. Quelle ti fanno sognare di essere il “mago” della tavola.

Così il mago del surf è sì uno che ama viaggiare, ma con esigenze molto particolari. Infatti, planare lungo la parete dell’onda restando in piedi sulla tavola è possibile farlo – e farlo bene – solo in alcuni posti. Anzi, in alcuni mari.

Quello che vi presentiamo ora è un breve giro del mondo per amanti del surf.  

 

Hawaii, of course

(descrizione)

 

Prima di tutto le Hawaii. Paradiso dei surfisti. Fu il capitano James Cook, scopritore di questo arcipelago, a descrivere per primo lo “strano” sport dove gli uomini sfidavano le onde a bordo di tavole di legno rudimentali.

Del resto il surf ha origini nella mitologia polinesiana: il grande Ngaru sfuggì al Re degli squali, cavalcando le onde su una tavola di legno. Ci sono spiagge, nelle Hawaii, dove le onde possono raggiungere i nove metri d’altezza. Lo sa bene anche il presidente degli Stati Uniti, Obama, nato a Honolulu e appassionato surfista.

 

Biarritz, l’onda quotidiana

(descrizione)

 

In Europa invece la palma d’oro spetta a Biarritz, in Francia, sulla costa atlantica, quasi al confine con la Spagna. Dove pare che nella bella stagione l’”onda buona” ci sia tutti giorni. Un’onda le cui dimensioni variano da un minimo di un metro e mezzo, e un massimo di quattro metri. A Biarritz ogni anno – nel mese di luglio- si tiene il Biarritz Surf Festival.  

 

Tarifa, l’onda spagnola

(descrizione)

 

Un altro posto dove poter fare surf, in Europa, è Tarifa, in Spagna, nella regione andalusa. Il periodo migliore, per le onde, qui è quello che va dall’autunno alla primavera. Nei giorni favorevoli, l’altezza delle onde può arrivare fino a tre metri. Una curiosità: Tarifa è anche il comune più meridionale dell’Europa continentale.  

 

Le regine californiane

(descrizione)

 

Attraversiamo di nuovo il mondo e approdiamo in California, Stati Uniti. Dove due città si contendono il titolo di “regina del surf”. Stiamo parlando di Santa Cruz e Huntington Beach. Ma è Santa Cruz che può vantare anche un museo del surf.  

 

Cape Town, onde per tutti

(descrizione)

 

Ancora un cambio di continente e andiamo in Sud Africa, vicino Cape Town. Dove si possono trovare onde piccole adatte per i principianti e onde gigantesche per i più esigenti. Soprattutto lungo la costa che si affaccia sull’Atlantico.  

 

Australia, surf-style

(descrizione)

 

In questo giro del mondo a caccia di posti dove fare surf, non può mancare lAustralia. Dove il surf smette di essere uno sport per diventare uno stile di vita.  

 

Le curiosità

(descrizione)

 

Infine, due curiosità. Chi non vuole spostarsi dall’Italia può portare la propria tavola sulle acque del lago di Garda.

E chi invece volesse provare l’ebbrezza dell’onda più lunga del mondo, pare che debba surfare su un fiume: il Rio delle Amazzoni. Qui, un paio di volte l’anno, si forma un’onda causata dall’attrazione della luna esercitata sull’Oceano Atlantico, che poi si riversa dentro il fiume.

L’onda risale la corrente del fiume anche per cinque giorni di seguito. E i surfisti migliori possono cavalcarla per più di mezz’ora. Chi riesce a cavalcare quest’onda può davvero dirsi “re del surf”.   Leggi anche: Le scuole di surf in Italia Dove fare surf in Italia