/media/post/zt9gzde/trastevere.jpg

Alla scoperta di Trastevere e le sue bellezze

Molte volte ti sarà capitato di sentire parlare delle gesta dell’Antica Roma, la bellezza e la storia dei suoi famosi monumenti: l’Ara Pacis, l’Altare della patria o uno su tutti il Colosseo, una delle 7 meraviglie del mondo, ma Roma è tutto questo e anche di più ed è oggettivamente impossibile elencare tutte le sue bellezze, ci sono 13 rioni stupendi tutti da scoprire.

Un quartiere caratteristico e da visitare assolutamente è sicuramente Trastevere sia per la sua storia sia perché da tempo è diventato il luogo simbolo della cucina romana con le sue numerose trattorie e i suoi ristoranti.

Ristorante a Trastevere

Posto al di fuori delle mura della città e nato come quartiere popolare, ma proprio perché distante da quello che allora era il centro di Roma, venne anche scelto come luogo per costruire alcune ville patrizie, tra cui quella di Giulio Cesare.

Nel corso dei secoli mantenne sempre questa doppia identità con vie strette e tortuose alternate ad ampi spazi e a palazzi e ville nobiliari.

Vicoli di Trastevere

Uno degli elementi che caratterizzano questo rione sono inevitabilmente i ponti che sin dall’antichità collegano il borgo al resto del centro storico.

Uno dei più celebri è in assoluto Ponte Sisto, che collega Piazza Pallotti a Piazza Trilussa e prende nome da Papa Sisto IV Della Rovere, lo stesso Papa che commissionò a Michelangelo la volta della Cappella Sistina.

Ponte Sisto da Lungotevere dei Vallati

Altro ponte molto importante a livello storico è Ponte Rotto, nell’antichità chiamato Ponte Emilio, che collegava Trastevere all’Isola Tiberina ed è stato probabilmente uno dei più antichi di Roma risalente addirittura al III A.C.

Più volte restaurato è stato abbandonato nel 1598 in seguito ad una devastante alluvione.

Uno dei motivi per il quale Trastevere era un quartiere povero erano proprio le frequenti alluvioni che spesso ne sommergevano larghe parti.

Questo problema fu risolto alla fine del 1800 con la costruzione degli argini che cambiarono però il rapporto che Roma e soprattutto Trastevere ha con il proprio fiume.

Il quartiere è caratterizzato da una miriade di monumenti e attrazioni sia a livello storico che a livello artistico tutte da scoprire.

Per scoprirle e approfondirle ti aiutiamo noi grazie al canale di LOQUIS dedicato a Trastevere, una semplice, ma accurata raccolta di podcast geolocalizzati che ti forniscono preziose informazioni di carattere storico, artistico, culturale condite da gustosi aneddoti.

Loquis 100 Meraviglie di Trastevere

Tra vicoli suggestivi lungo i quali è piacevole passeggiare potrai improvvisamente sfociare su ampie piazze nelle quali incontrerai importanti chiese e luoghi devozionali cariche di storie e di tradizioni che ti permetteranno di rivivere e cogliere l’anima e l’essenza di Roma.

Passeggiare tra le vie di questo splendido rione sarà così anche una passeggiata nel tempo tra vestigia dell’antichità, presenze paleocristiane, strutture medioevali, ricchi palazzi rinascimentali e barocchi sino ad arrivare ai giorni nostri e ai luoghi che ad esempio hanno visto nascere e crescere Alberto Sordi.

Se si vuole comprendere cosa sia la “Romanità”, lo stile di vita della Città Eterna conoscere e “vivere” Trastevere è fondamentale ed inevitabile.

Il quartiere che in passato è sempre stato visto come il luogo dei contrasti con le povere case accanto a sontuosi palazzi, divenuto poi quartiere operaio, è ora uno dei centri più importanti e movimentati della vita serale e notturna dei Romani e non solo.

Se vuoi scegliere dove trascorrere una bella serata in compagnia avrai quindi solo l’imbarazzo dalla scelta e potrai optare per una trattoria dove mangiare qualsiasi piatto tipico della tradizione Romana: la carbonara, la pasta cacio e pepe, la pajata, l’abbacchio e molti altri, oppure un ristorante di qualsiasi altro genere, ma pur sempre molto buono e immerso nel cuore di Roma.

Grattachecca a Trastevere

Per chi invece vuole cenare a casa o non a Trastevere può comunque passare un post cena in luoghi molto caratteristici sorseggiando una birra artigianale oppure per i più piccoli bere la granita tipica del luogo nei chioschi simbolo di questo rione, come per esempio alla Grattachecca.

In conclusione, se è vero che tutte le strade portano a Roma e che la Città Eterna va visitata almeno una volta nella vita, meglio molte di più, è imprescindibile attraversare il Tevere (trans tiberim) per vivere a pieno questo splendido rione passeggiando e vivendo i luoghi cuore della Romanità