/media/post/rgfssst/museo-del-vino-torgiano.jpg

Torgiano

Il borgo per chi ama il vino

Poco distante da Deruta, risalendo la statale Tiberina, arriviamo a Torgiano, da non perdere se si è amanti del vino. Qui infatti gira tutto intorno alla sua produzione: cantine, ristoranti, centri benessere, perfino un museo, con sede nel seicentesco Palazzo Graziani Baglioni, che ospita oggetti e opere d’arte legati alla storia del vino.

Si va da brocche del III millennio a.C. alle ceramiche contemporanee, opere di Nino Caruso e Piero Fornasetti, passando per il Medioevo ed il Rinascimento. Complementare al museo del vino è quello dell’olio, che ne descrive tutto il ciclo produttivo ed il suo ruolo nell’economia, nella medicina e nella tradizione.

 

(descrizione)

 

Entrambi i musei sono pensati e gestiti dalla famiglia Lungarotti, autentica istituzione a Torgiano, proprietaria di una delle cantine più note dell’area, dove è possibile acquistare uno dei tanti vini proposti, ma anche olio ed aceto balsamico.

A Torgiano il vino è protagonista anche del benessere: il Relais Le Tre Vaselle, ricavato dalla ristrutturazione di una grande residenza seicentesca, offre infatti ai suoi ospiti trattamenti che sfruttano le proprietà benefiche e antiossidanti del vino, dell’uva e delle foglie di vite. Si può, ad esempio, scegliere tra un rinvigorente massaggio plantare al nettare di vino e un inebriante bagno nel Sangiovese, il tutto fatto ovviamente sorseggiando un calice di ottimo vino locale.

 

(descrizione)