/media/post/3z9l45q/tempio-di-gerusalemme.jpg

Tempio di Gerusalemme. Storia di uno dei luoghi più sacri al mondo

Storia e informazioni del Tempio di Gerusalemme

Il Monte del Tempio di Gerusalemme è un altopiano che si trova nella Città Vecchia di Gerusalemme. La sua è una storia tormentata, come del resto quella dell’intera città. È una storia di continue distruzioni. Eppure si tratta di un sito importantissimo. Infatti il Monte del Tempio – come succede per molti dei luoghi storici di Gerusalemme – è luogo sacro per ebrei, musulmani e cristiani. 

 

È su questo Monte che sorgeva l’antico Tempio di Gerusalemme, il luogo più sacro in assoluto per la religione ebraica. Invece, per i musulmani è qui che il Profeta Muhammad inizia il suo viaggio verso il cielo, descritto nel Corano.

Infine, i cristiani lo venerano come luogo frequentato da Gesù. Secondo il Nuovo Testamento, il Tempio di Gerusalemme ha svolto un ruolo significativo nella vita di Gesù Cristo.

È all’interno di questo tempio che – Gesù ragazzino – impressiona gli insegnanti ebrei con la sua preparazione. Al Monte del Tempio di Gerusalemme ci sono dunque tutti gli “ingredienti” per farne un luogo carico di storia e di religione. Da visitare. Anche per capire (o per tentare di capire) perché il territorio su cui sorge Israele è una terra tanto martoriata. E perché questo tormento sembra essere destinato a non finire mai.

La storia fin dalle origini

Tempio di Gerusalemme. La storia dalle origini

Decimo secolo avanti Cristo. Il re David conquista la città di Gerusalemme. E sceglie questo posto per costruire un grande tempio che ospiti l’Arca dell’Alleanza. Ma la costruzione del Tempio di Gerusalemme richiede tempo. Verrà completata solo dal re Salomone (figlio di Davide) nel 957 avanti Cristo. Questo primo tempio di Gerusalemme era un edificio non molto grande. Era – come si può ben capire - un posto assolutamente sacro. Che purtroppo andò distrutto nel 586 avanti Cristo, quando arrivò Nabucodonsor II e deportò gli ebrei in Babilonia.

(tempio di erode)

Il Tempio di Gerusalemme – il secondo – fu poi ricostruito intorno al 51 avanti Cristo. Riprendendo così il suo ruolo centrale nell’ambito dei riti religiosi ebraici. Anche se non mancarono poi nel corso della storia episodi di saccheggio. È stato Erode a raddoppiare le dimensioni del tempio di Gerusalemme. Durante il periodo romano divenne anche sede del Sinedrio, il tribunale ebraico.

La distruzione del Tempio

La distruzione del Tempio di Gerusalemme

Ancora una distruzione per il tempio di Gerusalemme. Nel 66 dopo Cristo inizia una ribellione ebraica contro Roma, che culmina con la completa devastazione del tempio da parte di Tito il 10 agosto del 70 dopo Cristo (evento che è commemorato sull’Arco di Tito che si trova a Roma). Quel che restava dopo la distruzione era solo una parte del Muro Occidentale. Oggi meta di pellegrinaggio da parte di ebrei di tutto il mondo.

(distruzione del tempio di Gerusalemme)

Nello stesso sito dove sorgeva il Tempio di Gerusalemme, l’imperatore Adriano ha poi costruito il tempio di Giove Capitolino. Due secoli più tardi – nel 324 – l’imperatore Costantino distrugge il tempio pagano voluto da Adriano e al suo posto fa edificare una chiesa bizantina.

Durante il periodo bizantino gli ebrei avevano comunque il permesso di visitare il Tempio in occasione dell’anniversario della distruzione del 70 dopo Cristo (il rituale delle visita era il seguente: versavano olio su una pietra, piangevano e si stracciavano le vesti).

Storia del Tempio di Gerusalemme – Il periodo islamico

Nel 614 i Persiani invadono Gerusalemme, uccidendone gli abitanti e distruggendone le chiese. Gli storici islamici raccontano che quando i musulmani conquistano la città – nel 638 – il califfo Umar trova il Tempio di Gerusalemme completamente in rovina (per l’ennesima volta). E ne dispone la ricostruzione. Bisogna ricordare, infatti, che anche per i musulmani questo è un luogo sacro (assieme alla Mecca e alla Medina).

Storia del Tempio di Gerusalemme – L’età contemporanea

Il Ventesimo e il Ventunesimo secolo sono stati pieni di fermento per la città di Gerusalemme. Punto cruciale della storia il 1967, con la Guerra dei sei Giorni, quando lo stato di Israele conquista la Cisgiordania e Gerusalemme Est.

Epoca turbolenta senz’altro, quella degli ultimi due secoli in Terra Santa. Tuttavia poco è cambiato sul Monte del Tempio di Gerusalemme. Che è amministrato dal Waqf: il supremo consiglio religioso musulmano.

 

L’accesso al Monte del Tempio oggi è gratuito. Aperto a tutti. E sono tanti i turisti che vi arrivano da ogni parte del mondo. In generale, gli ebrei però non mettono piede sul Monte del Tempio di Gerusalemme, concentrando le loro preghiere davanti al famoso Muro Occidentale (il cosiddetto Muro del Pianto).

Cosa vedere

Monte del Tempio di Gerusalemme – Cosa vedere

Le regole per accedere al Monte del Tempio di Gerusalemme

Per accedere all’area che circonda il Monte del Tempio di Gerusalemme – gestita dai musulmani – bisogna varcare un cancello vicino al Muro del Pianto. Le regole per la visita al sito sono molto restrittive. Conviene informarsi per bene, per non incorrere in problemi. Tra queste regole vi è sez’altro il vestire con misura e il non praticare alcuna attività religiosa. Gli ebrei devoti difficilmente visitano il Monte del Tempio di Gerusalemme, per loro vige la disposizione del Rabbino Capo di Gerusalemme: “Secondo la Torah è vietato a chiunque di entrare nella zona del Monte del Tempio di Gerusalemme, a causa della sua sacralità”.

Dove si trovava l’antico Tempio di Gerusalemme

La posizione dell’antico Tempio di Gerusalemme non è stata identificata con certezza. Molti studiosi ritengono, tuttavia, che il Tempio si trovasse dove ora sorge la Cupola della Roccia.

Monte del Tempio di Gerusalemme – Ecco cosa vedere

  • Moschea di Al Aqsa (720 d.C). Una delle moschee più antiche e belle del mondo. Si trova accanto all'ingresso al Monte del Tempio.
  • Cupola della Roccia (691 d.C). È una splendida costruzione ricoperta di tessere di mosaico blu e una cupola d'oro. All’interno, la roccia da cui Maometto – secondo i musulmani - è salito al cielo nel suo Viaggio Notturno. Ma è anche la roccia dove – secondo i cristiani – Abramo stava per procedere al sacrificio di Isacco.
  • Cupola della Catena (13 ° secolo nella forma attuale). È una cupola più piccola della Cupola della Roccia. Di storia incerta. Ma con bellissime decorazioni.
  • Il Muro Occidentale (o Muro del Pianto) - Il Muro Occidentale è un muro di contenimento del Tempio. È quel che resta dell’antico tempio di Salomone. Ed è al centro di una sinagoga a cielo aperto. Luogo santo per eccellenza.
  • Museo Islamico – Il museo è dedicato all’architettura islamica del Monte del Tempio Scuderie di Salomone - I sotterranei (pieni di piccioni) fanno parte della struttura del Monte del Tempio costruito da Erode.