/media/post/buh4e37/symi_isola_grecia.jpg

Symi, l'isola colorata e glamour

Symi, la perla del Dodecaneso

Colorata e glamour, Symi è una perla di architettura dagli edifici multicolore e dall’atmosfera vivace, ricca di fascino. Monumenti, arte e cultura, spiagge e gastronomia, tutto quello che c'è da sapere su Symi.

 

(descrizione)

 

La bella e piccola isola di Symi si trova nella parte meridionale dell’arcipelago, vicino alle coste settentrionali di Rodi e a soli cinque chilometri dalla Turchia. Il suo caratteristico litorale frastagliato alterna ripide rocce e baie sabbiose, e all’arrivo Symi città incanta subito i molti colori con cui sono dipinte le case, un vero tripudio di rossi, blu e gialli.

 

La zona intorno del porto è Gialos ed è caratterizzata dai colori sgargianti degli eleganti palazzi di stampo neoclassico, mentre Ano Symi – conosciuta anche come Chorio – è la zona più alta e più antica della città, dominata dal Castello dei Cavalieri di San Giovanni e dalla maestosa Torre dell’Orologio.

 

Famosa un tempo per il fiorente commercio delle spugne di mare, oggi si fonda sul turismo, la pesca e l’agricoltura, elementi che hanno portato un forte sviluppo della gastronomia: le taverne sono innumerevoli, dove trovare specialità isolane come i garidakia, gamberetti rosa fritti e pescati con una rete speciale a circa 40 metri di profondità.

 

(descrizione)

 

Non perdete una cena alla taverna Manos, specializzata esclusivamente in pesce appena pescato: non solo i piatti sono ottimi, ma non mancano mai serate al ritmo di musica e balli locali. Il paese è anche una base piacevole per fermarsi a dormire, grazie alla sua atmosfera vivace, ai molti negozi, bar e locali: Symi Nautilus Luxury Suites è in pittoresco palazzo nella città antica, con una vista scenica sulla costa e sul paese.

 

(descrizione)

 

Elegante e raffinato, le sue suites e gli ambienti sono impreziositi da pezzi che uniscono tradizione e modernità, e da una collezione di varie conchiglie dell’Egeo e provenienti dalle acque dell’isola.

 

Altra zona must dell’isola è la baia di Panormitis, grande e riparata: la strada per arrivarci è panoramica, profumata da oliveti, pinete, mirto e rosmarino, e qui si trova anche il famoso Monastero dell’Arcangelo Michele, che risale a oltre mille anni fa e contiene due musei, quello bizantino e quello delle tradizioni popolari.

 

(descrizione)

 

Anche le spiagge a Symi sono molto piacevoli: sono soprattutto di ciottoli e piccole pietre, e grazie a questo le acque sono uno specchio azzurro perfetto per lo snorkeling. La più vicina a Gialos è Nos, ben attrezzata e spesso affollata, mentre per la tranquillità totale si va a Nymborios, che si raggiunge solo con un percorso molto panoramico.

 

Ancora più intima Agios Georgios, pregiata per la sua pittoresca cappella e per le imponenti scogliere che la delimitano, mentre le remote Nanou, Marathounda e Emilianos si raggiungono a bordo di caicchi in partenza dal porto.