/media/post/bgzhaf7/hotel_ossidiana_stromboli_esterno_.jpg

Stromboli - i migliori hotel e i migliori ristoranti

A Stromboli, nelle isole Eolie, hotel caratteristici, chef appassionati e un pizzico di divertimento.

Stromboli, nelle isole Eolie, è la soluzione perfetta per chi cerca una vacanza mondana, ma non troppo. E soprattutto per chi cerca la qualità di una vacanza autentica. L'ospitalità dell'isola passa attraverso i migliori hotel e nei migliori ristoranti di Stromboli.

 

Tutta la vita dell’isola si concentra nel borgo di Stromboli, un paesino di qualche centinaio di anime votate ad accogliere al meglio i molti turisti che l’estate invadono l’abitato. L’offerta è proporzionata alla grandezza del luogo, ma è molto varia e offre soluzioni piene di fascino che promettono un soggiorno all’insegna della pace e del relax.

 

Dall’arrivo con la nave o l’aliscafo si capisce subito di essere in una dimensione particolare: l’attracco al molo di Scari è su una spiaggia nera infinita, con alle spalle un paesaggio verde puntellato delle tipiche casette bianche eoliane. Da Scari si diramano via Roma, che porta in piazza, e via Marina che in poco più di un chilometro raggiunge Ficogrande, la “capitale” marina di Stromboli.

 

(descrizione)

 

Qui La Sirenetta Park Hotel, il primo hotel dell’isola, si inerpica sulle pendici del vulcano: quattro stelle con vista mare, le sue candide casette sono immerse in un profumato giardino; completano l’offerta il bar, il ristorante, la bella piscina idromassaggio e un centro diving e il teatro Eos, dove vengono messi in scena famosi spettacoli.

 

(descrizione)

 

Vicinissimo al centro, all’inizio di via Regina Elena che s’infila stretta fra le case, c’è il Villaggio Stromboli, tranquillo resort davanti allo Strombolicchio dove l’unico rumore udibile è quello del mare. Nella stessa zona, a ridosso del porto, si trova l’Hotel Ossidiana, struttura candida dotata di una piccola piscina in pietra con acqua riscaldata dal vulcano, ideale per un bagno rigenerante dopo una giornata in spiaggia.

 

(descrizione)

 

Per gli amanti del retrò in cerca di charme, la Locanda del Barbablù è un gioiello tutto da scoprire: si tratta di una piccola guesthouse di sole sei camere, aperta in una vecchia casa, dove si dorme tra antichi mobili siciliani e vecchi letti in ferro battuto. La locanda conserva il fascino d'epoca e il carattere di quello che un tempo era un ostello marinaro, e ha un ristorante molto frequentato per le sue ricette genuine e un bar sempre pieno dall’aperitivo al dopo cena.

 

(descrizione)

 

A Stromboli, nonostante le piccole dimensioni, si è pensato proprio a tutto, e non mancano nemmeno deliziosi negozietti di artigiani locali dove rilassarsi con un po’ di shopping di qualità. La Nave in Piazza è un vero e proprio punto di riferimento per i souvenir, ma anche abbigliamento e bijioux, mentre chi vuole qualcosa di più ricercato troverà nella boutique Magma dell’hotel Sirenetta una deliziosa scoperta, tra una selezione di marche italiane prestigiose, splendidi gioielli di esclusiva produzione artistica e accessori e oggetti per portare via un po’ di “sapore” di Stromboli.

 

Molto caratteristico è invece Non Solo Cocci, un piccolo bazar pieno di ceramiche, gioielli e abbigliamento, mentre unico è Ravichandran di Ninnoi, negozio pieno di capi originali che Ninnoi importa personalmente dall'India, dalla Thailandia e dalla Birmania.  

 

Per un fresco stuzzichino pre cena è perfetta la gelateria Lapillo Gelato, poco distante dal molo, lungo la leggera salita che conduce nella piazza principale, dove assaggiare la specialità della casa, la granita artigianale al gelso nero e al fico bianco.

 

(descrizione)

 

Per la cena vera e propria, uno dei ristoranti più apprezzati dell’isola è Il Canneto, bella locanda dove gustare dell’ottimo pesce. Da provare anche La Lampara e la Trattoria ai Gechi per mangiare piatti tipici della tradizione eoliana, mentre per una cena raffinata Punta Lena è il posto giusto: il ristorante del bravo e appassionato chef Stefano Oliva è dotato di terrazza sul mare un’ampia e confortevole, l’ambiente ideale per assaporare cucina di pesce, realizzata in modo impeccabile e con materie prime di qualità eccellente, sempre freschissime.

 

(descrizione)

 

Romantico e a picco sul mare è La Terrazza di Eolo, avvolta dai profumi e i colori tipici dell’isola, dove assaporare le specialità dell’autentica cucina mediterranea, ma per una cena veramente memorabile è all’Osservatorio che bisogna recarsi, il ristorante situato a 400 metri di altezza e raggiungibile in ape-car.

 

Le pizze e i piatti di pesce sono eccellenti, ma il vero spettacolo è l’ambiente circostante: comodamente seduti sulla bella terrazza si può ammirare il sole spegnersi sul mare, la notte accendersi di lapilli incandescenti e la lava che scivola lungo la Sciara del Fuoco. Il ristorante non usa luce artificiale: a rischiarare i tavoli sono solo le candele, le fiamme del vulcano, e le bellissime stellate sulla propria testa.

 

La piazza San Vincenzo, da dove si gode una vista spettacolare sul paese, è il centro della vita dell'isola, e il suo punto nevralgico è il Ritrovo Ingrid, storico punto di riferimento per tutte le età. Aperto dalla mattina a tarda notte, è ristorante, pizzeria, american bar, rosticceria, gelateria e caffetteria, ed è affascinante per il suo arredo in tipico stile isolano: pilastri, mattonelle artigianali, tavoli e pavimenti in pietra lavica dipinti a mano. Affascinante è anche la sua storia: il ritrovo prende il nome infatti dalla diva Ingrid Bergman, che nel 1949 con Roberto Rossellini arrivò a girare Stromboli terra di Dio e che alloggiò proprio in questa struttura, poiché a quel tempo non c’erano hotel sull’isola.

 

Ancora oggi i ricordi del film sono vivissimi, e foto e targhe lo ricordano un po’ ovunque, probabilmente perché fu il punto di svolta per gli abitanti, che dopo aver ospitato la troupe capirono il potenziale turistico di Stromboli e iniziarono ad aprire i primi alberghi.

 

Poco lontano dalla piazza si trova il delizioso Libreria sull’Isola, un negozio di libri che ospita nel suo giardinetto un centro culturale, con appuntamenti di lettura, internet point e serate di cinema all’aperto.

 

Quasi di fronte al mare si trova La Tartana, un locale difficile da incasellare in una sola definizione: di giorno è bar, a pranzo propone lunch a buffet con ottima scelta di pesce e verdura, mentre la sera si trasforma in una popolarissima discoteca, dove si balla in terrazza sotto le stelle. Dalla sua apertura il suo successo è stato esorbitante, e da una quindicina di anni ormai è divenuto il punto di ritrovo della Stromboli che conta, un richiamo per i vip di passaggio, da Naomi Campbell, che cala qui con il team di Dolce e Gabbana (hanno una casa ben mimetizzata a Piscità), a Paolo Ferrari, dallo scrittore Franco Scaglia a Sting, che ancorano le barche davanti al locale.

 

Se la mondanità non è ciò che si cerca e se si ha il coraggio di vivere un’esperienza di vita/vacanza spartana e ferma ad almeno cinquant’anni fa, l’alloggio giusto si può trovare nello sperduto borgo di Ginostra: raggiungibile solo via mare, sempre che il mare lo permetta, ha due bed & breakfast e un paio di ristoranti, asinelli al posto di ape-car e come unico rumore il cullare pacifico delle onde del mare.

 

I tesori di Stromboli - il borgo nascosto di Ginostra

(descrizione)

Come in un libro di avventura, a Stromboli c’è un villaggio isolato e arroccato sotto il Vulcano: si tratta di Ginostra, il solitario, minuscolo paesino sul lato occidentale dell’isola che, nella sua lontananza, è meta affascinante per gli amanti della solitudine. Sì perché a Ginostra si arriva solo via mare, dopo che il sentiero una volta agibile è stato mangiato dalla macchia mediterranea, e non esistono strade: qui non ronzano nemmeno le motorette delle ape-car, perché a provvedere al trasporto di merci e bagagli su per le strette viuzze sono dei placidi asinelli.

 

Sono proprio loro i primi che si vedono quando si sbarca al Pertuso, ritenuto il porto più piccolo del mondo dove passa una barca alla volta. Il Ginostra Bed&Breakfast è il primo edificio che si incontra in cima alla scalinata: solo quattro camere su terrazze a più livelli, affacciate su un giardino a picco sul mare.

 

(descrizione)

 

Delizioso è anche l’altro b&b presente nella piccola frazione, il MareSole, le cui camere sono collocate su terrazze affacciate su uno splendido giardino e sul mare. A due passi il bar ristorante L’Incontro, simile al ponte di comando di una nave e famoso per la cucina, e lo storico ritrovo serale Il Puntazzo, che ora ha cambiato nome in Nonna Assunta dopo un passaggio di gestione che delizioso ristorante.

 

C’è un solo bazar che vende l’essenziale, e un unico negozio di alimentari, di fianco alla chiesa. Non c’è sabbia a Ginostra, solo roccia, e per il bagno si va alle Secche di Lazzaro, bellissima vasca fra gli scogli, dove il mare ha colori da tropico. La luce è arrivata da poco, e per la manciata di abitanti del villaggio è un soffio di modernità; si fa per dire, perché ritmi e riti sono ancora gli stessi. Il vulcano è sempre uguale: sbuffa, brontola ed esplode a intervalli regolari e di notte illumina le tenebre con i suoi getti incandescenti, e scandisce la vita di questo borgo sospeso nel tempo.

 

Se avete deciso di visitare Stromboli, qui trovate tutti gli indirizzi utili a Stromboli. Inoltre, non perdetevi i must imperdibili di Stromboli e scoprite tutto sull'incredibile territorio dell'isola!