/media/post/su9dzcs/shopping-parigi.jpg

Shopping a Parigi

Una selezione dei migliori negozi per uno shopping sfrenato a Parigi

MERCI

Concept-store in continua mutazione, unisce vintage di lusso, ultime novità, libri di seconda mano e bio-spuntini. Otre a una selezione vintage di Burberry, Dior e Chanel, presenta anche abbigliamento nuovo di YSL, Alexis Mabille, Marni, Isabel Marant, Azzaro, Stella McCartney, offerto scontato a 30-40% a fini di beneficienza.

111, boulevard Beaumarchais | www.merci-merci.com

 

COLETTE

Grande classico dei concept-store, con water-bar e ristorante. Una selezione di tutte le marche di tendenza, da quelle più note alle più nuove, di riviste, musica, hitech, design, abbigliamento, per uomo, donna, bambini, e molto altro.

213 rue Saint-Honoré | tel. +33 (0)1 55 35 33 90 | www.colette.fr

 

L’ECLAIREUR

Il primo concept store aperto a Paris, ben una trentina d’anni fa. Come suggerisce il nome, l’idea guida è presentare l’avanguardia negli universi  fashion, arte e design. Multi-brand del lusso, comprende 6 boutiques a Parigi, l’ultima, lo spazio in rue de Sévigné, vanta un’installazione interattiva e tecnologica, arredo futuristico di schermi e pannelli mobili.

40, rue de Sévigné | www.leclaireur.com

 

JÉROME DREYFUSS

Julianne Moore, Naomi Watts, Jessica Biel e altre star sono già state fotografate con le tracolle flosce in pellami preziosi, tipiche della casa, che si accompagnano al look “Isabel Marant”.

Adesso tocca agli uomini, cui viene dedicata un’intera collezione di porta-ipad, zaini, borse e borsoni.

Anche al 127, galerie de Valois Rue Jacob (St Germain) | www.jerome-dreyfuss.com

 

 

(descrizione)

 

 

ISABEL MARANT

Non è certo una griffe emergente, ma si è lentamente affermata come il simbolo stesso dello stile parigino anti-sciuretta, modello Françoise Hardy o Jane Birkin, accuratamente noncurante, un filo rock e un accenno etno, pronta a inforcare la bici in sneaker, ma con la zeppa ben rialzata.

16, rue de Charonne  | www.isabelmarant.com

 

UNIQLO

Brand globale, ultimo fenomeno di tendenza, allea la filosofia giapponese di Takizawa (ex di Issey Miyake) e i prezzi democratici competitivi con i vari Zara e H&M.

Cashmere basic e low cost, piumini caldi e leggeri che si ripiegano in un pugno.

17, rue Scribe 

 

HIPPY MARKET

La più grande rete globale di vintage, sostenitrice del riuso e riciclo etico, secondo il motto “be happy, be green”. Pezzi classici o modaioli di abbigliamento, scarpe, accessori sono preselezionati secondo diversi stili e gusti.

21, rue du Temple Marais

 

ESPACE KILIWATCH

Qualche strada più in là delle Halles, in una traversa della rue Montmartre, atmosfera rock, camicie hawaiane, jeans, sneakers (in francese “baskets”), gli appassionati di orologi e occhiali d’antan trovano qui pezzi unici ed originali.

64, Rue Tiquetonne | www.espacekiliwatch.fr

 

FRAGONARD

Le spécialità della Maison evocano atmosfere romantiche d’altri tempi: “Juste un baiser”, “Lune de Miel”, “Ile d’Amour”. In una dimora del XIX secolo vicino all’Opéra, un museo ripercorre 3000 anni di storia delle origini e delle lavorazioni dei profumi.

Nella boutique, fragranze fiorite, fruttate, orientali, eaux de toilette, saponi e candele: ce n’è per tutti i gusti!

9 rue Scribe   | www.fragonard.com

 

(descrizione)

 

COTÉ BASTIDE

Il paradiso della decorazione d’interni shabby-chic, inizialmente noto per le essenze d’origine vegetale, ora i prodotti comprendono tutto ciò che contribuisce a creare un’atmosfera nostalgica e provenzale: candele, bicchieri, tovaglioli, cestini, asciugamani e tanti altri accessori.

4, rue de Poissy  | www.cotebastide.com

 

GENEVIÈVE LETHU

Nel lontano 1972, è tra i primi ad annunciare la tendenza alla gastronomia e arti della tavola.

Suppellettili giuste per ogni stile e mood: mare o campagna, festa per bambini o cenetta romantica. I decor delle sue collezioni sono ironici e tradizionali al tempo stesso. Anche al 53, rue de Passy (Plaza), 95, rue de Rennes e 317, rue de Vaugirard.

52, rue de Rivoli  | www.genevievelethu.com

 

CSAO

Per chi vuole evitare l’incagliamento nel quartiere della Goutte d’Or, la “Compagnia del Senegal e dell’Africa Occidentale” è una galleria etno-chic nel Marais, che presenta opere di artigiani e designer emergenti senegalesi, maliani, mauritani, burkinabé: tessili, vasellame, mobili, monili, valigette e giocattoli in latta di recupero. Sulla stessa strada, il ristorante “Le Petit Dakar”.

9, rue Elzévir  |www.csao.fr