/media/post/zh9d9u9/sentiero4.jpg

Sentiero degli Dei - Trekking in Costiera Amalfitana

Un bellissimo weekend sulla Costiera Amalfitana

Il Sentiero degli Dei è un percorso di trekking tra Bomerano e Nocelle, in uno dei tratti più belli della Costiera Amalfitana. Il Sentiero degli Dei è un famoso sentiero avvolto da antiche leggende, un percorso di trekking tra i più spettacolari in Italia. Gli Dei il sentiero lo hanno utilizzato per raggiungere il mare di Positano e salvare Ulisse dalle Sirene. Oggi il Sentiero degli Dei è mete esclusiva degli appassionati di trekking, con un altezza media di 500 metri sul livello del mare e una vista che spazia da Praiano a Positano, fino all'isola di Capri.

Descrizione del percorso

Il mitico Sentiero degli dei inizia da Piazza Capasso di Bomerano (632 m), frazione occidentale di Agerola. Attraverso gradini scavati nel calcare si scende alla Grotta Biscotto (600 m circa) dove sono stati rinvenuti numerosi fossili marini. Lasciati alle spalle i resti di antichi insediamenti in roccia, costeggeremo un maestoso anfiteatro di orridi dirupi, giungendo prima allo spettacolare "Pinnacolo", e poi al bivio per Colle Serra, da cui è possibile ammirare le isolette de Li Galli e lo scoglio Vetara nonché le creste del Monte San Costanzo degradanti dolcemente verso Punta Campanella, dietro cui emerge il Monte Solaro che sovrasta Capri. Proseguiremo per meleti e vigneti ormai incolti (una volta ricchi produttori della cosiddetta uva "pede" e "palomma", importata dai Greci), attraversando tratti terrazzati al di sotto di Punta Paipo, denominati "i Cannati" ed anche "Piano Positano", fino ad arrivare alla località Grotte. Da questi luoghi appare Positano, con le costruzioni dalla caratteristica forma cubica. Superata l'omonima valle, il sentiero entra nel piccolo borgo di Nocelle, di appena 300 abitanti, ai piedi di Monte Luongo, splendidamente isolato dagli altri centri della penisola amalfitana ai quali è collegata solamente mediante una lunga scalinata , che in 30 minuti scende sulla SS, e da una strada asfaltata che porta all'abitato di Montepertuso.