/media/post/sh7499g/sarajevo_guida.jpg

Sarajevo, guida alla città

Capitale della Bonia-Erzegovina e simbolo di rinascita, Sarajevo è una città bella ed emozionante, perfetta da scoprire in un weekend. Ecco una guida sulle principali cose da vedere a Sarajevo

Sarajevo, capitale della Bosnia-Erzegovina non è certo tra le destinazioni più gettonate del turismo, ma certamente è una meta interessante che ha molto da raccontare. La città di Sarajevo oggi vive una rinascita culturale e turistica che la proietta tra le destinazioni da scorpire, con eventi di respiro internazionale che richiamano gente da tutto il mondo.

Sarajevo è un mix straordinario di architetture, culture e religioni: cattolica, musulmana, ortodossa ed ebraica. Vista dall'alto delle colline che la circondano Sarajevo svela tutta la sua bellezza, resa ancor più unica da questo incontro tra oriente e occidente, con il suo profilo fatto di cupole, minareti e grattacieli.

Il Centro storico Bascarsija ricca di caffè, bazar, botteghe artigiane, e monumenti di religione diversa sembra proiettare il visitatore in un contesto unico, in un'atmosfera che da Vienna a  Istanbul. Chiese, moschee e sinagoghe, musei e siti che testimoniano non solo al sua storia antica ma pure la sua storia più recente quella legata ai tragici eventi della guerra dei Balcani che ormai quasi trent'anni fa ne sconvolsero la vita. 

Di seguito una guida alle attrazioni principali di Sarajevo, a cosa fare e vedere in città.

Sarajevo, guida: il video di Marcopolo

 

Sarajevo, guida: la Città Vecchia

(descrizione)

 

Come anticipato, la città vecchia di Sarajevo è il cuore pulsante e il nucleo attono al quale parte la scoperta della città. La Bascarsija dove sorgeva l'antico mercato che coincide appunto con la città vecchia è un luogo davvero unico, ricco di caffè, bazar e monumenti degni di visita.

Ferhadija è la via principale della Bascarsija, qui si affacciano bar, negozi e i principali monumenti della città, ma è bello perdersi in tutte le caratteristiche viuzze acciottolate. Fermarsi in uno dei caffè per sorseggiare la bevanda nazionale  il caffé turco è un'esperienza da fare. La fontana Sebilj è una delle attrazioni principali del quartiere e immagine da cartolina della città, essa è realizzata in stile moresco e attorno ad essa si radunano gente del luogo e turisti.

(descrizione)

 

Il Ponte Latino è un altro simbolo della città di Sarajevo, perchè su questo ponte costruito in pietra e il più antico della città che sta sul fiume Milijacka fu consumato l'attentato all'erede al trono d'Austria e Ungheria il principe Francesco Ferdinando D'Asburgo d'Este, innescando la miccia delle Prima Guerra Mondale.

(descrizione)

 

Tra le tante moschee che ospita Sarajevo quelle maggiormente significative sono: la Moschea dell'Imperatore, la più antica di Sarajevo risale a circa la metà del 1400. Fu fatta costruire in occasione della conquista da parte dell'impero ottomano delle Bosnia. L' altra è la Moschea GaziHusrev-beg la più grande mosche della Bosnia Erzegovina e si trova proprio nela quartiere Bascarsija, la sua cupola il minareto costutiscono una delle principali attrazioni della città vecchia.

Come anticipato Sarajevo ospita non solo moschee sinagoghe, luoghi di culto cattolico, il più importante è la Cattedrale del Sacro Cuore in stile neogotico-romanico. Anche la cattedrale come quasi tutti gli edifici di culto di Sarajevo fu gravemente danneggiata durante i bormbardamenti del conflitto dei balcani.

(descrizione)

 

Il Municipio o Vijecnica è una dei palazzi simbolo della rinascita della città di Sarajevo. Tornato a nuova vita nel 2014, è un edificio di fine ottocento e realizzato in stile moresco. Ospitava la biblioteca bazionale del Paese che costituiva un incredibie e strordinario patrimonio tra manoscritti medievali ed incunaboli che vennero distrutti quasi totalente dai bombardamenti del coflitto balcanico. oggi qusto splendido edificio ospita non solo l'amministrazione comunale della città ma anche diversi eventi e mostre.

Altro luogo del centro storico di Sarajevo degno di una visita è il colorato mercato della città vecchia, il Mercato Pijaca Markale, oltre al profumo invitante del Buek (tipica pita bosniaca) e ai colorati ortaggi e frutta dei produttori locali, noterete un muro rosso dove sono incìcisi i nomi delle vittime di due degli attentati tra i più atroci che si consumarono durante la guerra proprio in questo mercato.

Sarajevo, guida: Galerija 11/07/95 Museo del Massacro di Sebrenica

Questo è un luogo concepito perché tutti coloro che vi giungono imparino a non dimenticare. Un museo questo che racconta una delle pagine più atroci della guerra dei Balcani, durante la quale 8000 musulmani della città di Sebrenica furono orrendamente trucidati  dalle milizie serbe, complice l'assordante silenzio delle forze Nato. Una Galleria fotografica, e materiaeo audio visivo che racconta  le dolorose tappe di un conflitto tra i più atroci della storia contemporanea. Qui non si è semplici spettatori ma testimoni, non passivi visitatori ma portatori di un messaggio ben preciso ricordare per non ripetere gli errori del passato.

Dintorni di Sarajevo: Il Parco Vrelo Bosne

(descrizione)

 

Poco fuori la città di Sarajevo ad Ilidza vi è il Parco Vrelo Bosne. Qui vi sono le sorgenti del Fiume Bosne che tra laghetti, ruscelli crea un bellissimo contesto naturale nel quale è possibile passeggiare e passare una piacevole giornata a passeggiare. 

Sarajevo, guida ai sapori

(descrizione)

 

Il centro della città è il posto giusto per conoscerela cucina locale, tra spezie e ricette che pescano da oriente a occidente. tra le specialità il burek, la classica pita bosniaca, una torta salata di pasta sfogia ripiena di carne e formaggio. I civapi, polpette di carne trita ctte allo spiedo, tipiche dei balcani. Per gli appassionati di dolci si possono gustare i baclava e l'indirizzo giusto per questo è la pasticceria Baklava Ducan.

Sarajevo, guida agli eventi principali

Questi gli eventi principali: Internatonal Sarajevo Festival o Sarajevo Winter che dal 1984 richiama artisti da ogni parte del mondo. Sarajevo Film Festival dal 14 al 21 agosto, tra gli eventi più famosi, trasforma strade, piazze, cinema e teatri. Festival del Tearo Mess da settembre a ottobre e a novembre il Sarajevo Jazz Festival.