/media/post/z58dtr4/preview.jpg

Salina - dove dormire, dove mangiare, e il meglio dello shopping

Terrazze sul blu che invitano all’ozio e il gusto verace della cucina tipica: Salina è l’isola ideale per una fuga in cerca di pace.

 

Salina, nelle isole Eolie, è un'isola di ospitalità, di relax e di sapori genuini. Se vi state chiedendo dove dormire, dove mangiare e dove acquistare un ricordo della vacanza facendo shopping, ecco un itinerario attraverso il meglio di Salina.

 

La natura rigogliosa e il mare splendido rendono Salina l’isola perfetta per chi è in cerca di una vacanza rilassante. Nonostante questa sua autenticità è comunque piena di resort eleganti, ristoranti deliziosi e bar dove godere dei prodotti tipici dell’isola e tanti negozietti dove trovare artigianato locale di ogni genere.

 

Santa Marina, considerata un po’ la capitale dell’isola, è anche la cittadina più viva: qui si trova l’Hotel Mercanti di Mare, raggiungibile a piedi dal porticciolo turistico. Attività a gestione familiare, la sua chicca è la colazione, servita sulla suggestiva terrazza vista mare: qui si svolge anche il loro rinomato aperitivo, ormai appuntamento fisso per chi si trova a Salina.

 

Sorge invece come una sorta di “isola nell’isola” il resort Rapa Nui, che non solo ha delle eleganti case in affitto, ma offre una gamma completa di servizi: è infatti anche ristorante, lido, centro sportivo e disco-bar la notte, attirando così nel suo raffinato ambiente chi vuole un buon mix di relax e divertimento. 

 

(descrizione)

 

Per chi vuole esplorare l’arte e la gastronomia di Salina, la cittadina offre in Via Risorgimento shopping per tutti i gusti: si possono ammirare gioielli e oggetti unici presso Antichità di Alcara, scegliere originali capi d’abbigliamento presso Salearancio.

 

 

(descrizione)

 

Ancora, perchè non ammirare l’inventiva e l’arte de Le Signorine, la boutique delle due sorelle dell’hotel Mercanti di Mare, o le coloratissime ceramiche di Bazar

 

(descrizione)

 

Per stuzzicare l’appetito prima di mangiare e per dell’ottimo shopping gastronomico Carpe Diem è il posto giusto, ma per una cena vera e propria a base di pesce un vero must è Nni Lausta, ristorante citato nelle migliori guide enogastronomiche la cui cucina coniuga la tradizione locale con la creatività. Molta attenzione è data alla scelta degli ingredienti, per primo il pesce, acquistato direttamente dai pescatori locali, ma anche frutta e ortaggi provenienti dai tanti orti dell'isola.

 

Per una cena romantica ammirando le luci del porto Portobello è la scelta ideale: la sua terrazza bianca piena di fiori è molto chic, e si possono assaggiare i famosi “spaghetti al fuoco”, una ricetta eoliana doc; inoltre il ristorante ha anche una zona sea-lounge, dove si va dal pre all’after dinner con una selezione di cocktail e bevande da sorseggiare ammirando il mare.

 

(descrizione)

 

Per una cena dominando la baia dall’alto del belvedere c’è Mammasantina, ristorante ricercato e hotel che, alla raffinatezza e alta qualità, unisce una vista indimenticabile.

 

(descrizione)

 

Nella zona nord dell’isola si trova la seconda cittadina di Salina, Malfa, tranquillo paesino dalle tinte pastello. È qui che si possono ammirare alcuni tra i tramonti più spettacolari: l’aperitivo con vista sul mare infuocato, con Panarea e Stromboli a incorniciare l’orizzonte, è un’esperienza unica. Per soggiornare in questa zona l’Hotel Principe di Salina propone delle terrazze panoramiche, sia nelle zone comuni che nelle stanze, piscine a sfioro e vasche termali, e l’Hotel Ravesi offre una vista speciale con la sua piscina panoramica, che dalla collina guarda la baia.

 

 

(descrizione)

 

Per un’esperienza completa di charme e gusto è immancabile una tappa all’Hotel Signum, un boutique hotel circondato di limoni e gelsomini, proposti anche come ingredienti per i trattamenti della Spa, che ha nella stufa a vapore nel thalos il suo tratto più originale: si tratta di una ricostruzione fedele dell’antica stufa termale micenea delle terme di Lipari.

 

 

(descrizione)

 

Completa l’offerta un ristorante con terrazza panoramica che offre il meglio della gastronomia di Salina, curato dal patron Michele Caruso e dalla chef, sua figlia Martina: da provare il loro famoso gelato al cappero di Salina.

 

 

(descrizione)

 

Malfa offre anche due chicche per gli amanti dello shopping: uno è il negozio e laboratorio di ceramiche artistiche Elsalina, specializzato nella decorazione a pennello delle piastrelle, e l’altro è una meta immancabile per la merenda e per la gastronomia, Blue Moon & Cosi Duci, dove assaggiare e acquistare il top della pasticceria siciliana. 

 

Salina ha delle perfette opzioni anche per chi vuole stare lontano da città e turisti, e isolarsi nella natura. Tra queste c’è la piccola frazione di Lingua, nella zona sud dell’isola, dove si scorgono ancora i resti delle antiche saline: qui si può scegliere la tranquillità dell’Hotel Salina Borgo di Mare, alloggiando in un complesso di edifici tradizionali eoliani, da cui godere la splendida vista sulle isole vicine e sul vulcano dell’Etna.

 

(descrizione)

 

Qui a Lingua c’è un posto imperdibile: si tratta del bar Da Alfredo, locale sul lungomare che richiama ospiti da tutto l’arcipelago  per gustare le sue famosissime granite al caffè, al limone e all’anguria. L’abbinamento proposto tra granita e brioche è tipico delle tavole siciliane insieme all’altro piatto forte del bar, il “pane cunzato”, ovvero condito con pomodorini, origano, capperi, olio d’oliva nella versione base, e con tonno e melanzane e ancora altro in quella più elaborata.

 

 

(descrizione)

 

Merita una sosta anche Carlo Hauner, storico produttore di malvasia, il tipico liquore dell’isola, nonché di capperi in salsa e sottosale, irrinunciabili souvenir del gusto.

 

Particolare è l’Hotel Ariana, a sud nella piccola frazione di Rinella: si tratta di un’antica villa trasformata in albergo due generazioni fa, con il terrazzo principale che accede direttamente al mare e a una splendida vista su Lipari e Vulcano. I luoghi più isolati dove passare una vacanza tranquilla sorgono alle due estremità dell’isola, sulle punte.

 

Ad est si trova infatti, nella magica baia di Pollara, la Locanda del Postino, un delizioso b&b in un tipico casale che con il suo nome omaggia l’omonimo film girato proprio in questa zona. Ospita dieci camere che si affacciano sul patio, e un ristorante che serve piatti tipici eoliani: affacciata sul mare e protetta alle spalle da un anfiteatro di montagne, si possono ammirare spettacolari tramonti e le affascinanti Filicudi e Alicudi. Nella punta ovest, sulle splendide scogliere di Capofaro, sorge invece il resort più conosciuto, elegante e raffinato dell’isola, il Capofaro Malvasia & Resort. Si tratta del risultato dell’abbinamento fra la produzione della malvasia e l’ospitalità di classe: i bungalow, disseminati fra i filari di viti su una terrazza protesa sul mare, ospitano le camere e le zone comuni. Frutto dell’idea della famiglia Tasca, storica produttrice vinicola siciliana, il resort è uno degli indirizzi più glam, con una magnifica piscina, un’area massaggi nel garden cottage e il gusto del ristorante Capotavola. Qui lo chef stellato Massimo Riccioli ha creato un menù di piatti creativi a base dei prodotti dell’isola, in un ambiente elegante che offre il meglio dell’accoglienza eoliana.

 

Trovate qui tutti gli indirizzi e i numeri di telefono di hotel, ristoranti e negozi top di Salina