/media/post/rh94uev/firenze_5_stelle.jpg

Ristoranti: la Firenze a 5 stelle

Raffinatezza ed eleganza, creatività e innovazione, con un occhio di riguardo alla tradizione e alle materie prime: queste le caratteristiche che distinguono i migliori ristoranti di Firenze. Esiste una Firenze a 5 stelle dove mangiare diventa un’esperienza a cavallo tra storia e modernità.

 

Hotel Four Seasons

Nell'incantevole location dell'hotel Four Seasons si trova Il Palagio. Una cucina italiana e regionale arricchita con un tocco di modernità e accompagnata da più di 400 etichette di vini di classe per un ristorante che vanta una stella Michelin.

L'Executive Chef Vito Mollica e la sua brigata hanno conquistato riconoscimenti internazionali per l'utilizzo di ingredienti locali rigorosamente freschi, per l'attenta preparazione di illustri piatti come i cavatelli cacio e pepe con gamberi rossi e calamaretti.

 

Cantinetta Antinori di Firenze

Al piano terra di Palazzo Antinori, uno dei più bei esempi di architettura fiorentina della metà del Quattrocento, nel centro storico della città, si trova la Cantinetta Antinori di Firenze. All'entrata spicca il simbolo della corporazione dell'Arte dei Vinattieri, alla quale il primo membro della famiglia Antinori, Giovanni di Piero, si iscrisse nel 1385.

Nel ristorante, aperto a pranzo e a cena, è possibile assaggiare tutta la gamma dei vini Antinori, degustandoli con una selezione di specialità della cucina toscana, suddivise secondo le quattro stagioni, molte delle quali preparate con ingredienti provenienti dalle diverse tenute di famiglia in Toscana e Umbria.

 

Cibrèo

L’8 settembre 1979 lo chef Fabio Picchi apre il Cibrèo, nome di uno dei piatti della tradizione fiorentina che nel linguaggio popolare di altri tempi significava “un insieme di cose buone”.

Fin dai primi giorni il Cibrèo diventa “il ristorante” di Firenze, quello che accoglie chi vuole conoscere la cucina del territorio e di tutta la Toscana.
Lo chef, insieme ai suoi figli e a molti collaboratori, ha sempre lavorato con contadini, pescatori, pastori, allevatori di animali rispettati ed amati. La passione per l’olio e per le vigne lo ha costretto ad essere partigiano della toscanità, ma in cuor suo e nella sua cantina troverete perle provenienti da tutto il mondo.

 

Harry's Bar Firenze

Harry's Bar Firenze è uno dei locali storici della città tra i più famosi del mondo fin dal lontano 1952. Un servizio e un’accoglienza impeccabile con una cucina eccellente dove gustare i famosi caldi di Harry’s, gradevoli stuzzichini, serviti prima di iniziare il pasto e abbinati al rinomato cocktail Bellini, i famosi taglierini di pasta fresca gratinati al prosciutto, i Gamberoni al curry con riso pilaff o la tartare di manzo, oramai riconosciuta da tutti come la migliore a Firenze. La cantina offre etichette esclusive e vini altamente selezionati.

 

La Beppa Fioraia

Un ambiente informale e caloroso, contemporaneo e rustico allo stesso tempo è quello di La Beppa Fioraia.

Le grandi vetrate sul giardino sono lo sfondo perfetto per una serata in compagnia. I complementi ready-made ottenuti da oggetti di recupero, il legno, il metallo: tutti raccontano l'attenzione verso l’ambiente.

L’eredità è quella di una fioraia che lavorava nel quartiere più di un secolo fa, una signora che divenne un’istituzione nella Firenze popolare di fine ‘800.

 

La Leggenda dei Frati

All'interno del complesso museale di Villa Bardini a Firenze si trova La Leggenda dei Frati. La Villa del 1600 è circondata da uno splendido giardino con caratteri agricoli, olivi e di antichi alberi da frutto.

Qui l'orto è a disposizione dello chef Filippo Saporito e dell'executive chef Erez Ohayon il raro esempio di giardino all'inglese domina la città offrendo incredibili scorci panoramici di Firenze. Nel loggiato principale la sala del ristorante elegantemente arredata si fonde con l'aspetto culturale del museo ospitando opere d'arte della Galleria Continua di San Gimignano.

 

Enoteca Pinchiorri

L'executive chef Riccardo Monco e lo chef di cucina Alessandro Della Tommasina sono alla guida dell'Enoteca Pinchiorri dove gli ingredienti migliori vengono accostati nella ricerca dell'innovazione sempre nel segno della tradizione locale e territoriale. Oltre 4 mila etichette accompagnano una cucina che eccelle nella ricerca e nel rispetto della materia prima, nella creatività e nel controllo delle tecniche di cottura.

 

Borgo San Jacopo dell'Hotel Lungarno

Affacciato sulle rive dell'Arno, il ristorante Borgo San Jacopo dell'Hotel Lungarno offre un'esperienza gastronomica di alto livello e un panorama memorabile sul Ponte Vecchio.

I piatti più raffinati della tradizione italiana sono reinterpretati in chiave innovativa dallo chef stellato Peter Brunel e accompagnati dalle straordinarie vedute di Firenze sullo sfondo, nonché dalle 900 etichette della prestigiosa cantina.

Della Lungarno Collection fanno parte anche Caffè dell'Oro, The Fusion Bar & Restaurant, La Terrazza Rooftop Bar e Picteau Lounge Bar.