/media/post/gbr8c95/puglia_torri_trabucchi.jpg

Puglia: tra torri e trabucchi

le coste della Puglia sono animate da una serie di costruzioni antiche e ricche di storia: le torri costiere e i trabucchi

Tra le tante meraviglie di cui la Puglia è certamente privilegiata detentrice, ve ne sono alcune frutto dell'antico sapere dell'uomo che con la natura ha trovato un perfetto connubio.

Parliamo di antiche costruzioni che risalgono a tempi antichi e che arricchiscono le coste pugliesi.

Queste costruzioni sono le torri costiere presenti su tutta la costa pugliese che fungevano da  sentinelle contro i saraceni e i trabucchi presenti invece lungo il litorale garganico testimoniante di un'antica tradizione di pesca.

Puglia tra torri e trabucchi: le Torri Costiere

(Puglia tra torri e trabucchi:torre Lapillo)

Ve ne sono diverse ed andare a caccia di torri costiere significa significa costruire un itinerario che permetterà di scoprire alcuni dei tratti costieri più affascinanti della Puglia.

Volute da re Carlo V nel XVI secolo per difendere la costa del regno dalle scorribande turche, ben 150 su 360 si trovavano in Puglia. Tra tutte ricordiamo le seguenti:

Partendo dal Gargano in provinci di Foggia Torre Calarossa e Torre Mileto a base quadrangolare e molto imponente con i quattro angolo rivolti vero si quattro punti carfinali, andando verso Bari ci sono Torre Calderina e Torre San Vito nel territorio di Polignao a mare.

In provnvicia di Brindisi Torre Guaceto posta nell'omonima riserva naturale, scendendo vero il Salento ricordiamo Torre Lapillo ne pressi di Porto Cesareo, che conserva una scalinata di accesso e Torre Vado dalla forma cilindrica, a guardia dell'omonimo borgo di pescatori.

Puglia tra torri e trabucchi: i Trabucchi del Gargano

(Puglia tra torri e trabucchi: Trabucchi del Gargano)

Il litorale garganico custodisce invece le testimonianze di un'antica tradizione di pesca: si tratta del trabucco, una macchina formata da una piattaforma di legno attaccata alla roccia, che si propende sull'acqua su una palafitta. Dei pali tengono sospesa la rete che viene immediatamente sollevata dall'acqua al segnale del pescatore di guardia, non appena un branco di pesci viene avvistato.

Oggi i trabuicchi sono stati sapientemente recuperati e trasformati in luoghi dove gustare ottimo pesce fresco direttamente sul mare. Ecco alcuni indirizzi: 

AL TRABUCCO DA MIMì, località punta san Nicola, Peschici (tel. 0884 962556)

AL TRABUCCO DI MONTEPUCCI, SS89 GARGANICA, località Monte Pucci, Peschici (tel.345 8933151)

IL TRABUCCO, litoranea Vieste-Peschici, Località Punta di Manaccora (tel. 0884 911008)