/media/post/fspt5s7/puglia_cosa_vedere_borghi_castro.jpg

Puglia cosa vedere: piccoli borghi da scoprire

La Puglia non è solo spiagge e mare cristallino, ha molto di più da offrire. Ecco alcuni borghi gioiello da vedere in Puglia

Lungo la strada che porta a Gallipoli, verso quella parte della regione conosciuta come Salento stretta tra spiagge incontaminate e mare cristallino, vi è una Puglia ricca di piccoli borghi, piccoli gioielli da scoprire che offrono l'occasione di conoscere una Puglia diversa e ricca di tradizioi e storia.

La Puglia di cui vi parliamo è quella dei borghi che meritano una visita, perle preziose che sfilano una dopo l'altra in un percorso tra cattedrali, castelli e vicoli medievali. Ecco alcuni piccoli borghi da scoprire in Puglia in provincia di Lecce, stiamo parlando di Nardò, Acaya , Melendugno, Castro, Tricase.

 

Puglia cosa vedere, piccoli borghi da scoprire: Nardò

(descrizione)

Imboccata la strada provinciale 286 per Gallipoli incontriamo Nardò, in provincia di Lecce, che colpisce per lo splendore dell'arte barocca. Nardò è ricchissima di chiese che testimonianoil suo valore religioso e artistico. Tra le chiese una più bella dell'altra degne di nota sono l'imponente Cattedrale di Santa Maria Assunta, la chiesa di San Domenico, la chiesa dell'Immacolata, la chesa di Sant'Antonio e tante altre tutte davvero meritevoli di visita.

Ma è Piazza Salandra che offre la visuale più spettacolare di Nardò, stiamo parlando della  settecentesca Guglia dell'Immacolata che trabocca di statue ed è impreziosita da motivi floreali. Nardò si fa apprezzare anche per i suoi bellissimi borghi marini come Santa Maria al Bagno, Santa Caterina e S. Isidoro e porto Selvaggio.

Puglia cosa vedere, piccoli borghi da scoprire: Acaya

(descrizione)

Da Nardò ci si sposta verso Oriente ad Acaya, incastonata in provincia di Lecce, nel territorio del comune di Vernole. L'antico borgo medievale di Segine divenne una cittadina fortificata con tanto di bastioni , mura, e fossato grazie all'architetto militare Gian Giacomo nel Cinquecento, da quel momento in poi il suo nome cambiò da Segine ad Acaya appunto. Molto bello il suo castello, la porta di accesso intitolata a Sant'Oronzo e la chiesa parrocchiale intitolata a Santa Maria della Neve.

Puglia cosa vedere, piccoli borghi da scoprire: Melendugno

Scendendo vero la punta dello stivale si arriva a Melendugno celebre per la bellezza dei suoi 15 km di spiaggia, si fa apprezzare per ii simboli della sua storia antica come Palazzo Baronale d'Amely caratterizzato da una particolare pianta stellare e le aree archeologiche all'interno del villaggio cinquecentesco di Roca Nuova, di Roca Vecchia e nei pressi della Grotta di San Cristoforo.

Puglia cosa vedere, piccoli borghi da scoprire: Castro

(descrizione)

Castro è un borgo medievale di antica origine messapica, che si affaccia sul mare come una grande balconata. Fate una passeggiata lungo le mura del Castello Aragonese per godervi lo spettacolare panorama.

Puglia cosa vedere, piccoli borghi da scoprire: Tricase

(descrizione)

Pochi km più avanti sorge Tricase con il suo porto dominato da una villa di fine '800 e che oggi è stato trasformato in un museo all'aperto con i velieri. Per gli amanti della natura è consigliabile visitare Tricase Marina Serra piccola frazione con una piscina scavata nella roccia. Il borgo inoltre fa parte del Parco Naturale regionale Costa Otranto -  Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase che racchiude paesaggi unici tra falesie, alberi di ulivi secolari e fiori selvatici.