/media/post/4e3ful9/pistoia_cosa_vedere.jpg

Pistoia, arte e bellezza di una Toscana meno conosciuta

Piccola e preziosa la città di Pistoia è un vero gioiello da scoprire. Ecco cosa vedere e non perdere a Pistoia

A metà strada tra Firenze e Lucca, Pistoia è un vero gioiello d'arte. Meno conosciuta e più raccolta delle sorelle maggiori Firenze, Siena e Lucca, conserva come tutte le città d'arte della Toscana un fascino artistico e paesaggistico unico nel suo genere. Pistoia infatti stupisce per il suo centro storico ricchissimo di testimonianze artistiche di immenso valore: la spettacolare Piazza Duomo dove fanno bella mostra la Cattedrale di San Zeno con i suoi marmi bianchi e neri e l'elegante architettura del Battistero di San Giovanni in Corte e poco distante l'antico Ospedale del Ceppo. Ecco una guida sulle principali attrazione di Pistoia.

 

Pistoia cosa vedere 

(descrizione)

Il centro storico di Pistoia è ricco di opere d'arte e di architettura di notevole pregio. Si percorre piacevolmente a piedi e il suo cuore è Piazza Duomo. Tra le più belle piazze d'Italia qui affacciano la Cattedrale di San Zeno l'antica torre campanaria, il Battistero, Palazzo Vescovile, Palazzo Comunale

Pistoia cosa vedere, Cattedrale di San Zeno

(descrizione)

La Cattedrale risalente al X secolo è intitolata al vescovo Zeno la cui statua troneggia sul tetto accanto a quella di San Jacopo patrono della città. Nella cattedrale è conservata una reliquia di San Jacopo che altri non è che San Giacomo Maggiore il cui corpo è conservato nella Cattedrale di Santiago di Compostela. Nel Duomo di Pistoia è conservata una piccola reliquia del Santo che fu ottenuta proprio dallo stesso Vescovo Zeno.

La Cattedrale spicca per il triplice ordine di logge, il portico che ospita le bellissime decorazioni di Andrea della Robbia, e i marmi bianchi e neri della facciata. L'interno è a tre navata e qui si trovano delle vere e proprie opere d'arte come la Cappella del Crocifisso dove è posto l'altare di San Jacopo un vero capolavoro di oreficeria medievale a cui contribuirono orefici pistoiesi e fiorentini in un lavoro durato circa 2 secoli, tra i quali si pensa abbia contribuito anh il Brunelleschi. All'interno della Cattedrale inoltre è conservato il Crocifisso ligneo di Coppo di Marcovaldo una delle poche opere certe rimaste di questo artista risalente al 1274 e sulla parete destra della Cattedrale vi è il monumento funebre del celebre poeta Cino da Pistoia.

Pistoia cosa vedere, Il Campanile

(descrizione)

L'antica Torre Campanaria che sorge proprio accanto alla Cattedrale e domina la piazza risale al 1200 è tra le torri più belle d'Italia. Alta circa 67 metri, si possono salire i 200 gradini per godere una splendida vista sulla città.

Pistoia cosa vedere, Il Battistero

(descrizione)

Sempre su Piazza Duomo si trova il Battistero di San Giovanni in Corte. Costruito tra il 1301 e il 1366 nello stesso luogo dove sorgeva l'antica chiesa di Santa Maria in Corte, ha pianta ottagonale ed è in stile gotico, realizzato in marmo bianco di Carrara e marmo verde proveniente da Prato. Con un bellissimo portale di ingresso nella cui lunetta superiore si trovano le statue della Vergine Maria col bambino e quelle  di San Giovanni e San Pietro.

Pistoia cosa vedere, Palazzo Comunale

(descrizione)

Altro Palazzo storico di notevole pregio e storia è il Palazzo Comunale conosciuto come Palazzo Giano dal nome del podestà di Pistoia Giano dalla Bella. La Facciata è costruita in pietra Serena ed è a 5 arcate. Al centro della facciata vi è lo stemma dei guelfi. Il Palazzo ospita il Museo Civico.

Pistoia cosa vedere, Ospedale del Ceppo 

(descrizione)

Tra le tante meraviglie da vedere a Pistoia non puà mancare la visita all'Ospedale del Ceppo, che come suggeriste il nome, è un antiico ospedale di Pistoia risalente al XIII secolo. Il suo nome deriva da un ceppo fiorito in pieno inverno che indicò ai suoi fondatori il luogo dove costruire l'osperdale per volere della Madonna. Lo spettacolare fregio Robbiano di terracotta che corre lungo tutta la facciata racconta le sette opere di misericordia e assistenza che venivano praticate nell'ospedale: vestire gli ingnudi, ospitare i pellerini, curare gli ammalati, visitare i carcerati, seppellire i morti, dar da mangiare agli affamati e dar da bere agli assetati.

Pistoia cosa vedere, Chiesa del Tau

La Chiesa di Sant'Antonio Abate o del Tau è una delle architetture religiose più belle di Pistoia risalente al 1360. All'interno di trova un importante ciclo pittorico che in origine ricopriva tutte le volte e le pareti della chiesa. Oggi il complesso della chiesa e dell' ex convento ospita al suo interno alcuni bronzi dello scultore pistoriese Marino Marini.

Pistoia cosa vedere, Piazza della Sala

(descrizione)

Oltre alla già citata e scenografica Piazza Duomo, dietro il Battistero si trova una delle piazze più suggestive di Pistoia: Piazza della Sala. Qui si trova il cuore pulsante cittadino, dove gli abitanti si ritrovano e fanno la spesa. In mezzo alla piazza il Pozzo del Leoncino assiste allo scorrere della vita cittadina. Qui ogni giorno si tiene un mercato ortoftutticolo come un tempo si svolgeva qui la vendita di alimenti, lo testimoniano antiche botteghe e bancali adibiti proprio a questo scopo.