/media/post/fv9lvqs/petra.jpg

Petra - Guida Giordania

L'attrazione più importante della Giordania è Petra

Qui, scendendo una ripida gola si arriva nell'antica capitale dei Nabatei. Questo popolo di commercianti aveva nascosto talmente bene Petra nella pietra rossa che fu scoperta solo nel 1812 ed ora è uno dei luoghi assolutamente da inserire negli itinerari in Giordania.

 

Attraverso una lunga insenatura tra le montagne entriamo dall'ingresso chiamato Siq. Improvvisamente ci appare il Tesoro del Faraone simile a un tempio classico greco scavato nella pietra.

La facciata è lunga 40 metri e larga 25 metri e vi lascia quasi senza fiato. Petra è una delle sette meraviglie del mondo. Qui si può visitare il tempio più importante intagliato nella roccia, il Tesoro del Faraone, che è anche l'ingresso di una città grande circa 20 chilometri quadrati. Qui i Nabatei vissero 600 anni e il periodo di massima fioritura corrisponde all'incirca all'anno della nascita di Cristo.

La pietra arenaria rossa è già un'opera d'arte di per sé e i templi e le facciate scolpite rendono Petra un luogo incantevole.

Petra - Storia antica

Le origini della città sono lontanissime nel tempo. Attorno al XIII secolo a.C., questa zona era abitata dagli Edomiti, un popolo che si era sistemato tra il golfo di Aqaba e il Mar Morto.

Il loro spostamento fu determinato anche dalla spinta sempre più forte di una tribù araba, i Nabatei che rimasero i padroni incontrastati del territorio.

I Romani riuscirono a conquistare Petra soltanto nel 106, con l'imperatore Traiano che diede alla città il privilegio di metropoli. In seguito cominciò un lungo inesorabile declino.

Petra - Oggi

Oggi a Petra arriva quasi mezzo milione di turisti ogni anno. Moltissimi vengono dall'Italia, ma anche dall'Inghilterra, Francia, Israele e Libano.

L'esplorazione del parco archeologico solitamente richiede un'intera giornata anche se per una visita attenta e completa possono essere necessari più giorni.

Molti turisti portano via il ricordo di Petra in una bottiglietta di vetro. Sono gli artisti beduini che modellano figure e simboli della Giordania con la sabbia colorata, ricavata dallo sbriciolamento della pietra arenaria di Petra.

Altri oggetti dell'artigianato locale sono venduti sempre dai beduini che fino a qualche decennio fa abitavano all'interno del parco archeologico e che oggi, invece, sono stati sistemati in un villaggio che il governo giordano ha costruito a pochi chilometri dalla città nascosta.

Petra - Cosa vedere

Petra è distribuita su diversi livelli altimetrici. La città bassa, dove si trovano il canyon, il Tesoro del Faraone e il teatro è collocata tra gli 860 e i 980 metri. Ma alcuni monumenti, sono stati costruiti più in alto, in posizione dominante e nascosta.

Il monumento più imponente della città è Al Deir. La sua facciata ricorda quella del tesoro del faraone, ma le dimensioni sono maggiori.

Petra - Come arrivare

Petra dista circa 240 km da Amman e per arrivare si deve prendere uno dei tanti bus che partono proprio dalla capitale. Di solito si parte con i tour organizzati alle 6.30 e si arriva a destinazione alle 10.30.