/media/post/ttgs39f/toscana_4-650x4871.jpg

Pasquetta: dove andare? Toscana forever

Tra borghi e città d'arte

Dove andare per trascorrere la giornata di Pasquetta? Ammesso che il tempo lo permetta, tradizione vuole che a Pasquetta si passi la giornata all’aria aperta.

Al riguardo non c’è regione migliore della Toscana: città d’arte (piccole e grandi) e tantissimi borghi. C’è sempre un angolo di Toscana da scoprire.

Innanzi tutto, la domanda d’obbligo: cosa fare? Risposta: la Toscana.

Qui sotto dunque tutti i nostri suggerimenti per scoprire una Toscana un po’ meno battuta.

 

Una passeggiata a Cortona

Cortona è una delle tipiche cittadine toscane di collina. Circondata da mura etrusche, mantiene gran parte della sua architettura medievale (da non perdere una visita alla chiesa di Santa Maria Nuova: nella top 10 delle chiese più belle dove sposarsi in Italia).

 

Tra le torri e l’inferno di Monteriggioni

È uno dei borghi più belli della Toscana. Piccolo, perfetto, immerso in una campagna straordinaria… e protagonista di quella leggenda ripresa da Dante…

 

(descrizione)

 

Firenze, ma con un itinerario diverso

Per chi non vuole rinunciare a Firenze il giorno di Pasquetta, ecco allora un itinerario diverso: i luoghi dell’Inferno di Dan Brown.

 

Montecatini Terme (per chi “le terme prima di tutto”)

 

(descrizione)

 

Impossibile concepire una vacanza senza terme? Allora: Montecatini Terme: nota per le sue storiche acque termali, Montecatini gode di un’architettura stile liberty.

È inoltre un buon punto di partenza per visitare la Toscana Centrale.

 

La Toscana del Monte Amiata

 

(descrizione)

 

 

Il Monte Amiata è un monte “anomalo”: per quel suo essere il centro di un curioso (e misterioso) triangolo spirituale. La storia di questo monte è da approfondire. Tra i suoi borghi più belli: Santa Fiora, dove un tempo tutti lavoravano in miniera.