/media/post/qe9dlq7/paros_perla_cicladi.jpg

Paros, la perla delle Cicladi

Un'isola dove sognare

Paros è una destinazione unica, una somma della cultura greca, un concentrato di villaggi tradizionali, divertimento e panorami da cartolina. Tutte le attrazioni di Paros da non perdere. 

 

(descrizione)

 

Al centro delle Cicladi e un tempo unita alla vicina Naxos, Paros seduce con i colori dei villaggi dei pescatori, delle chiesette arroccate sulle colline accanto ai resti degli antichi templi, con il profumo del suo vino, con spiagge da sogno bagnate da un mare dalle sfumature caraibiche. Proprio le spiagge sono le protagoniste assolute dell’isola: l’acqua è trasparente, i fondali bassi e sabbiosi e se ne trovano attrezzate nei centri principali, selvagge e solitarie se si scende verso sud.

 

(descrizione)

 

Tra le più particolari segnaliamo Kolymbithres per le sue piccole insenature tra le rocce granitiche, Livadia, una delle più famose e frequentate, Piperi beach che è ideale per fare snorkeling e nuoto, Golden beach, amata dagli appassionati di surf e windsurf per i suoi venti, e Farangas, uno dei luoghi più incontaminati dell’isola con la sabbia finissima e il mare turchese.

 

I centri abitati sono altrettanto graziosi: Paroikia si sviluppa tra stradine e vicoli di tradizionali casette bianche dalle porte e finestre azzurre. La parte più alta, quella che offre una vista splendida sul porto, è Kastro, il castello dove si trovano i resti di una fortezza dei Franchi, una torre veneziana e alcune case caratteristiche intorno alle rovine. Bellissima anche la Chiesa di Ekatontachoni (“delle cento porte”), fondata nel IV secolo, maestosa con le sue torri e le sue cupole. Da visitare anche il Museo Archeologico di Paros, con importanti reperti di epoca greca antica e romana.

 

La città di Paroikia è piena di negozi di abbigliamento, soprattutto per il mare, ristoranti, taverne e locali: consigliamo di provare Aroma, ideale per i must della cucina greca e per la sua atmosfera semplice. Ordinate le tre specialità dell’isola: la mizithra, un formaggio morbido di capra, la gouna, pesce essiccato al sole e cotto alla griglia, e i petimezinia, tradizionali dolci di zucca.

 

(descrizione)

 

Molto carina anche Naoussa, affacciata su una grande baia a nord: è una cittadina di pescatori, le cui barche colorano il porto, e affascina con la sua architettura tipica e con la bianca chiesetta di Agios Nikolaos. Qui i locali sono davvero romantici: andate da Soso, delizioso con i tavoli tra i vicoli bianchi e blu ed eccellente con un menù a base di piatti tipici e vini locali, o da Barbarossa, che i tavolini li ha in una piazzetta romantica decorata con le lucine.

 

Da visitare anche Lefkes, caratteristico villaggio dell’entroterra, Marpissa, nei pressi della costa orientale e uno dei tratti di costa migliori per il windsurf, e la Valle delle Farfalle, da visitare in primavera quando centinaia di farfalle multicolore riempiono la valle volando di fiore in fiore.

 

Paros è anche patria della movida: Pounda è una delle spiagge più vivaci, ideale per chi cerca beach party e locali come Evinos, dove tra cocktail e musica la notte vola. Se preferite qualcosa di più caratteristico, andate al bar Filarakia: aperto da mezzanotte in poi, una volta entrati si viene travolti dalla musica ellenica suonata dal vivo, ed è impossibile resistere alla tentazione di provare qualche ballo popolare.

 

(descrizione)

 

A cullarvi dopo una notte scatenata ci pensano poi i resort eleganti che Paros ha da offrire: come il Calme, boutique hotel riservato con un’architettura che ispira libertà e tranquillità, e tocchi decorativi che riflettono il senso della vita delle Cicladi.