/media/post/d3zbbzv/parma.jpg

Parma

Parma è una città ricca di monumenti e luoghi da vedere. Ecco una guida per scoprire la città delle eccellenze.

Parma è la città delle eccellenze italiane. Poche città italiane infatti possono vantare un patrimonio così ampio, dall'arte alla buona cucina, fino alla nomina di città modello per lo stile di vita e la tutela dell'ambiente.

Qui di soliti si passa un week end, ma in realtà per scoprire tutti i tesori di Parma e della provincia, ci vorrebbero molti più giorni. A Parma l'arte si può anche vivere con Mercanteinfiera, la fiera dell'antiquariato che due volte l'anno (primavera e autunno) anima la passione per le antichità e il modernariato degli italiani. 


Parma, la città delle eccellenze italiane


 

(parma di notte)

 

Parma è ricca di prestigiose opere e monumenti e non è facile elencare le cose da vedere a Parma. Si può partire dalla Cattedrale, con la celebre cupola del Correggio e il Battistero in marmo rosa dell'Antelami, fino al Palazzo Ducale con il suo meraviglioso giardino, il Teatro Regio, simbolo della tradizione musicale della città e il Temporary Palazzo di Parma (TPalazzo).

Dall'arte alla musica fino alla cucina. Un itinerario enogastronomico a Parma vi farà scoprire prodotti noti in tutto il mondo. Si parte dai "frutti" del maiale: salame, prosciutto e culatello, per arrivare al re dei formaggi: il Parmigiano.

Cosa vedere a Parma

Nel centro storico di Parma, il luogo più suggestivo è Piazza Duomo, dove la cattedrale, il Battistero e il Palazzo Vescovile creano un angolo medievale di rara suggestione.

La cattedrale ha la splendida cupola affrescata da Correggio, restaurata pochi anni fa, mentre la vicina San Giovanni Evangelista custodisce alcuni affreschi del Parmigianino, il cui tocco si riconosce anche nella rinascimentale Madonna della Steccata.

Parma ha importanti radici e tradizioni culturali e ha visto nascere grandi artisti che hanno lasciato il loro segno nei vari angoli della città. Siamo nel cuore storico, tra il Palazzo della Pilotta, con il piccolo Teatro Farnese, tutto in legno e stucchi dipinti, e la Galleria Nazionale, una delle più prestigiose pinacoteche italiane con opere di Beato Angelico, Leonardo, Van Dyck, Canaletto, oltre alla celebre Schiava turca del Parmigianino, una delle immagini simbolo di Parma.

Il Teatro Regio, a poca distanza, ci riporta allo stretto legame con la musica di questa città, patria di Giuseppe Verdi, ed è sempre stato un arduo banco di prova per i cantanti lirici, la cui carriera poteva essere stroncata dal giudizio negativo del pubblico parmense.

Nell'aria, oltre alle note, si respirano i profumi di Violetta di Parma, un'istituzione in città fin dal 1870 con le sue essenze a base di viole. Le stesse che prediligeva la duchessa Maria Luigia, seconda moglie di Napoleone, che diede grande impulso alla città e ancora oggi è amatissima dagli abitanti.

Il centro è anche il cuore dei negozi eleganti e alla moda e il punto di ritrovo per l'aperitivo e la passeggiata prima di andare a cena. Non si può prescindere infatti dalle tradizioni culinarie cittadine che sono orgoglio in tutto il mondo e che possono essere scoperti con l'itinerari enogastronomico a Parma.