/media/post/dsecsu3/ny_ristoranti_accessibili_gothamwest.jpg

Mangiare a New York - Ristoranti accessibili

I ristoranti accessibili di New York City, dove non si pende troppo e non si rinuncia alla qualità di ingredienti freschi e genuini.

Uno dei vantaggi di una città come New York è che non è necessario spendere cifre esorbitanti per assaggiare piatti genuini o creativi. Basta scoprire quali sono i ristoranti accessibili dove mangiare a New York: eccoli qui!

 

(descrizione)

 

Uno dei posti più frequentati dai newyorkesi è il Gotham West Market. Qui molti ristoratori hanno aperto dei corner che richiamano i foodies da tutta Manhattan.

 

Particolarmente gettonati il The Cannibal, che si propone con un catalogo di oltre 200 birre artigianali e i bocconi golosi di ElColmado, un vero e proprio tapas bar alla spagnola creato da Seamus Mullen.

 

(descrizione)

 

Se invece preferite un’atmosfera più riservata, niente di meglio del Tavern on the Green di Central Park. Qui, i variegati piatti unici offrono il meglio della gastronomia internazionale, con un occhio di riguardo alla genuinità e alla provenienza degli ingredienti.

 

Il McKittrick Hotel ospita il Gallow Green, un rooftop restaurant immerso nel rigoglioso verde che abbellisce il tetto.

 

(descrizione)

 

Compie vent’anni il Virgil’s BBQ, uno dei migliori "southern barbecue" in città. Qui, oltre ad assaggiare carne alla brace preparata ad arte, vi sentirete perfettamente immersi nel clima cittadino.

 

 

(descrizione)

 

Da non perdere anche il delizioso Root&Boon, in breve diventato uno dei preferiti nell’East Village: è la casa dello chef Jeff McInnis, riconosciuto per due anni consecutivi dalla prestigiosa James Beard Foundation, che protegge la tradizione gastronomica statunitense. Il suo pollo fritto è ispirato a quello di sua nonna, ed è servito tra due waffle al formaggio cheddar. Le creazioni, tradizionali ma creative, sono servite in un ambiente in cui arte povera e shabby chic s’incontrano con linee pulite e fuori dal tempo.

 

(descrizione)

 

Sempre amato anche ad anni dall’apertura The SpottedPig, uno dei ristoranti più atipici della città: affascinante e accogliente grazie ai suoi arredi da rigattiere, riserva le sorprese migliori a tavola, grazie alla cucina dell’inglese April Bloomfield, che utilizza ingredienti semplici per piatti che coniugano “comfort food” e alta cucina.

 

Carino, accogliente ed economico anche Sanctuary T, nel cuore di Soho: qui l’esperienza culinaria è un vero rito, rilassante e divertente, e inoltre il locale è anche una deliziosa sala da tè.

 

Non perdere le ultime novità e le nuove aperture di ristoranti a New York, e i ristoranti etnici in città per sperimentare i sapori esotici della New York più eterogenea.