/media/post/34rv9d7/villa mansi.jpg

Ville lucchesi un importante patrimonio di Lucca

Le ville lucchesi si trovano prevalentemente nelle colline della Garfagnana, immerse negli spazi verdi naturali di questa zona boschiva.

Fuori dalle mura del borgo toscano di Lucca è possibile visitare le innumerevoli ville lucchesi, costruzioni edificate dalle famiglie che nel corso degli anni si sono arricchite grazie al commercio della seta e alla produzione artigianale.

Non tutte le ville alle porte di Lucca sono interamente visitabili: per alcune, l’accesso è limitato al solo giardino.

Riportiamo di seguito le ville lucchesi più importanti e rappresentative, uno dei tanti patrimoni artistici della città di Lucca.

Lucca - Villa Reale di Marlia

Appartenuta in principio ai duchi di Tuscia, questa villa lucchese fu poi comprata dagli Orsetti, e fu sopraelevata di un piano.

È chiamata Reale perché l’allora principessa di Lucca Elisa Bonaparte Baciocchi la volle per ricevere i membri delle famiglie reali.

La villa è ammirevole anche per la sua vegetazione e i prati suoi all'inglese.

 

Lucca - Villa Mansi

In questa villa fatta di giardini aggraziati e un’architettura di classe, i Mansi, all’epoca mercanti di seta di un certo prestigio, ricevevano solitamente i sovrani e gli ambasciatori stranieri.

Villa Mansi fu più volte trasformata (per opera di Oddi e Giusti) così come i suoi giardini (il cui ammodernamento fu affidato a Juvarra, che ideò anche i sistemi idrici del giardino).

All’interno della villa è possibile osservare affreschi e quadri di stampo neoclassico per opera di Stefano Tofanelli.

 

Lucca - Villa Torriggiani

La facciata con statue e balaustra di marmo e pietra della Villa Torriggiani è il tipico esempio di villa lucchese tradizionale.

La villa, costruita nel Cinquecento, è introdotta da un viale alberato che porta direttamente al cancello d’ingresso e al suo giardino, il Giardino di Flora, che rispetta appieno la tradizione lucchese con le sue grotte, le ninfee e i giochi acquatici.

 

Lucca - Villa Bernardini

Villa Bernardini è composta da un portico frontale munito di diverse arcate ed è immersa in una vegetazione fatta di piante officinali e di una grande limonaia.

La villa è abitata dai proprietari ma è sempre aperta al pubblico: nell’anfiteatro fatto di vegetali sul retro si tengono spesso concerti; lo spazio in questione è in grado di ospitare ben 600 persone.