/media/post/dr8hqz3/limes_2-650x4871.jpg

Limes altogermanico-retico: la linea della difesa

Torri di avvistamento e palizzate difensive che, 2.000 anni fa, difendevano il confine dell'Impero Romano

Il Limes altogermanico-retico è  un’antica linea di confine fortificata: torri di avvistamento, mura difensive e palizzate che duemila anni fa dovevano servire a difendere l’impero romano. E che oggi segna invece un affascinante percorso turistico

Il Limes alto germanico-retico è una linea che si snoda per 700 chilometri nel sud della Germania. Il suo percorso tocca due fiumi: il Reno e il Danubio. Quest’antica linea di confine è stata inserita tra i patrimoni culturali dell’Unesco nel giugno del 2005.

 

(descrizione)

 

Il percorso

Il Limes retico inizia nella valle del Rotenbach presso Schwäbisch Gmünd e si unisce senza soluzione di continuità al Limes altogermanico, attraversando l'Odenwald, la piana di Hohenloher, la Foresta Sveva, il Giura Svevo e il parco naturale della Valle dell'Altmühl, prima di giungere al suo punto terminale a Ratisbona, sul Danubio. I paesaggi attraversati dal Limes sono vari e bellissimi: città e villaggi pittoreschi.

Una linea che può suggerire un percorso turistico alla scoperta di una Germania insolita.

 

(descrizione)

 

Cosa vedere

Seguendo il percorso del Limes ci sono alcune attrazioni da non perdere:

  • il “Limes museum” che si trova ad Aalen
  • la fortezza di Saalburg vicino Bad Homburg
  • le terme romane
  • la fortezza a Weißenburg
  • il museo di Osterburken

 

Come arrivare

L’antica strada tedesca può essere raggiunta passando attraverso diverse città del sud della Germania. La linea comincia nei pressi di Bonn e Coblenza, per poi proseguire verso il Saalburg, situato nei pressi di Francoforte. Le parti in Baviera e Baden-Württemberg possono essere invece raggiunte passando da Stoccarda e Norimberga.