/media/post/psvzvpq/lampedusa_10_must_da_non_perdere.jpg

Lampedusa: 10 must da non perdere

Cosa fare e vedere nell'isola

Nell'aprile del 1985, Lampedusa venne attaccata dal colonnello Mu'ammar Gheddafi, che sparò contro di essa due missili, caduti in mare. L'unica conseguenza fu che gli italiani "scoprirono" questo luogo così "estremo". L'isola, quell'anno, registrò un record di presenze, e da allora è divenuta un'ambita destinazione vacanziera.

 

1) Cala Creta

Protetta da Capo Grecale, quest'ampia cala si caratterizza per le acque riparate, come quelle di una piscina. Singolari le volute lattescenti che si diramano fra le onde, originate da una sorgente d'acqua salmastra.

 

2) Spiaggia dei Conigli

Finissima sabbia bianca e acqua turchese danno a questo celebre angolino un saldo posto in vetta alle classifiche delle spiagge più belle del mondo. Il caratteristico profilo dell'isoletta di fronte e la presenza delle tartarughe marine che depositano le uova la rendono ancora più speciale.

 

3) La Tabaccara e Cala Croce

Due cale vicine e praticamente gemelle, separate da un promontorio roccioso e bagnate da acqua trasparente, dai suggestivi riflessi verdi e turchesi. La discesa a piedi non è agevole: è preferibile arrivare in barca.

 

4) Cala Pulcino

Incastonata fra alte pareti rocciose, è una delle più rinomate dell'isola. Ha una bellissima spiaggia di ciottoli candidi e sabbia fine. Ci si può arrivare via terra, percorrendo un sentiero abbastanza agevole che corre al fondo di un canyon verdeggiante.

 

5) Albero del Sole


È il punto più alto dell'isola, a 133 m sul livello del mare. Il magnifico panorama comprende il vicino Faraglione della Vela e, nelle giornate limpide, Linosa e Lampione. Nei pressi, Casa Teresa, edificio in pietra in cui vissero i primi coloni dell'isola nell'800, oggi tutelato.

 

6) Spiaggia Guitgia

Questa spiaggia, nei pressi del porto, è facilmente raggiungibile. Essendo di sabbia fine, attrezzata, vicino all'abitato e ai suoi servizi, è molto frequentata e particolarmente indicata per le famiglie con bambini.

 

7) Scoglio Sacramento e Cala Madonna

Questo faraglione, che marca il giro di boa per le barche che seguono il periplo dell'isola, segna anche una bella baia, detta Cala Madonna che, simile a un fiordo, si insinua nella costa. È raggiungibile solo via mare.

 

8) Escursioni in barca

Ampi tratti di costa lampedusana sono accessibili solo dal mare, perché alti e accidentati. La rotta, dopo la partenza dal "porto nuovo", tocca tutti i luoghi più belli; perlopiù è previsto il pranzo a bordo.

 

9) Santuario della Madonna di Porto Salvo

Una chiesetta semplice, circondata da folti cespugli d'oleandro, custodisce la statua della Madonna, veneratissima patrona dell'isola, festeggiata con grande concorso di popolo il 22 settembre.

 

10) Immersioni


Il mare africano dell'isola offre ai subacquei esperienze eccezionali. Basti pensare che vi nuotano anche molte specie tropicali, che raggiungono il Mediterraneo attraverso il vicino Canale di Suez.

 

3 cose che forse non sapevi su Lampedusa

Alla Spiaggia dei Conigli non ci sono servizi, e dunque bisogna portarsi tutto: acqua, spuntino e ombrellone. La discesa per la scarpata – e soprattutto la salita – è un po' faticosa.

 

Dopo le 18, Via Roma – l'asse principale dell'abitato – viene chiusa al traffico e si trasforma in un "salotto" isolano lungo 1 km.

 

Ludovico Ariosto ambientò a Lampedusa la battaglia fra Cristiani e Saraceni in cui Orlando perse il suo cavallo bianco. Questo giustifica l'esistenza della contrada Cavallo Bianco e delle "Torri di Orlando". 

 

Clicca qui per scoprire i 10 must da non perdere a Stromboli.