/media/post/9s5elsp/la_via_degli_dei_sentiero_stilicone.jpg

La via degli Dei: da Firenze a Olmo

La prima tappa della Via degli Dei ci battezza “ostinati e contrari”.

La prima tappa della Via degli Dei ci porta da Firenze a Olmo. Perché con il gruppo di amici che si sono messi in marcia con me abbiamo deciso di percorrere il cammino all’inverso: da piazza della Signoria a piazza Maggiore. E così questo reportage, a differenza della maggior parte dei resoconti sulla Via degli Dei, ne offre una visione opposta, dal punto di vista di noi, ostinati e contrari, così come abbiamo deciso di chiamare il nostro gruppo.

 

La via degli Dei - Tappa 1: da Firenze ad Olmo

la via degli dei: Firenze

Inizia l’avventura sulla Via degli Dei e il creatore della guida per Terre di Mezzo editore, Simone Frignani, ci offre uno sguardo panoramico su questo percorso in costante crescita per numero di presenze. Abbiamo da poco lasciato Fiesole, siamo alla Pieve di Sant'Ilario a Montereggi, vero e proprio locus amoenus dove si erge questa struttura di origine medioevale.

 

 

E così, siamo partiti! Con Alessandra Policreti da Tenerife, Valentina Danelon da Portogruaro, Camilla Di Pace da Cisterna di Latina e si parte, da Piazza della Signoria insieme a Simone Frignani.

(descrizione)

Dopo una prima salita ancora urbana, ecco fiorire Fiesole in tutto il suo splendore: città etrusca e poi romana, come testimoniato dal magnifico teatro costruito al tempo di Silla, ha prosperato anche in età medievale e nel Rinascimento. Una breve, imperdibile sosta e poi gambe in spalla nella natura: perché una delle caratteristiche sorprendenti di questa Via è la sua capacità di farti sbucare da Firenze e da Bologna immediatamente nel cuore verde dell’Appenino, in tutta la sua travolgente e inaspettata natura selvaggia.

Ora, per addentrarci nel sentiero che ci condurrà fino ai paraggi di Vetta Le Croci, dobbiamo scegliere una soluzione tra le due disponibili: da un lato c’è il percorso classico via poggio pratone, cioè da fiesole si sale verso il Monte Fanna per poi raggiungere il pianoro di Poggio Pratone e dirigersi dunque verso Vetta Le Croci, oppure seguire la più recente variante studiata da Simone Frignani che percorre l’antico sentiero di Stilicone. Ed è questa che decidiamo di intraprendere, un’alternativa che si muove in un ondulato saliscendi senza presentare dislivelli impegnativi e soprattutto ben ombreggiato, con una prima parte che si sviluppa nel bosco poi, attraversando uliveti e infine la macchia, si apre alla sinistra su splendide vedute verso la Valle del Mugnone lasciando intravedere il Monte Senario con il suo Santuario, che visiteremo il giorno seguente.

La Via degli Dei è incominciata, con questa tappa dolce e al tempo stesso già ricca di storia e bellezza. Tanti i camminatori che incontriamo, tutti provenienti dal senso opposto: già perché noi siamo ostinati e contrari.

 

La tappa 1 in sintesi

da Firenze a Olmo: km 17,1

Bellezza: 8,5/10 

Difficoltà: 8/10 

Dove dormire: Hotel Ristorante Dino, tel: 055.54932 (Andrea)

Tempo di percorrenza: 6 ore

Raccomandazioni: Punto rifornimento dell’ acqua, sulla variante (Sentiero di Stilicone), Fonte dell’Acquinvogliolo (poco prima di Olmo). Quindi partire ben forniti.

DI VALENTINA LO SURDO

Foto DI SIMONE FRIGNANI e VALENTINA LO SURDO

Vedi tutte le tappe della Via Degli Dei