/media/post/l37ps4c/LaVerna.jpg

La Verna, il Santuario di Francesco

Il suggestivo luogo di culto francescano de La Verna è un luogo imperdibile non solo per i pellegrini ma per tutti gli amanti della natura.

Il Santuario Francescano della Verna si trova a pochi chilometri da Chiusi della Verna in privincia di Arezzo. Si racconta che qui San Francesco ricevette le stimmate.

La Verna sorge a 1283 metri sul Monte Penna in un contesto naturalistico molto suggestivo all'interno del Parco Nazionale delle foreste Casentinesi

La Verna è il santuario che custodisce il cuore del culto francescano: è qui, tra le montagne del Casentino, in una visuale unica tra i boschi della provincia di Arezzo che il santuario vive grazie ai frati. Qui la vita dei francescani si svolge tra lavoro e gioia, sempre con il sorriso ad accogliere i tanti pellegrini che arrivano a la Verna per fede o semplicemente per curiosità.

Santuario de La Verna - Il Video di Marcopolo

Santuario de La Verna - La Storia

(La Verna: Santuario sul Monte Penna)

Fu il Conte Orlando Cattani di Chiusi che nel 1213 fece dono del Monte La Verna al poverello d'Assisi e qui Francesco e i suoi devoti compagni si stabilirono dando vita al romitorio, il primo nucleo intorno al quale si sviluppo il Santuario. 

L'ultimo soggiorno di Francesco a La Verna fu nel 1224, quando ormai stanco e ammalato, mentre era assorto in preghiera ricevette le stimmate, da allora il santuario divenne luogo sacro e di pellegrimaggio e subì un vero e proprio impulso di ampliamento affinchè vi sorgesse un convento.

Santuario de La Verna - Cosa Vedere

(La Verna: Chiesetta di Santa Maria degli angeli)

Cappella o chiesetta di Santa Maria degli Angeli, il primo nucleo fu voluto dallo stesso Francesco sul modello della chiesa di Assisi di cui porta lo stesso nome, fu poi ampliata solo nel 1250 fino a quelle che sono le attuali dimensioni.

Il Quadrante è il piazzale lastricato che porta a tutti i punti di interesse del Santuario e deve il suo nome alla meridiana che si trova sulla parete del campanile della Basilica. Nel piazzale si trova una grande croce in legno che pare dominare tutta la valle del Casentino e si staglia su un panorama mozzafiato. A sinistra del piazzale vi è il pozzo della foresteria risalente al XVI secolo, costuito dai frati che la utilizzarono appunto come cisterna.

Dal piazzale si accede alla Basilica Maggiore, a croce latina e navata unica, iniziata nel 1348, accanto ad essa vi è il campanile di forma quadrata risalente al 1400. All'interno ella Basilica sono conservati dei veri capolavori d'arte come le preziose ceramiche di Andrea dalla Robbia che arricchiscono l'altare. Nella Cappella delle Relique sono conservati oggetti appartenuti a San Francesco, e in una teca è comservato il sangue del Santo e un panno intriso.

Il Corridorio delle Stimmate, a cui si accede attraverso una porta ad arco, ogni giorno è percorso dai frati che in processione si recano presso il luogo dove il Santo ricevette le stimate a metà del corridoio si accede attraverso una porta ad una grotta che è il luogo dove San Francesco si riposava usando la nuda pietra come giaciglio

Alla fine del corridoio si accede alla Cappella delle Stimmate, cuore di tutto il santuario, sorge proprio dove San Francesco ricevette le stimmate e fu edificata nel 1263.

Nel Santuario vi è anche un museo ricchissimo di preziosi materiali sacri, una farmacia del Cinquecento, rare collezioni di erbe, torchi, attrezzature, tanti documenti preziosi e un codice erbario del Settecento.

Santuario de La Verna: la natura

(La Verna: sentiero Ansilice)

Per gli appassionati della natura, il Santuario della Verna offre uno spettacolo affascinante dei bellissimi boschi intorno al convento, tra frassini, abeti, faggi e aceri plurisecolari. È possibile salire a La Verna anche a piedi percorrendo una vecchia strada selciata detta Ansilice e che prima era l'unica via di accesso a questo luogo sacro.