/media/post/5zaacqg/Courmayeur.jpg

La Thuile

Una natura selvaggia, perfettamente incastonata in un'ampia valle soleggiata

Quando la montagna si tinge di bianco è sempre uno spettacolo unico al mondo. In Valle d'Aosta, circondato dalla superba catena del Monte Bianco e dal massiccio del Rutor, sorge La Thuile, il comune più occidentale della Valle d'Aosta.

Al confine con la Francia, La Thuile gode di una posizione strategica in termini geografici. Insieme ai centri di Pré Saint Didier, La Salle, Morgex e Courmayeur, fa parte della Vallis Digna, il tratto finale della Valle d’Aosta, nonché accesso nel territorio francese attraverso il Colle del Piccolo San Bernardo.

 

(descrizione)

 

Immerso in una straordinaria e soleggiata vallata, una delle caratteristiche principali de La Thuile è la natura selvaggia e incontaminata. Peculiarità a cui fa da contorno l'anima di un paese di montagna ancorato ad affascinanti tradizioni.

 

Cosa fare a La Thuile

(descrizione)

 

tra le varie attività che le strutture ricettive offrono, questo comprensorio si distingue insieme agli altri del suo territorio, per la bellezza delle sue piste da sci. Sono infatti gli sport invernali a farla da padrone in questo comnune italiano con più di 80 piste e 160 km di percorsi, sui quali sciare e godersi l'incontaminata natura selvaggia che il posto offre.

Curiose sono alcune attività tipiche della tradizione Valdaostana come il Fiolet e Palet tutt'ora praticati.

Da non disdegnare attività sempre possibili come passeggiate ed escursioni che fanno di La Thuile un posto perfetto in cui passare anche le proprie vacanze estive.

 

cosa vedere a La Thuile

(descrizione)

 

Per la sua posizione strategica al confine con la Francia, di grande interesse storico sono i ritrovamenti delle fortificazioni e degli avamposti militari che hanno consentito all'esercito dei Savoia di fermare più volte l'esercito francese.

Degne di nota anche le chiese alcune delle quali appartenenti al XII secolo e le miniere: un'importantissima fonte di carbone, antracite e argento.

Ma a distinguere questo territorio sono senza ombra di dubbio i numerosi siti archeologici che testimoniano il passaggio forte e deciso della cultura romana e le aree naturali come il lago Verney o il ghiacciaio di Rutor.