/media/post/d58s5cd/storia_firenze_20_date_accademia_crusca.jpg

La storia di Firenze in 20 tappe

A spasso nel passato della città dei Gigli, ecco ripercorsa la storia di Firenze.

Da insediamento militare a culla d’arte e di cultura in venti fondamentali tappe.

59 a.C.

Anno in cui inizia ufficialmente la storia della città: fondata dai Romani come insediamento militare, fu dedicata a Marte dio della guerra e venne a trovarsi sulla strada principale per Roma, la via Cassia.

IV secolo

Vengono costruite fuori le mura le chiese di San Lorenzo e di Santa Felicita.

774

Firenze con la Tuscia passa sotto il dominio carolingio.

1107

Presa di Prato: i fiorentini cominciano a ingrandire il loro territorio.

1173-75

Viene costruita una nuova cerchia di mura, la prima comunale.

1216

Le grandi casate cittadine si dividono in due fazioni, dei Buondelmonti e degli Uberti, che prenderanno poi il nome di Guelfi e Ghibellini.

1252

Si conia il fiorino d'oro con l'impronta del giglio e di San Giovanni.

1267

I fiorentini danno per sette anni la città in signoria a Carlo D'angiò, nuovo re di Sicilia. La città diventa una roccaforte guelfa.

1290

Con la Maestà di S. Trinita (Uffizi) Cimabue inaugura la pittura moderna.

1325

La città si dà in signoria a Carlo duca di Calabria (figlio del re di Napoli)

Dal 1434 al 1743

La famiglia de’ Medici si succede per generazioni alla guida della città, controllando la vita politica e promuovendo l’arte.

1580

Completamento della costruzione degli Uffizi, ultimati con il congiungimento di parte della Zecca. Tra il 1579 e il 1581 le volte della Galleria sono affrescate da Antonio Tempesta e poi da Alessandro Allori.

1583

Fondazione dell’Accademia della Crusca, dedicata allo studio e alla conservazione della lingua italiana. Nel 1612, prima fra tutte le nazioni europee, fornisce il repertorio lessicale nel Vocabolario degli Accademici della Crusca.

1588

Istituzione dell’Opificio delle Pietre Dure, fondato dal granduca Ferdinando I, con ilaboratori in un’ala degli Uffizi. Nel 1796 Pietro Leopoldo trasferisce l’Opificio nell’attuale sede in via degli Alfani.

Dal 1865 al 1871

Firenze è capitale del Regno d’Italia. Durante questi cinque anni la città acquista molto prestigio politico ma purtroppo, per costruire i grandi viali, vengono abbattute le antiche mura.

Dal 1943 al 1944

Occupazione tedesca. La forte Resistenza al nazifascismo culmina nell’insurrezione dell’agosto 1944 e nella battaglia delle forze partigiane per la liberazione della città l’11 agosto 1944.

1951

La moda made in Italy ha ufficialmente battesimo a Firenze, con la prima sfilata organizzata da Giovanni Battista Giorgini a Villa Torrigiani. Nel 1952 le sfilate si trasferiscono a Palazzo Pitti e nel 1982 alla Fortezza da Basso.

1966

La disastrosa alluvione di Firenze. La città entra così nel periodo più brutto del dopoguerra. 

1993

La strage mafiosa di via dei Georgofili.

2006

Si avvia il progetto dei “Nuovi Uffizi”.

2015

Nuovi spazi e allestimenti per Il Museo dell'Opera di Santa Maria del Fiore. Nasce la Città metropolitana di Firenze.

2017

Proseguono i lavori di ristrutturazione architettonica e strutturale dei Nuovi Uffizi.