/media/post/3etgcce/palmas_tancapira.jpg

La Sardegna di chi ci è nato - Giorgia Palmas

La Sardegna raccontata da chi l'ha vissuta - Giorgia Palmas

La Sardegna raccontata da chi ci è nato e ce l'ha nel cuore - Giorgia Palmas

 

"Una collana di luoghi magici"

Di Giorgia Palmas, Showgirl, conduttrice televisiva

 

Sarda, sarda, sarda. Sono così, totalmente legata alla mia isola, di cui mi piace ogni sfumatura. È una collana di luoghi magici, a cominciare da quelli che frequentavo da bambina e dove vado ancora: Villasimius, Costa Rei, Muravera, Castiadas, lo scoglio di Peppino, Cala Sinzias dove c’è la spiaggia preferita di mia figlia, il Tamatete: lo consiglio davvero a tutti, alle famiglie, a chi ha bambini, possono accedere anche i cani, è superattrezzata, con parco bimbi in spiaggia su un tratto di mare pazzesco. E poi si mangia benissimo.

 

 

Il tramonto più bello del mondo si vede dall’altra parte dell’isola, nel Sulcis, in particolare tra Nebida e Masua: acqua trasparente, spiagge incantevoli, vista sull’isolotto del Pan di zucchero. È una zona non ricca, ma che sa offrire tanto. Consiglio il Villaggio Tanca Piras, gestito da una famiglia che l’ha costruito e continua a stare in cucina, moglie e marito sfornano piatti incredibili.  Escursioni interessanti alle vecchie aree minerarie, Laveria Lamarmora o Porto Flavia.

 

(descrizione)

 

Se andiamo più a Nord e torniamo nel versante orientale, Cala Gonone è un altro dei miei posti del cuore. Da non perdere un giro per le calette, da fare in gommone perché è il mezzo più pratico: Cala Mariolu è la mia preferita. Lì vicino c’è il golfo di Orosei, e a Oliena, provincia di Nuoro, brilla Su Gologone, un posto magico, hotel e ristorante stellare.

 

(descrizione)

 

Certo, c’è anche la mondanità, lustrini e paillettes della Costa Smeralda, il top del jet set a livello mondiale, però credo che la Sardegna meno scintillante, quella un po’ più segreta e nascosta rappresenti meglio l’anima dell’isola e della sua gente. Cagliari interpreta bene la Sardegna, è la mia città, è vivace non si addormenta mai, sa accogliere il nuovo senza abbandonare la tradizione. Per una serata da non dimenticare suggerisco un itinerario tutto in zona Castello: aperitivo da De Candia, cena da Su Tzilleri e Su Doge, sotto la Torre dell’elefante, e poi Caffè degli spiriti, dj set con vista sui fenicotteri. Non c’è niente di meglio.

 

Continuate a scoprire la Sardegna con il racconto di Gavino Sanna, Luca TeleseMario SechiMario Segni , Melissa Satta Valerio Scanu