/media/post/scqtu84/barcellona_cuore_verde_green_spot.jpg

La Barcellona, un cuore verde

Iniziative ecologiche, bike sharing e ristoranti green a Barcellona

Barcellona è un cuore verde. La capitale catalana si impegna sempre di più a rispettare l’ambiente, tra bike sharing, iniziative ecologiche e nuovi ristoranti green. Tutte le inziative ecologiche nella città di Barcellona.

 

di Martina De Angelis

(descrizione) 

Negli ultimi anni Barcellona ha scelto di sforzarsi sempre di più a rispettare l’ambiente, sviluppando una coscienza ecologica spiccata che ha portato una serie di iniziative volte a questo scopo. Una di queste è il bicing, il bike sharing barcellonese che prevede lo scambio di biciclette che vanno sia a pedali che con un motore elettrico, una parte importante del trasporto pubblico della città pensato proprio per incoraggiare i residenti a ridurre l’utilizzo delle macchine.

(descrizione)

Sul sito bicing.cat vengono segnalate le stazioni di bicing, spesso nei parchi o alle uscite delle metro, e da quando è partita l’iniziativa fino ad oggi gli utilizzatori sono aumentati esponenzialmente e le biciclette vengono sempre più modernizzate, diventando sempre più veloci ed efficaci; esistono persino abbonamenti annuali, e quest’anno è stata lanciata una nuovissima app che indica la mappa dei punti di sharing e le varie disponibilità, oltre che i vari tipi di percorsi.

 

Questa interessante iniziativa rientra in un progetto di sviluppo iniziato alcuni fa, che ha come obiettivo quello di arrivare a far transitare le automobili e gli autobus solo nelle principali arterie della città: si potenzieranno in questa ottica le piste ciclabili, che diventerebbero circa  duecento chilometri invece degli attuali cento, e verranno riorganizzati gli autobus in modo che tutti gli abitanti abbiano almeno una fermata entro 250 metri dalla propria abitazione.

 

Il piano di mobilità urbana sarà applicato progressivamente, a partire dai quartieri più congestionati, primo fra tutti Eixample: i suoi isolati ottagonali diventeranno il perfetto esempio dell’ecologica urbana quando gli incroci interni, privi totalmente di auto, diventeranno piazzette comunali all’insegna del verde. In quest’ottica viene anche promossa almeno una volta l’anno una simpatica iniziativa chiamata Park(ing) Day: in questo particolare giorno tutti i parcheggi pubblici della città vengono temporaneamente trasformati in spazi verdi, per sensibilizzare i cittadini sulla riduzione dell’inquinamento atmosferico.

 

Anche dal punto di vista gastronomico si moltiplicano sempre di più ristoranti che fanno dell’ healty food o della scelta vegan un vero e proprio stile di vita. Una delle novità più interessanti è il ristorante Green Spot del gruppo Compania de Lobos, che propone una variegata e colorata cucina vegetariana. L’ambiente è rilassante, con un design minimal e un’atmosfera zen, e le proposte dello chef  Marcelino e della consulente vegetariana Julia Kleist non sono mai scontante: da provare il curry con riso nero, le quesadillas con kimchi e avocado e la pizza creata con la farina di canapa.