/media/post/cs37d3s/PERUGIA_COSA_VEDERE.jpg

Cosa vedere a Perugia

La città umbra è un caleidoscopio di esperienze da fare e cose da vedere. Perugia ha molti volti e noi li scopriremo in questa guida su cosa vedere e non perdere a Perugia.

Perugia città capoluogo dell'Umbria, è una città ricca di storia e monumenti, polo culturale che accoglie il visitatore offrendo tanti aspetti da scoprire, la Perugia degli etruschi, la Perugia medievale, quella dalla vocazione internazionale che ospita uan delle più prestigiose e antiche università d'Europa, la Perugia dell'arte e la Perugia del cioccolato e la Perugia della musica del festival interazionale Umbria Jazz. Scopriremo le ricchiezze storiche ed architettoniche di Perugia, dalla Rocca Paolina a Piazza IV Novembre il cuore della città, Corso Vannucci, opere che testimoniano l'antico passato di Perugia come il pozzo etrusco, l'antico acquedotto, e ancora l'arte con i capolavori conservati in una delle Galleria d'arte più importanti d'Italia: La Galleria Nazionale dell'Umbria.

Cominciamo la nostra scoperta di Perugia svelandovi le cose principali da vedere e che non potete assolutamente perdere durante la vostra visita di Perugia.

 

Cosa vedere a Perugia

Il Centro storico di Perugia sorge su un colle che domina la Val Tiberina, in ogni angolo e in ogni piazza della città si possono ammirare monumenti che testimoniano secoli di storia. Ecco cosa vedere a Perugia e cosa non perdere assolutamente

Cosa vedere a Perugia: La Rocca Paolina

(Cosa vedere a Perugia: la rocca paolina)

La Rocca Paolina voluta da Papa Paolo III e simbolo del potere papale a Perugia è anche la porta di ingresso all'Acropoli della città. I suoi sotterranei hanno inglobato parte del centro storico creando una città nella città, attraversandola con le scale mobili si arriva al cuore di Perugia con l'Arco Etrusco che rappresenta la porta di ingresso monumentale dell'antica città muraria etrusca.

Cosa vedere a Perugia: Piazza IV Novembre e la Fontana Maggiore 

(Cosa vedere a Perugia: La Fontana Maggiore)

Piazza IV Novembre è il cuore della città ed al suo centro sorge splendida la Fontana Maggiore duecentesca realizzata da Nicola e Giovanni Pisano realizzata tra il 1278 e il 1280 è uno dei massimi esempi di scultura medievale in Italia. Fu voluta per celebrare la costruzione dell'acqedotto di Perugia che avrebbe portato la'cqua da Monte Pacciano sin dentro la cittadella medievale. 

Cosa Vedere a Perugia: L'Acquedotto di Perugia

(Cosa vedere a Perugia: acquedotto di Perugia)

L'Acquedotto è certamente una delle cose da vedere di Perugia che pochi conoscono ma costituisce una vera e propria attrazione. Si può percorrere a piedi l'antica via delle acque lungo un pecorso nel centro storico che vi porterà a scoprire scorci inediti dell'antica cittadella medievale. L'acquedotto ha origini romane ma nel medioevo si intervenì radicalmente per un suo ampliamento e il progetto risultò subito piuttosto complicato. L'impresa di portare l'acqua fin nel cuore della  cittadella medievale non era certo di facile realizzazione e si intervenì prima costruendo cisterne per la raccolta dell'acqua vicino alle fonti sul Monte Pacciano e di un enorme serbatotio per raccogliere l'acua piovana e da qui un intrico di cunicoli lungo 5 km per portare l'acqua fino al cuore della città. L'impresa consistette prorpio nel non utilizzare alcun meccanismo di pompaggio dell'acqua ma di sfruttare questo sistema ingegnoso di condutture.

Cosa vedere a Perugia: Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia

(Palazzo dei priori di Perugia e Galleria Nazionale)

Su Piazza IV Novembre sorge uno dei monumenti più importanti di Perugia, Palazzo dei Priori che oltre ad essere sede del Comune di Perugia, ospita, nei piani superiori, la Galleria Nazionale dell'Umbria che vanta una straordinaria collezione di opere del Medioevo e del Rinacimento di artisti del calibro di Arnolfo di Cambio, Nicola e Giovanni Pisano, Beato Angelico, Benedetto Gozzoli, solo per citarne alcuni e una particolare attenzione agli artisti di origine umbra come il Perugino, il Pinturicchio, Bonfigli e Caporali.

Cosa vedere a Perugia: La Basilica di san Pietro a Perugia

(Basilica di san Pietro a Perugia)

Tra i numerosi edifici religiosi meritevoli di visita La Basilica di San Pietro con una sacrestia con opere del Perugino e la volta affrescata con storie dell'antico testamento.

Cosa Vedere a Perugia: La Cattedrale di San Lorenzo (Il Duomo di Perugia)

(Cattedrale di San Lorenzo a Perugia)

Al lato opposto di Piazza IV Novembre troviamo la Cattedrale dedicata a San Lorenzo. Solo il lato che da sulla paizza è ornato dal marmi bianchi e rosa ed è anche la parte più scenografica dell'intera Cattedrale, ed è proprio su questo lato che spiccano la scalinata che conduce all'ingresso, il portale rinascimentale di Galeazzo Alessi. il pulpito del '400 su cui avrebbe predicato san Bernardino da Siena e la loggia di Braccio. 

Cosa vedere a Perugia: L'Oratorio di San Bernardino

(Oratorio di San Bernardino a Perugia)

I Perugini molto devoti al Santo di origini senesi, intitolarono a San Bernardino la chiesa ed oratorio che oggi porta il suo nome, bellissimo e più alto esempio di architettura rinascimentale di Perugia, la sua facciata policroma è un capolavoro opera di Agostino di Duccio che utilizzando vari materiali riuscì a creare un gioco di riflessi unici al mondo.

Cosa Vedere a Perugia: Il Pozzo Etrusco di Perugia

(Pozzo Etrusco a Perugia)

Poco di lato a Piazza IV Novembre, precisamente in piazza Danti non perdete occasione di visitare un'opera di ingengeria idraulica etrusca risalente al 300 a. c.  perfettamente conservata che si estende per 37 metri di profondità, si tratta del Pozzo Etrusco di Perugia altrimenti detto Pozzo Sorbello, la più grande cisterna per la raccolta dell'acqua pubblica di età etrusco-romana realizzata in travertino. Con accesso consentito di massimo 10 persone alla volta.

Cosa vedere a Perugia: La Casa del Cioccolato Perugina

(La Casa del cioccolato a Perugia)

Appena fuori il centro storico di Perugia si trova la La Casa del Cioccolato della Perugina che è possibile visitare e dove si tengono corsi per tutti i livelli per imparare a lavorare un cioccolato perfetto. I famosi baci perugina sono il prodotto più famose di questa dolce location. Nella casa del cioccolato potrete visitare il Museo storico del cioccolato. Ricordate che a Perugia si tiene ogni anno ad ottobre l'evento più importante dedicato a questo goloso alimento, stiamo parlando di Eurochocolate. Durante questo evento Perugia si trasforma letteralmente in una fabbrica di cioccolato a cielo aperto, stand, cooking show, statue di cicoccolato che prendono forma all'interno del centro storico. 

Cosa vedere a Perugia: l'Ipogeo dei Volumni

(Ipegeo dei Volumni di Perugia)

Vale la pena di spingersi fuori del centro storico per visitare l'Ipogeo dei Volumni, luogo di sepoltura tra i più interessanti d'Italia, situato in un'area archeologica con percorsi visita e un Antiquarium che accoglie alcuni reperti e mostre tematiche sugli aspetti di vita quitidiana e sociale degli etruschi

Cosa vedere a Perugia: I dintorni di Perugia

(Dintorni di Perugia: Corciano)

Dal centro di Perugia si raggiungono in pochi chilometri cittadine che conservano tracce di storia e opere d'arte. Corciano, a meno di 10 km da Perugia, è inserito tra i borghi più belli d'Italia, la sua cinta muararia racchiude un antico castello che troneggia con il campanile della chiesa di Santa Maria Assunta. A sud di Perugia da vedere Torgiano roccaforte perugina come testimonia la Torre Baglioni, e si trova tra distese di ulivi e vigneti che lo hanno reso famoso per la qualità del vino e dell'olio. A 18 km da Perugia c'è Deruta famosa per le sue ceramiche alle quali è stato dedicato un Museo regionale delle Ceramiche.

Se avete a disposizione più giorni, potete prolungare il vostro viaggio alla scopreta dell'Umbria attraverso città d'arte e itinerari meravigliosi, tra questi vi consigliamo:

Umbria, itinerario da Foligno a Nocera Umbra

Umbria, itnerario: Gubbio e l'alta Valle del Tevere

Umbria, itinerario: le fonti del Clitunno

Umbria itinerario in Valnerina