MILANO

Città aperta e libera

Uno dei tanti luoghi comuni su Milano è quello che la vuole città pratica, operosa, grigia, esclusivamente dedita al lavoro. In realtà, Milano, oltre che metropoli tra le prime in Europa, da un punto di vista produttivo e finanziario, è ricca anche di storia e cultura, di architettura e arte.

Il suo centro storico, in effetti privo di un tratto architettonico dominante, è tuttavia stilisticamente variegato e multiforme come forse nessun'altro in Italia; i suoi musei e le sue gallerie sono tra le più interessanti nel Nord-Italia, e numerosissimi sono i personaggi di spicco dell'arte, della cultura e della politica italiana che sono nati o che hanno fatto fortuna a Milano.

Gli stili che caratterizzano le chiese milanesi sono soprattutto due: il romanico, diffuso con successo anche nella zona dei laghi e il manierismo controriformista della Milano Borromea, con la felice eccezione del Duomo, massimo esempio di gotico lombardo.

Anche per l'ediliza civile le tante distruzioni subite dalla città hanno comportato un continuo rinnovamento architettonico e urbanistico, a scapito delle vestigia del passato. Ogni ricostruzione ha portato un arricchimento della città, come testimoniano gli splendidi palazzi barocchi del centro, quelli neoclassici di corso Venezia o l'architettura liberty di fine ottocento.

Le raccolte d'arte Milanese oltre a conservare opere di valore assoluto, raccontano anche la storia e i caratteri salienti della città.

- La Pinacoteca di Brera fu fondata al culmine dell'illuminismo milanese.

- L'Ambrosiana si deve al mecenatsmo religioso della famiglia Borromeo.

- Le raccolte del Castello Sforzesco rimandano all'epoca delle signorie.

- La Galleria d'Arte Moderna, simbolo dell'impegno civico in campo artistico.

 

i più visti