Friuli Venezia Giulia

La terra dei contrasti

Si trova all'estremità Nord-Orientale dell'Italia, si affaccia sul Mar Adriatico e alle sue spalle è circondata da montagne altissime, il Friuli Venezia Giulia è una regione che presenta una diversità territoriale impressionante.

Ad essere assolutamente fuori dal comune è l'altopiano del Carso: una distesa di nuda roccia deteriorata e trasformata nel tempo dal gelido vento che la percorre, l'erosione del suolo ha portato alla creazione di grotte e cavità uniche e affascinanti.

Una regione che si distingue per i bellissimi paesaggi e panorami montani, questi si estendono dalle Dolomiti Orientali alle Alpi Giulie e sono intramezzati da bellissimi Laghi, Vallatge e Aree Protette, come quelle che ritroviamo nella zona della Carnia.

A testimonanianza dell'estrema diversità che contraddistingue questa regione ci sono le coste: lunghe spiagge sabbiose dove nascono delle vere e proprie località turistiche come Lignano Sabbiadoro perfette per tutti i visitatori che vogliono una vacanza rilassata e tranquilla.

Roccioso e decisamente più selvaggio è invece, lo scenario che si presenta lungo la costa che va da Trieste a Monfalcone.

Il territorio non è molto esteso ma al suo interno vanta città di un certo rilievo: Pordenone, Udine, e Gorizia, sono un esempio di dinamicità modernità e soprattutto civiltà.

Come tutte le regioni d'Italia, a farla da padrone, oltre la varietà dei paesaggi, è il ricchissimo patrimonio culturale scaturito da una storia e una tradizione che dire complessa è un eufemismo. Il Friuli Venezia Giulia è da considerarsi infatti, come un enorme calderone dove sono confluite le diversità e le complessità di popolazioni diverse, non a caso è considerata la "terra dei contrasti"