/media/post/bbprbhu/barcellona_musei_da_scoprire_born.jpg

I musei da scoprire a Barcellona

Le gallerie d'arte meno conosciute di Barcellona

Avete mai visitato un museo del profumo, o passeggiato sotto l’enorme scheletro di un mammut? Barcellona, accanto alla proposta principale, ha una serie di musei e gallerie interessanti e originali

di Martina De Angelis

(descrizione)

Oltre ai musei più classici, Barcellona ha una serie di proposte davvero interessanti e fuori dal comune per unire cultura, divertimento e svago: si tratta di musei meno conosciuti rispetto a quelli più famosi, ma ugualmente meritevoli di una visita.

(descrizione)

Uno dei più interessanti e apprezzati è legata alla grande tradizione pasticcera della Catalogna: si tratta del Museo del Cioccolato, situato in un convento bellissimo, che in diverse sale spiega la provenienza e la nascita del cioccolato partendo dal suo uso rituale nell’America Centrale, fino al suo arrivo in Europa.

 

Ampio spazio è dato alle tecniche di lavorazione del cioccolato, mettendo in risalto il ruolo della città di Barcellona nella diffusione di questo alimento, e le magnifiche creazioni artistiche che si possono ottenere lavorandolo.

(descrizione)

Più rivolto agli adulti, ma sempre nell’ambito culinario, è il Jàmon Experience dedicato ad un’altra specialità locale, ovvero il prosciutto iberico. Situato sulla Rambla, è un interessante museo che si propone di far conoscere ai visitatori le origini, le eccellenze e le qualità di questa prelibatezza culinaria.

 

Il complesso è formato da una parte a pagamento, che comprende le sale e una degustazione di prosciutti e bevande, e da altre aree libere riservate ai negozi e alla ristorazione.

(descrizione)

Allontanandosi dalla gastronomia e rituffandosi nella storia, uno dei musei più suggestivi e particolari è il Museo del Mammut. Situato a El Born in un edificio gotico, si distingue per l’originalità e la creatività nel modo di presentare gli oggetti esposti. È di piccole dimensioni, ma ricchissimo di reperti da vedere, e nonostante il mammut sia il protagonista assoluto si possono trovare esposizioni anche su altri animali preistorici e una raccolta di pezzi realizzati in avorio da artigiani siberiani.

(descrizione)

La parte più divertente? La possibilità di annusare e toccare molti dei resti esposti, come i denti e le zanne di un autentico mammut. Imperdibile per gli appassionati di storia anche il Centro Culturale Born, conosciuto come Born CC, una bellissima struttura che ospita un sito archeologico con i resti della Barcellona del 1700, unico in Europa per grandezza e per il perfetto stato di conservazione: si possono infatti vedere chiaramente resti di strade, piazze e case e dell’epoca. Nelle sale della struttura inoltre sono ospitate mostre e laboratori, oltre che uno spazio gastronomico, una libreria, un negozio e un piccolo auditorium.

(descrizione)

Di grande fascino anche il Museo della Musica di Barcellona, una vasta collezione di strumenti musicali che aiutano i visitatori a conoscere l’evoluzione della musica e degli strumenti stessi; particolarmente degna di nota l’arredamento, che da la sensazione di essere in un teatro, e il piccolo concerto di chitarra classica con cui si conclude la visita.

 

Molto particolare anche il Museo del Profumo, uno dei meno conosciuti della città ma uno tra i più originali: all’interno della profumeria Regia sulla Passeig de Gràcia, mostra l’evoluzione delle boccette e dei contenitori di profumi dall’antichità fino ai giorni nostri, con oltre 5.000 pezzi ed essenze esposti.

 

Anche gli amanti della scienza non rimarranno delusi da due musei in particolare: il primo è il CosmoCaixa, ovvero il museo della scienza, ospitato da un palazzo modernista e tutto dedicato a stimolare la conoscenza e l’opinione scientifica.

 

Tra gli spazi più interessanti la Foresta Allagata, che ricostruisce un ecosistema amazzonico all’interno di un terracquario di mille metri quadrati con tanto di piante e animali e il Planetario, dove si può effettuare un viaggio nello spazio e nel tempo attraverso stelle e pianeti.

 

Il secondo è il Museu Blau, all’interno del famoso edificio del Forum a forma di grande cubo blu: è il museo della scienza naturale, dedicato a ripercorrere la storia della terra, dal punto di vista naturalistico, dalla nascita ad oggi. L’icona è lo stupefacente scheletro di una balena di 20 metri appeso al soffitto dell’atrio d’ingresso, che lascia sbalorditi e col naso all’insù piccoli e grandi.

 

Clicca qui per scoprire altri musei di Barcellona.