/media/post/au7hfgv/mercati_storici_roma.jpg

I mercati storici di Roma

Tutti i prodotti di Roma

Un viaggio nei mercati storici di Roma, tra prodotti artigianali, d'antiquariato, specialità tipiche locali, la storia di Roma e dei suoi prodotti nei mercati del centro città, tra affascinanti monumenti e opere d'arte.

 

Per trovare cibi genuini provenienti delle campagne romane non serve andare lontano: nei folkloristici mercati di Testaccio e Campo de’ Fiori verdura e frutta arrivano fresche di coltura.

 

L’antico mercato ebraico di Circo Massimo ospita Campagna Amica e i suoi banchi con broccoli romaneschi, puntarelle, olive di Gaeta e il mitico formaggio Caciofiore.

(descrizione)

Ispirati al “mangiar sano” e pieni di specialità locali sono anche il Mercato Trionfale, il Mercato Esquilino, il mercatino di Val Melaina con pescherie e prodotti caseari e il Mercato rionale di Cinecittà.

(descrizione)

I prodotti biologici e l’artigianato sono al mercatino del Trullo in zona Portuense, ma è all’Happy Sunday, il market di incontro e scambio in Via di Pietralata che lo shopping diventa un concentrato di moda, divertimento e musica.

 

Qui si si può fermare per un brunch, per l’aperitivo o rilassarsi leggendo un libro. Gli amanti del vintage e dell’antiquariato possono fare spese d’occasione al Mercato Monti, al borghetto Flaminio e al Vintage Market: le fucine romane di artigiani e creativi di ogni età.

 

Gli storici banchi di Via Sannio e Porta Portese sono fiere permanenti dell’usato da spulciare per acciuffare oggetti introvabili, così come i mercatini di Ponte Milvio, dedicato al collezionismo e all’antiquariato e del Villaggio Olimpico, per gli acquisti di seconda mano tirati a lucido.

 

La spesa etica si fa al Mercato Equosolidale, mentre gli oggetti più originali sono al Mercato delle Stampe antiche e Filatelia e al Mercato giapponese Classic&Art.