/media/post/p4zrt49/Khan_el-Khalili.jpg

I 10 suq più famosi d’Egitto

Dal caos di Khan el-Khalili al pesce di Anfushi, dal mercato di Assuan ai cammelli di Birqash

Uno dei piaceri del viaggio in Egitto è trascorrere qualche ora curiosando tra i suq tradizionali. Ogni città ne possiede uno, sempre colorato e vivace. Impossibile resistere al caos di Khan el-Khalili, al pesce di Anfushi, al mercato di Assuan e ai cammelli di Birqash!

1) Khan el-Khalili, Cairo

Al mercato più visitato del Cairo i souvenir per turisti convi- vono accanto alle botteghe artigianali senza intaccarne l'autenticità. In quest'enorme bazar tutto gira intorno a Bab el-Badistan, l'arcinoto portale dove darsi appuntamento dopo lo shopping. Qui trovate caffè storici come il Fishawi's, ristoranti e street food. I negozi sono chiusi la domenica. Al-Azhar Street.

2) Birqash

Questo piccolo villaggio, 35 km a nord-est del Cairo, ospita il primo mercato dei cammelli del Paese. Gli animali in vendita provengono dal Sudan occidentale, dal Sinai e da altre parti dell'Egitto. Venite la mattina per assistere alle contrattazioni.

3) Anfushi, Alessandria

Svegliatevi la mattina presto e raggiungete la punta meridionale di Anfushi dove, ogni mattina, c'è il pittoresco mercato del pesce. Fresco, appena scaricato dalle barche, è l'oggetto delle contrattazioni nonché un buon soggetto per le foto.

4) El-Attarin, Alessandria

Lungo Shari el-Attarin e dintorni, dove un tempo esisteva il suq dei profumi, oggi si con- centrano la maggior parte degli antiquari e dei robivecchi di Alessandria. Se amate rovistare nella chincaglieria in cerca di occasio- ni questo è il posto giusto.

5) Daraw

Il più grande mercato di dromedari di tutto l'Egitto si svolge ogni martedì in questa località a sud di Kom Ombo. Portati dalle carovane che attraversano il deserto, questi animali sono destina- ti ad altri centri del Nord Africa o del Medio Oriente.

6) Suq di Luxor

Intorno al tempio di Luxor pullulano i bazar turistici e i calesse pronti ad accompagnarvi, in cambio di commissioni, a
fare acquisti. Scegliete
i tappeti, le
stoffe, i manufatti in terracotta, l'oro e l'argento, qui venduti a peso e a prezzo fisso.

7) Suq di Assuan

È d'obbligo un giro tra le colorate bancarelle del suq di Assuan, celebri per le spezie e l'artigianato nubiano. Una sezione è dedicata ai souvenir per turisti, dalle piramidi di alabastro alle statuette delle divinità. Acquistate i fiori essiccati d'ibisco, dai quali si ottiene il karkadè.

8) Old Market, Sharm el-Sheikh

È un buon indirizzo per fare acquisti prima della partenza. Se siete schizzinosi evitate la zona dedicata al food e dedicatevi alla ricerca dei souvenir più divertenti, dalle t-shirt ai cammelli di peluche. Contrattate!

9) Bazar di el-Dahar

Bazar con centinaia di negozi e bancarelle che vendono ogni genere di articoli e mercanzia. Animato anche la sera, si possono trovare narghilè, profumi, papiri, gioielli, spezie, cotone e statue di alabastro provenienti dalla Valle dei Re.

10) Bazar libico
di Marsa Matrouh

La vicinanza di Marsa Matrouh con la frontiera libica si fa sentire al mercato dove si possono comprare, oltre ai prodotti locali, articoli provenienti dalla Libia e dagli altri Paesi del Maghreb. Da non perdere i datteri.

3 regole da seguire quando si visita un mercato in Egitto

Regola numero uno: contrattate! Non abbiate timore di offendere il vostro interlocutore perché, in Egitto, l'abilità di rilanciare il prezzo è un'arte.

Quando visitate i mercati viaggiate leggeri e portate soltanto il denaro che avete intenzione di spendere. C'è sempre tempo per tornare a colpo sicuro.

Non sempre la merce esposta è di qualità eccelsa e le bancarelle pullulano di imitazioni. L'esportazione di reperti autentici e manufatti in avorio è reato.