/media/post/hvfc77l/MARINA-GRANDE-CAPRI.jpg

I 10 porti più belli d'Europa!

Splendidi, puliti, circondati da acqua cristallina e inseriti in contesti naturalistici da brividi.

Questi sono i 10 porti più belli d'Europa.

1. Campania | Marina Grande, Capri

Fascino anni Cinquanta

È dagli anni Cinquanta che l'isola di Capri è sinonimo di eleganza e esclusività. Il porto, all'interno di un'insenatura naturale, si trova nella località di Marina Grande, lontano dalla storica piazzetta, che è comunque facilmente raggiungibile con autobus, taxi e funicolare.

Sia che veniate qui con la vostra imbarcazione, sia che scegliate il traghetto, una passeggiata al porto è sempre piacevole, anche a settembre inoltrato quando dimunuiscono i turisti, ma non mancano yacht e barche di ogni tipo.

Per gli amanti del mare, sappiate che se avete un super-yacht approdare a Capri può essere difficile (solo dieci i posti a disposizione) e il costo può arrivare fino a 2900 euro giornalieri.
Da non perdere, per la varietà di barche presenti, la Rolex Capri Sailing, ovvero l'annuale gara che si svolge ogni maggio e che prevede 4 giorni di regata nelle acque di Capri.

 

2. Liguria | Portofino

 

(descrizione)

 

Una perla per pochi

Tra i borghi più incantevoli delle Cinque terre, Portofino conserva la tipica architettura ligure, con caratteristiche case dai colori pastello. Amato da turisti raffinati ed esigenti, è diventato meta del jet set internazionale. Sono passati da qui, a bordo dei loro lussuosissimi yacht, Rex Harrison e Liz Taylor, mentre altri, tra cui i duchi di Windsor, Greta Garbo e John Wayne, hanno soggiornato all'Hotel Splendido, affacciato sulla piccola baia.

Il porto rispecchia le dimensioni del comune (il più piccolo delle cinque terre): è costituito da un molo di circa 300 metri, con banchine dotate di bitte e di anelli. Sei i pontili destinati all'ormeggio di grandi imbarcazioni e di yacht (costo giornaliero sui 2350 euro).

Se amate le imbarcazioni a vela, non mancate di venire qui a maggio per il Portofino Rolex Trophy dedicato interamente alle barche d'epoca, tutte rigorosamente in legno.

 

3. Francia | Saint Tropez

 

(descrizione)

 

Divi e magayacht

Meta mondana per eccellenza, Saint Tropez è il porto più amato da modelli, miliardari attori e registi. E fu proprio una diva del cinema, Brigitte Bardot, che negli anni Cinquanta fece del porticciolo sulla Costa Azzurra una vera e propria icona.

Chi oggi è in cerca di quelle atmosfere, non manchi di attraccare a giungo. In questo mese si svolgono due importanti eventi legati al mondo della nautica: l'International Polo Cup e la Giraglia Rolex Cup. Quest'ultima, organizzata dallo Yacht Club Italiano in collaborazione con la Société Nautique de Saint-Tropez. prevede una serie di regate inshore nel golfo di St-Tropez e una regata di altura tra l'isolotto della Giraglia, l'estremità della Corsica e San Remo.

A Saint Tropez i megayacht sono ben accetti: il porto è uno dei principali luoghi di scalo in tutto il Mediterraneo e ne può ospitare fino a 30 (tariffa media giornaliera pari a circa 1300 euro).

Nessun problema se non disponete di una lussuosa imbarcazione: in tal caso sono infatti circa 800 gli ormeggi a vostra disposizione.

 

4. Montecarlo | Porto Hercule

 

(descrizione)

 

A casa dei milionari

Non c'era bisogno delle nozze tra il Principe Alberto e l'ex campionessa di nuoto Charlene Wittstock , per portare il Principato di Monaco alla ribalta. Nel suo centro più famoso, Montecarlo, si svolgono una serie di appuntamenti storici da non mancare – dal Rally (gennaio) al Gran Premio di Formula Uno (maggio) – e il Porto Hercule è la meta preferita di molti proprietari di grandi quanto lussuose imbarcazioni.

Milionari di tutto il mondo, hanno scelto Montecarlo come propria casa, ma sono solo una ventina i posti riservati ai maxi yacht che per ormeggiare nel porto, spendono intorno ai 1200 euro al giorno. Per farsi un'idea di quello che può offrire questo porto, non mancate di venire qui a settembre quando si svolge il Monaco Yacht Show: un'interessante kermesse interamente dedicata ai charter esclusivi e ai super e mega yacht.

 

5. Sardegna | Porto Cervo

 

(descrizione)

 

Raffinatezza Made in Italy

Lusso sì, ma soprattutto esclusività. Fondato da Aga Khan nel 1960, Porto Cervo è una delle mete preferite per i proprietari di yacht. Ben 60 i posti a loro disposizione per una tariffa media giornaliera che si aggira intorno ai 2500 euro.

Da non mancare l'appuntamento con la Maxi Yacht Rolex Cup, dal 5 al 9 settembre. L'evento, organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda, prevede la partecipazione di circa 45 imbarcazioni tra i 18 e i 24 metri (più di 30 metri per la categoria Supermaxi), selezionate tra i migliori yacht in circolazione, per tecnologia e rifinitura.

Non solo gare a Porto Cervo. Se tornate qui alla fine di giugno, troverete la Deluxe Porto Cervo Rhapsody: un weekend di lusso tra golf, sfilate di moda, auto, gioielli, orologi, raffinati oggetti d'arredamento e naturalmente splendidi yacht.

 

6. Francia, Costa Azzurra | Cannes

 

(descrizione)

 

Tra le stelle del cinema

A Saint Tropez non avete trovato posto? Non preoccupatevi, la Costa Azzurra ha in serbo per voi un altro porto in cui vale la pena attraccare.

Affollatissima durante il Festival del Cinema (maggio), Cannes è molto frequentata durante tutta la stagione estiva sia da semplici turisti che dai vip, che fanno la spola tra la Croisette, lo yacht e i party esclusivi nelle prestigiose ville del litorale.

Se siete in cerca di personaggi famosi, al Port Cantò troverete ormeggiate le loro sensazionali imbarcazioni (35 posti disponibili a circa 655 euro al giorno). Situato in prossimità del famoso Palm Beach e della Pointe Croisette, Port Cantò si gode una bella vista panoramica sulla magnifica baia di Cannes.

Se poi volete fuggire dalla mondanità, potete salpare alla volta delle belle spiagge e calette dell'arcipelago Les Îles de Lerins.

 

7. Spagna | Marbella, Puerto Banús

 

(descrizione)

 

Eccessi andalusi

Dalle teste coronate a stravaganti personaggi del mondo dello spettacolo, in molti si son fermati a Puerto Banús. Basti pensare alla sua inaugurazione, negli anni Settanta, a cui parteciparono il Principe Ranieri e Greace Kelly, il fondatore di Palyboy Hugh Hefner e l'ereditiere arabo Aga Khan.

Nelle vicinanze del porto è anche possibile ammirare una statua dalla forma di animale, realizzata da Salvator Dalì nel 1956 e chiamata Rinoceronte vestido con puntillas.

Situato a una decina di chilometri da Marbella, sulla spagnola Costa del Sol, Puerto Banús può ospitare fino a 915 barche, per gli yacht la lunghezza non deve essere superiore ai 50 metri di lunghezza e 6 metri di pescaggio (costo giornaliero sui 1200 euro).

Scesi dalla barca, vi attende un mix di buona cucina – varia l'offerta culinaria – e di shopping, in negozi firmati dagli stilisti più famosi.

 

8. Sardegna | Portorotondo

 

(descrizione)

 

Tra arte e mondanità

Ad un passo dal Golfo degli Aranci, Portorotondo è il frutto dell'intraprendenza dei conti veneziani Nicolò e Luigi Donà Dalle Rose. Nato negli anni Sessanta, è sin da allora l'altra metà della Costa Smeralda.

Se Porto Cervo ne è il cuore pulsante, perfetta per i festaioli e gli amanti di club, Portorotondo ha un carattere più riservato, adatto a chi ama la mondanità senza dimenticare al cultura. Diversi sono, infatti, i luoghi dove troverete la firma di noti architetti e artisti, tra cui Mario Ceroli che ha realizzato la chiesa e il teatro all'aperto.

Numerosi gli eventi estivi legati al mondo dello spettacolo, della musica (jazz in particolare) e della danza (nella scorsa edizione, flamenco e tango) organizzati in occasione del Festival di Portorotondo.

Ormeggiare a Porto Rotondo vi costerà decisamente meno rispetto che a Porto Cervo: in alta stagione, la tariffa giornaliera per gli yacht 50x10 non supera i 1600 euro.

 

9. Dalmazia | Marina di Šibenik

 

(descrizione)

 

Natura e storia

Se possedete una barca, vale la pena salpare alla scoperta della Dalmazia e della Croazia. Numerosi sono i porticcioli in cu potrete attaccare (incantevole quello di Dubrovnik), ma il consiglio, se avete una grande imbarcazione, è di fare rotta verso la più attrezzata Šibenik. Oltre che nel porticciolo antico, potrete attraccare al Mandalina Marina & Yacht Club, ideale per imbarcazioni mega yacht, con una lunghezza massima di 100 metri e un pescaggio massimo di 50 metri. Dispone inoltre di travelift con capacità fino a 50 tonnellate e di circa 350 ormeggi.

Šibenik non è una meta per chi è in cerca di mondanità o di vip. È, piuttosto, meta ideale per chi ama l'avventura: da qui potrete partire alla volta di escursioni in una natura ancora quasi del tutto incontaminata. Non mancate di visitare le vicine Isole Kornati, particolarmente frequentati da velisti e subacquei, ma anche l'incantevole borgo con la Cattedrale di San Giacomo, patrimonio dell'Unesco.

 

10. Spagna, Vilanova | Vilanova Grand Marina

Solo per megayacht

I proprietari di megayacht non dovranno più dividere il proprio spazio con le piccole imbarcazioni. Succede a una trentina di chilometri da Barcellona, a Vilanova, vicino al Parco Naturale del Garraf.

Un investimento di circa 33 milioni di euro ha portato alla creazione del primo porto turistico nel Mediterraneo interamente dedicato alle grandi imbarcazioni private, mega o super yacht, tra i 25 e gli 80 metri di lunghezza. Gli ormeggi a disposizione sono 49 e potrà capitarvi di avere come vicino il Feadship super yacht (60 metri), oppure l'Oceanco yacht Amevi (80 metri).

Inaugurato nel 2009, è uno dei porti per superyacht più avanzati d'Europa e dispone di una tecnologia sofisticata e d'avanguardia, con diversi servizi specializzati, tra cui l'eliporto, per I viaggiatori più esigenti.