/media/post/hufpdp8/venezia_ponti_piu_belli.jpg

I 10 ponti più belli di Venezia

A Venezia ci sono oltre 417 ponti fra pubblici e privati

Il più famoso è il Ponte di Rialto con i suoi percorsi pedonali a gradinate e due ali di botteghe. Ma girando la città ci si può imbattere anche in altri ponti, altrettanto suggestivi. 

 

1) Ponte della Libertà 

Ponte stradale di 4 chilometri che attraversa la laguna. È l’unica via d’accesso per il traffico veicolare alla città di Venezia

 

2) Ponte degli Scalzi 

Si trova vicino alla stazione ferroviaria e di fronte all’omonima chiesa dei Carmelitani Scalzi. In pietra d’Istria, misura 40 metri di lunghezza e 6.75 di altezza. 

 

3) Ponte della Costituzione 

Meglio noto come Ponte di Calatrava, dal nome del celebre architetto che l’ha progettato, collega la stazione ferroviaria con piazzale Roma. 81 metri di acciaio con pavimentazione in vetro infrangibile e lastre di trachite. 

 

4) Ponte dell' Accademia 

È di fronte alle Gallerie dell’Accademia sul Canal Grande. Originariamente in ferro (1854) venne realizzato provvisoriamente in legno nel 1932 e ricostruito nel 1984. 

 

5) Ponte dei Tre archi 

È nel sestiere di Cannaregio ed è l’unico esempio rimasto a Venezia di ponte a tre arcate: due laterali di piccole dimensioni e una centrale più ampia. 

 

6) Ponte della Paglia 

Deve il suo nome alle imbarcazioni cariche di paglia che ormeggiavano sul molo. È spesso affollato perché consente di ammirare il Ponte dei Sospiri e i tramonti sul bacino di San Marco

 

7) Ponte dei Sospiri 

Collega Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove. Serviva per il transito dei reclusi che, si narra, passando sospirassero perché non avrebbero mai più rivisto la luce del sole. 

 

8) Ponte delle Tette


Il nome rievoca la zona a luci rosse Carampane, a San Polo, dove anticamente, con il benestare della Serenissima, le prostitute esibivano i loro seni. 

 

9) Ponte dei Pugni


È in Campo San Barnaba e deve il suo nome alla guerra dei pugni. Le sfide erano di tre tipi: la Mostra (pugilato fra due avversari), la Frota (assalto tra due fazioni al completo) e l’Ordinata (con spinte). 

 

10) Ponte delle Bande


Così chiamato per essere tra i primi a essere dotato di “bande” (spallette o parapetti di protezione), poi rifatte in ferro nel 1863. 

 

Informazioni e consigli:

- Sensi unici di marcia: durante i periodi più affollati, sui ponti la polizia municipale istituisce temporanei sensi unici per dirigere il traffico dei pedoni. 


- Vicino al Ponte Paradiso, alzate gli occhi e ammirate uno svettante arco cuspidato gotico in marmo bianco. 


- Attenzione a non cadere. A Venezia ci sono due ponti senza spallette: uno è il Ponte del Diavolo nell’isola di Torcello e l’altro, privato, a Rio di San Felice