/media/post/57sf477/974-grotta-azzurra1-622x466.jpg

Grotta Azzurra. Un raggio di sole ed ecco... la meraviglia di Capri

La Grotta Azzurra – a Capri – è una delle grotte più affascinanti dell’isola.

Ed è – anche – uno dei simboli di Capri. Nessun tour sull’isola di Capri rinuncia – o può rinunciare - a una visita nella Grotta Azzurra All’interno della Grotta Azzurra, i raggi del sole illuminano la superficie del mare (passando anche attraverso una "finestra" sottomarina) e rendono il blu dell’acqua di una sfumatura sconosciuta altrove.

È un gioco di gradazioni e tonalità che solo la Grotta Azzurra conosce. Non a caso, questa grotta ha il nome che ha. E non a caso in epoca romana, ai tempi di Tiberio, era utilizzata come ninfeo marino.

Quando visitare la Grotta Azzurra di Capri

Il momento migliore per visitare la Grotta Azzurra è a metà giornata: tra le 12 e le 14. In questa fascia oraria, infatti, i colori del mare e i riflessi della luce danno il meglio di sé. Naturalmente, perché la visita sia perfetta deve esserci un sole splendente: solo così la Grotta Azzurra può regalare quello spettacolo della natura per cui è conosciuta in tutto il mondo.

Come raggiungere la Grotta Azzurra

Si può visitare la Grotta Azzurra solo a bordo di una barca a remi (assolutamente vietate le barche a motore). Il costo della visita si aggira attorno ai 13 euro. La grotta è aperta dalle 9 del mattino fino alle 17: ma solo se le condizioni del mare lo permettono. Infatti, quando tira il vento di libeccio è impossibile entrare con la barca all’interno della Grotta Azzurra.

(grotta azzurra)

Le barche utilizzate per visitare la Grotta Azzurra sono molto piccole: solo 4 visitatori alla volta. Dal momento che l’ingresso alla cavità è davvero ristretto, chi si trova sulla barca deve fare un piccolo esercizio fisico: deve cioè sdraiarsi sul fondo della barca, e può rialzarsi una volta all’interno. E’ possibile raggiungere la Grotta Azzurra partendo da Marina Grande (10 minuti di barca). Oppure si può arrivare via terra fino a un parcheggio che si trova sopra l’insenatura che i turisti possono raggiungere in autobus o in taxi. Da lì basta scendere le scale che portano fino a una sorta di balcone d’attesa per le barche a remi autorizzate a entrare nella Grotta Azzurra.