/media/post/v8lzdrp/gite_fuori_barcellona_lloret_de_mar.jpg

Gite fuori Barcellona

Un viaggio nei dintorni di Barcellona

Fughe fuori città: uno sguardo intorno a Barcellona, tra le favolose opere di Gaudí come la Colonia Güell al bellissimo Monastero di Montserrat, da Tarragona alle città di mare con spiagge mozzafiato. Cosa vedere nei dintorni di Barcellona.

(descrizione)

Colonia Güell

Nel paese di Santa Coloma de Cervelló, appena fuori Barcellona, si trova una delle più importante opere di Gaudí, ma la meno conosciuta dai turisti: è la Colonia Güell, commissionata all’architetto dall’omonimo mecenate per sfuggire ai conflitti sociali che stavano scoppiando a Barcellona alla fine del XIX secolo.

 

Il progetto teneva conto delle abitazioni, della fabbrica e di tutti i servizi necessari per i lavoratori e le loro famiglie, tra cui una scuola, un ospedale, una locanda e una chiesa, di cui si occupò Gaudí in persona. All’interno della chiesa il maestro progetto e realizzò una magnifica cripta, patrimonio dell’Unesco dal 2005: il design ha un aspetto totalmente gaudiniano, con le sue forme curve visibili negli archi e nelle pareti e il simbolismo dove la natura ancora una volta è protagonista.

 

Dell’interno spiccano le vetrate colorate e luminose, le panche e le magnifiche acquasantiere realizzate con conchiglie provenienti dalle Filippine. La visita all’aerea è completamente gratuita, fatta eccezione per la Cripta per cui è necessario un biglietto, acquistabile direttamente sul posto.

(descrizione)

Monastero di Montserrat

L’entroterra alle spalle di Barcellona nasconde tra le montagne uno dei tesori più belli di tutta la Spagna, l’abbazia dei monaci benedettini del Montserrat, un eremo incastonato nelle rocce a circa un’ora di treno a nord ovest della città.

 

Non solo il monastero ha un valore religioso notevole, ma è circondato da natura maestosa e viste mozzafiato sul paesaggio catalano: per gli appassionati di trekking sono tante le escursioni che portano ad ammirare le singolari formazioni rocciose della Catalogna, per chi invece preferisce la comodità si può prendere una funicolare che porta in cima alla montagna, da cui nelle giornate chiare dalla cima è possibile vedere quasi tutta la Catalogna e persino l’isola di Maiorca.

 

Da non perdere l’Escolania de Montserrat, uno dei cori più antichi d’Europa (risale al quattordicesimo secolo) composto dalle voci bianche dei bambini tra i 9 e i 14 anni, rigorosamente catalani: l’abbazia ha un collegio dove i giovani cantori completano il loro percorso di studi e portano avanti il loro talento per la musica. 

 

Montserrat è un luogo affascinante, antico e mistico che merita di essere visitato: non per niente la leggenda vuole che proprio qui si trovi nascosto il mitico Sacro Graal del leggendario re Artù.

(descrizione)

Tarragona

Con la sua combinazione di storia antica e spiagge di sabbia dorata, folclore e movida, Tarragona – una delle capitali della magnifica Costa Daurada – è una tra le mete più interessanti e divertenti della Catalogna. La città è entrata tra i Patrimoni dell’Umanità grazie a una stratificazione  di forme, memorabilia, architetture sparse tra vie, viuzzie e piazze: passeggiando tra le sue strade si passa dal gigantismo di epoca romana agli svolazzi gotici, dalle bizzarrie spumeggianti del barocco ai fantasiosi ghirigori modernisti.

 

Oltre agli impressionanti monumenti, Tarragona è anche una città marinara: vale la pena inoltrarsi alla scoperta del Serrallo, il vecchio quartiere dei pescatori, delle lunghe spiagge e delle calette nascoste; non mancano i luoghi del buon cibo, dove si ha la possibilità di vivere le atmosfere più veraci della città, e del buon bere, essendo grande produttrice di vini pregiati. E per chi ama il divertimento, impossibile perdere il PortAventura World, un parco a tema da Guinnes dei primati!

 

Città di mare

La costa a nord e sud di Barcellona è il paradiso dei vacanzieri, in particolare dei giovani in cerca di sole, mare e divertimento senza sosta. Due le località preferite: Sitges, a circa 40 km a sud-ovest di Barcellona è il gioiello della Costa Daurada.

 

Centro di villeggiatura chic, Sitges è apprezzata soprattutto per le sue spiagge e le sue feste scatenate, oltre ad essere un vero punto di riferimento della comunità gay internazionale: non solo ci sono spiagge appositamente dedicate (ma anche grande tolleranza da tutte le altre), ma c’è un vero e proprio quartiere pieno di locali e discoteche gay e persino, in Febbraio, un carnevale gay che riempie le vie della città di musica e colori.

 

La seconda località si trova a nord, lungo la Costa Brava, ed è la gettonatissima Lloret de Mar, meta presa d’assalto dai giovani di tutta Europa che vogliono semplicemente trascorrere le loro vacanze all’insegna del divertimento. La città è piena di occasioni per lo svago, come una pista di go kart, campi da tennis, piste da bowling e persino il parco acquatico più grande d’Europa, il Water World.

 

Per gli amanti degli sport marini è possibile effettuare immersioni subacquee prendendo a noleggio l’attrezzatura, oppure fare kayak e snorkeling, attività queste accessibili anche per i principianti e per tutti coloro che vogliano sperimentare qualcosa di nuovo senza troppo impegno. Per la vita notturna Lloret de Mar ha una vastissima scelta di bar e discoteche, molte delle quali restano aperte fino al mattino, oltre che intere vie dedicate allo shopping per tutti i gusti e per tutte le tasche.