/media/post/98ah5vh/giardini-italia4.jpg

Giardini d'Italia: weekend all'aria aperta

Un'idea originale per chi piace visitare luoghi insoliti

Il verde dei prati, il bianco della neve, il giallo dell'autunno: in qualsiasi stagione ci troviamo è sempre un buon momento per visitare i giardini d'Italia in vista di un rilassante weekend fuori porta.

Di certo l'autunno, con i suoi colori conferisce un'atmosfera unica al panorama, trasformando il parco dei Giardini d'Italia in una tavolozza di colori che incantano. Curiosi di scoprire quali sono i giardini italiani più famosi? Andiamo per ordine...

 

Giardino Barbarigo Pizzoni Ardemani

(descrizione)

 

Il Giardino Barbarigo Pizzoni Ardemani di Padova propone un itinerario particolarmente suggestivo in ogni stagione ma in particolare in quella autunnale.

Varcate l’ingresso del giardino e costeggiate il Bagno di Diana, la fontana dell’iride e la peschiera dei Venti; continuate, poi, a percorrere il Gran Viale con statue, fontane e scherzi e la scalinata delle Lonze.

Raggiungerete così l’affascinante piazzale della villa, dove otto figure allegoriche fanno corona alla fontana dell’Estasi, meta finale del simbolico itinerario. Lungo il percorso si possono inoltre ammirare il fantastico Palazzo di Verzura, un enorme labirinto di bossi e il romitorio.

 

Grazzano Visconti

(descrizione)

 

A Piacenza sorge il giardino Grazzano Visconti: ricco di alberi secolari, è immerso all'interno del borgo con un vero e proprio castello medievale.

Il suono dell’acqua del piccolo fiume Rio Grazzano, che scorre all'interno della proprietà, pervade tutto il parco costellato di fontane, statue, ponticelli e piccoli fossati; una volta oltrepassato un passaggio arcuato nella siepe di carpini, si può scorgere con facilità la fiabesca “casetta dei bambini”, integrata perfettamente nella lussureggiante vegetazione.

 

Villa Carcano

(descrizione)

 

Nel cuore dell’alta Brianza, tra Como e Lecco, ad Anzano del Parco c'è la bellissima Villa Carcano, circondata dal suo parco, che si estende lungo i fianchi di una collina, con una vista incantevole sul lago di Alserio, sulle Grigne e sul Resegone.

Il momento migliore per visitarlo? Decisamente in autunno, quando i numerosissimi alberi presenti nella proprietà si tingono delle mille tonalità del giallo e del rosso.

 

Villa Visconti Borromeo Litta

(descrizione)

 

In autunno merita una visita anche il parco storico di Villa Visconti Borromeo Litta di Lainate. L'autunno è la stagione in cui il tiglio, il liriodendro e il ginkgo diventano prima nuvole e poi tappeti d’oro.

Il Liquidambar styraciflua e il Fagus asplenifolia arrossiscono di fronte ai primi freddi, mentre i Cedrus deodara e libanii emergono con i loro verdi scuri e glauchi tra gli alberi spoglianti.

 

Parco della Fondazione Minoprio

(descrizione)

 

Nei mesi autunnali, poi, gli aceri giapponesi ospitati all'interno del parco della Fondazione Minoprio si tingono di rosso, creando con i riflessi del sole uno spettacolo davvero unico e imperdibile. Senza i numerosi visitatori dei periodi primaverile ed estivo, anche i colorati giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano sono, se possibile, ancora più belli.

Chi è affascinato dai panorami asiatici, chi ama la natura e il silenzio e cerca un po’ di quiete per rilassarsi e meditare, può scegliere di visitarli con il biglietto di tardo autunno, così da godere la bellezza della natura a prezzo ridotto, tra foglie colorate, olive mature, fichi, castagne e melograni.

 

Parco Giardino Sigurtà

(descrizione)

 

600.000 metri quadrati di parco, a pochi chilometri dal Lago di Garda, nasce il Parco Giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio. Un luogo che regala ai visitatori scorci e sfumature difficili da dimenticare: dal Grande Tappeto Erboso, la più grande distesa del Giardino, al Labirinto, percorso che si snoda su una superficie di 2500 metri quadrati, al famoso Viale delle Rose che mostra sullo sfondo il Castello medievale di Valeggio, in un particolare effetto ottico.