/media/post/uavl38l/mangiare_dormire_palace.jpg

Gargano e Tremiti - dormire e mangiare

Hotel e ristoranti tra mari e monti

Le meraviglie del Gargano tra mari e monti, i luoghi più suggestivi per un’accoglienza top all’insegna del gusto, dove mangiare e dormire nelle Isole Tremiti.

 

Nell’affascinante cornice del promontorio del Gargano, l’ospitalità sa regalare delle vere perle: è l’atmosfera calda e accogliente delle case di un tempo che ispira Gli Orti di Malva, albergo diffuso di Peschici che offre agli ospiti un soggiorno in suite vista mare. Il fulcro del relais è il ristorante Porta di Basso, dove lo chef Domenico Cilenti propone una cucina concettuale, con ingredienti provenienti dai contadini e dai pescatori della zona.

(descrizione)

Particolarmente bella la posizione, incastonato sulla scogliera a picco sul mare. Per un’esperienza enologica, l’azienda biodinamica di Valentina Passalacqua offre sette camere per sette vini, perchè le vigne regnano sovrane. Ogni stanza racconta il suo vino con le lune parlanti che decorano le testate dei letti, reinterpretando le parole chiave della biodinamica a cui ogni vino è legato.

 

Da poco rinnovato e vicino ai principali luoghi di interesse è l’Apulia Hotel Palace Lucera Spa Apulia Hotel Palace Lucera Spa. Le camere sono arredate in stile modern-chic e offre una bellissima Spa di oltre 1500 mq. con palestra, piscina coperta e riscaldata, e un centro congressi per eventi aziendali.

(descrizione)

È inoltre presente il Rino Family Restaurant, una novità per il territorio: un luogo creato a misura di famiglia, dove i bambini possono divertirsi tra giochi e animazione. Fascino rustico per Il Trabucco da Mimì, un originale ristorante costruito all’interno di un trabucco: l’atmosfera è romantica soprattutto al tramonto, e la cucina spicca per tecniche di cotture innovative.

(descrizione)

Spostandosi fuori città, il Gusmay Resort si presenta con due anime: il cinque stelle Hotel Gusmay & Suite le Dune e il quattro stelle Hotel Cala del Turco, entrambi ideali per una vacanza di lusso e relax, da passare sulla spiaggia riservata o nel centro benessere. Nel cuore di Vieste spicca per eleganza il Palace Hotel, ricavato all’interno di una residenza storica del XV secolo, mentre  è appena fuori città e immerso nel verde l’Hotel I Melograni, che propone attività di tutti i tipi dal trekking al kite surf.

 

Sosta gourmet obbligatoria al ristorante Il Capriccio di Leonardo Vescera, con dehors proprio sul porticciolo, che propone piatti di pesce creativi. I dintorni di Mattinata ospitano Hotel Baia delle Zagare, resort di lusso affacciato su uno dei punti più belli della costa: le camere sono inserite in un parco lussureggiante e nei ristoranti gli ospiti possono mangiare davanti un panorama mozzafiato.

(descrizione)

In posizione panoramica anche la Locanda del Carrubo, esclusivo luxury resort a cinque stelle, con ristorante vista mare, due piscine e la spa con bagno turco e grotta dei sali. Ottime soluzioni per alloggiare nella zona anche La Casa e il Mare, elegante quattro stelle con una suggestiva spiaggia privata di ciottoli bianchi levigati dal mare, e Il Porto, luogo ideale per coniugare relax, benessere e gastronomia.

 

Splendido il restauro de Le Querce di Mamre, antica masseria di fine ‘800 nei pressi di Manfredonia: ambienti interni eleganti e ricercati, camere finemente arredate e una ristorazione d’eccellenza. Per un soggiorno circondati dal mare di cristallo delle Isole Tremiti, l’Hotel Gabbiano è accogliente e dall’atmosfera familiare, mentre Hotel Kyrie è elegante nel suo stile minimalista e immerso in una pineta profumata.

 

Per un pasto ricercato da provare l’Altro Faro di Annalisa Lisci, che cattura lo sguardo con i suoi colori e l’arredamento in stile marinaro, e conquista i palati con la sua frittura di paranza leggera e gustosa. Nell’entroterra, luoghi affascinanti e sapori genuini attendono gli avventori del Rifugio Sfilzi, locanda nel cuore della Foresta Umbra dove fermarsi per uno spuntino o per un soggiorno prolungato, mentre il meglio della cucina casereccia si assaggia alla Trattoria Foresta Umbra con piatti a base degli ingredienti locali e delle ricette più antiche.

 

Imperdibile a Monte Sant’Angelo la taverna Li Jalantuùmene, dove Gegè Mangano propone la sua cucina garganica rivisitata; è inoltre un piccolo albergo diffuso, con quattro camere indipendenti. Invitanti anche Il Trappeto di Vico del Gargano, con le sue sale caratteristiche in pietra, e il Ristorante Peppe Zullo, aperto a pranzo all’interno dell’azienda agricola dello chef che ospita una famosa sala ricevimenti e una scuola internazionale di cucina.