/media/post/fcs3ces/Marrakech.jpg

Fotografie di Marrakech - 10 scorci imperdibili sulla città rossa

Gli scorci imperdibili e indimenticabili di Marrakech

Non sempre possibili da immortalare con un apparecchio fotografico, ma da cogliere sul momento e da portare con sé. Assorbire Marrakech con gli occhi e con i sensi è parte integrante del vostro viaggio in Marocco. 

 

1) Tramonto a Jemaa el-Fna 

Lo spettacolo comincia all’imbrunire, quando la grande piazza prende vita. Lo sguardo migliore è dall’alto: salite per un tè sulla terrazza del Café de France o cercate un tavolo per cenare da Chez Chegrouni. 

 

2) Volare in mongolfiera 

L’alba sul deserto, i floridi palmeti, gli “ksar” aggrappati alle pendici dei monti. Il tutto immerso nel silenzio del volo in mongolfiera. Ciel d’Afrique, tel. +212 524432843

 

3) Incantatori di serpenti a Jemaa el-Fna 

Le teste triangolari dei cobra escono dal cesto. Seguono il suono del auto e il lento movimento ritmato dell’incantatore. Ammirate queste scene da “Mille e una notte”! 

 

4) Atlante


La Palmeraie, il palmeto fuori Marrakech, è un vero e proprio angolo di paradiso. Ammirate le vette dell’Atlante ricoperte di neve sullo sfondo del mare di palme verdi. 

 

5) Babbucce al suq 

È una delle immagini più conosciute di Marrakech: nessuno riesce a resistere alla tentazione di fotografare (e poi acquistare) le babbucce colorate appese fuori delle botteghe dei suq

 

6) Il modo di versare il tè 

Osservate la maestria con cui viene servito il tè: il getto bollente si allunga sempre più dalla teiera al bicchiere. È chiamato il tè “del sultano”, per via della schiuma che si forma versandolo e che ricorda un turbante. 

 

7) Rahba Kedima dal Café des Epices 

Occupate un tavolo: godersi il viavai in Rahba Kedima è come guardare un film dove le bancarelle di spezie fanno da sfondo alle donne che vendono cappelli di lana colorata fatti a mano. 

 

8) Nidi delle cicogne sulla Medersa Ben Youssef 

I tetti vicino alla moschea sembrano essere uno dei luoghi preferiti dalle cicogne, diventate parte del monumento. 

 

9) Place des Ferblantiers 

In questa piazzetta quadrata e raccolta fate tappa in uno dei caffè all’aperto. Attorno, le botteghe artigiane sono un susseguirsi di “fanous”, lanterne di ferro intagliato che regalano riflessi di luce da favola. 

 

10) Arabeschi e mosaici delle Tombe Saadiane 

Legno di cedro intagliato e dipinto, stucchi che sembrano merletti, “zellij” colorati che formano tappeti di mosaici in cui si riconoscono le stelle a 8 punte. 

 

Informazioni e consigli:

-In Marocco è opportuno chiedere il permesso, prima di fotografare persone (e cose). 

-Incantatori di serpenti, ammaestratori di scimmie e saltimbanchi non amano essere fotografati se non a pagamento. 

-Si chiama “pisé” (miscuglio di terra locale, calce, fango e paglia) il materiale con cui si realizzano le abitazioni.